Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Corona: Il ritorno della scena dei club a Berlino

A causa del virus Corona, le sale da ballo dei club di Berlino erano vuote. La fine dell’epidemia non è ancora imminente. Tuttavia, con un progetto pilota, verrà dimostrato un metodo durante la notte. Questo è il primo controllo di punta:

L’eccitazione e l’attesa: puoi provare entrambi il venerdì sera di fronte al club Metropole nel quartiere alla moda di Schöneberg a Berlino. D’altra parte, ci sono 300 partecipanti testati alla PCR che non vedono l’ora di passare la loro prima notte in una discoteca dall’inizio della pandemia di Corona. D’altra parte, ci sono politici e operatori di club che aspettano con ansia questo fine settimana. Con il progetto pilota di tre giorni “Reboot Clubculture”, la scena dei club berlinesi di fama mondiale dovrebbe mostrare nuove prospettive dopo 18 mesi a Corona-Aus.

All’inizio dell’epidemia, nella primavera del 2020, i club erano tra i luoghi a cui poteva essere attribuito un focolaio più grande di corona – i cosiddetti eventi di diffusione. Uno di questi è accaduto alla fine di febbraio 2020 vicino alla “Metropolis”, nella “Tromba”.

L’obiettivo del progetto pilota è scoprire come e se è sicuro ballare al chiuso in caso di pandemia -Da fine giugno è di nuovo consentito ballare all’aperto, fatte salve le norme igieniche.


Le seguenti regole si applicano a un totale di 2.000 club: Tutti devono sostenere un test PCR poche ore prima dell’ingresso in tre centri di test appositamente preparatiFoto: Getty Images

Oltre al “Metropol”, partecipano al progetto altri cinque club come “Kitkat”, “SO36” o “Festsaal Kreuzberg”. Propongono eventi con circa 40 artisti della scena in due serate tra venerdì e domenica. I biglietti a 25 euro sono andati esauriti in pochi minuti.

In totale 2000 club Si applicano le seguenti regole: Tutti devono sottoporsi a un test PCR poche ore prima dell’ingresso in tre centri di test appositamente preparati. L’accettazione è possibile solo con esito negativo. Non si dovrebbe fare distinzione se le persone sono già state vaccinate. Non hai bisogno di una maschera o spazio.

Parte del progetto pilota è anche un secondo test PCR una settimana dopo l’evento. Affinché quante più persone possibile partecipassero al test, l’annuncio è stato fatto principalmente a Berlino. Chi potrà provarlo una seconda volta riceverà dieci euro del prezzo del biglietto. Per i secondi test, Florian Kainzinger di Think.Health Hygiene Solutions spera di condividere il 70-80 percento per poter trarre conclusioni per ulteriori passaggi.


Chi potrà provarlo per la seconda volta riceverà dieci euro dal prezzo del biglietto

Chi potrà provarlo per la seconda volta riceverà dieci euro dal prezzo del bigliettoFoto: Getty Images

C’è molta attesa al Metropole venerdì sera. All’ingresso, i frequentatori di feste sono sollevati per togliersi le maschere. Un uomo abbraccia il suo compagno, un altro salta nel club. “Sento che oggi farò il mio primo concerto”, afferma l’organizzatore Bourke Melms.

Alla partenza sarà presente anche il senatore per la cultura di Berlino Klaus Leder (Die Linke). Il Senato sostiene il progetto pilota. Lederer è ottimista: “Penso che qui abbiamo tirato tutte le linee di sicurezza che possono essere tirate”, dice il politico davanti alla “Capitale”. “I prossimi giorni saranno molto cruciali per la scena dei club”, afferma Lutz Leichsenring della Club Commission, un’associazione di operatori di club.

A Kitkat, dove si trova uno dei tre centri di test PCR creati appositamente per il progetto, già in prima serata si sta formando una lunga coda. Secondo Florian Kinzinger, venerdì sono stati eseguiti più di 2.000 test PCR. “Finora, sono stati identificati molti partecipanti positivi e i biglietti sono stati vietati”, afferma Kainzinger.

Torna ad aumentare il numero dei contagi in Germania così come a Berlino, e i valori sono più alti tra adolescenti e giovani adulti. Queste sono le fasce di età in cui la percentuale di persone vaccinate è inferiore rispetto agli anziani, ma che hanno anche un minor rischio di malattie gravi.

Quindi i test PCR saranno presto un prerequisito per i club così come una divisa adeguata? “Speriamo che questo non sia il futuro”, afferma Pamela Schopis del comitato del club in merito alle complicate procedure. “Ma sarà una possibilità in autunno”.

READ  Bambini e adolescenti in BW colpiti sempre di più - SWR News