Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Corona Direct: il Belgio sospende Johnson & Johnson per le persone fino a 40 anni

Studio Drosten: “Sulla stessa infezione in tutte le fasce d’età”

Uno studio condotto dalla Berlin Charité Foundation guidato da Christian Drosten e pubblicato sulla rivista “Science”, è giunto alla conclusione che tutti i gruppi di età infettati dal virus Covid-19 hanno approssimativamente lo stesso livello di infezione. Per lo studio pubblicato martedì pomeriggio, gli scienziati di Drosten hanno identificato le cosiddette cariche virali, ovvero la quantità di geni virali in un campione PCR, di oltre 25.000 casi di Covid-19. Sharetti ha spiegato che “le copie del materiale genetico rappresentano approssimativamente la quantità di virus nella gola del paziente, e quindi consentono di prevedere la possibilità di una possibile infezione”. “La mia impressione iniziale è stata confermata che tutti i gruppi di età erano quasi ugualmente contagiosi, non solo qui, ma anche in altri studi”, ha detto Drusten.

Persone senza segni di malattia così come pazienti con sintomi di varia gravità sono stati inclusi anche casi ospedalieri. Negli adulti di età compresa tra 20 e 65 anni, “non c’erano differenze statisticamente significative” nella carica virale. In campioni di bambini più piccoli di età compresa tra 0 e 5 anni, sono state trovate le cariche virali più basse ei valori nei bambini più grandi e negli adolescenti sono diventati più simili a quelli degli adulti con l’avanzare dell’età.

Tuttavia, Drosten sostiene che i valori dei bambini sono principalmente influenzati da un diverso tipo di campionamento rispetto agli adulti: vengono utilizzati tamponi significativamente più piccoli che portano meno della metà della quantità di materiale campione. Invece di dolorosi tamponi nasofaringei profondi, spesso vengono eseguiti semplici tamponi faringei, poiché ci sono meno virus. Pertanto, fin dall’inizio ci si aspetterebbe un minor numero di letture della carica virale nei bambini.

READ  Corona: Italia, Croazia e Austria: le destinazioni di vacanza popolari per i tedeschi non sono più zone pericolose

Drosten aveva già fornito le prime valutazioni delle cariche virali più di un anno fa, che devono ancora essere verificate da esperti indipendenti. Anche questi hanno ricevuto molta attenzione nel dibattito sull’apertura di scuole e asili.

Lo studio supporta anche l’ipotesi che una percentuale relativamente piccola di persone infette sia responsabile di un gran numero di infezioni. Come descritto da Drusten, ci sono persone di tutte le età, compresi i bambini, infettati da cariche virali eccezionalmente elevate. Nello studio, ciò ha interessato circa il nove percento dei casi esaminati. Secondo il virologo, ci sono “un gran numero” tra loro, persone con sintomi molto lievi nel corso della malattia. Tra questi, anche persone che non hanno mostrato sintomi della malattia.