Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Come sono arrivati ​​i materiali organici su Marte?  Il gruppo di ricerca trova “prove evidenti”

Come sono arrivati ​​i materiali organici su Marte? Il gruppo di ricerca trova “prove evidenti”

  1. Home page
  2. Lo sappiamo

Insiste

I ricercatori sono alla ricerca di acqua liquida su Marte. (Avatar) © Imago/UIG

La scoperta su Marte fornisce informazioni sulla composizione dei materiali organici e sulla loro importanza nelle origini della vita sulla Terra.

COPENHAGEN – Più di dieci anni fa, un gruppo di ricerca dell’Università di Copenaghen ha avanzato una teoria su come si sono formati i materiali organici su Marte. Per molto tempo non è stato possibile confermare questa teoria, ma ora appare la scoperta del rover Curiosity della NASA su Marte: la teoria è corretta – ed è rilevante non solo per il Pianeta Rosso, ma anche per la Terra.

Ma ricominciamo da capo: secondo la teoria, molto tempo fa il Sole ha diviso l’anidride carbonica nell’atmosfera marziana, creando infine molecole organiche complesse sul pianeta rosso. Il gruppo di ricerca ha trovato parte della conferma in un meteorite marziano scoperto sulla Terra: metà del sospetto processo chimico è stato registrato nella roccia marziana. “Ma manca ancora un pezzo del puzzle. Ci mancava l’altro prodotto di questo processo chimico per confermare la teoria, ed è quello che abbiamo ora”, dice il chimico Matthew Johnson, uno degli autori della nuova teoria. Stare.

La NASA ha trovato strani materiali organici sulla superficie di Marte

Qualche tempo fa, il rover Curiosity della NASA ha trovato materiali organici con strane proprietà sulla superficie di Marte. Il rapporto isotopico del carbonio era insolito. Sulla Terra il materiale ritrovato potrebbe essere un segno del coinvolgimento di microrganismi, ma è anche possibile che sia stato creato in un processo chimico senza il coinvolgimento della vita. Non esiste una spiegazione veramente adeguata, il che ha fatto sì che i ricercatori scuotessero la testa.

READ  Misteri della NASA: una sonda spaziale invia segnali totalmente disturbati sulla Terra

Johnson e il suo team non hanno scosso la testa, ma erano soddisfatti dei nuovi dati. Li hanno aiutati a confermare l’antica teoria. Il professore di chimica parla in uno avviso Anche riguardo alle “prove lampanti” che mancavano e che ora sono emerse. In breve: il carbonio nel meteorite marziano è stato arricchito con l’isotopo carbonio 13. Alla materia organica su Marte mancava la stessa quantità di carbonio 13 trovata nel meteorite marziano e l’ultimo pezzo del puzzle è stato trovato.

Marte, Terra e Venere avevano atmosfere molto simili miliardi di anni fa

“Non c’è altro modo per spiegare l’esaurimento del carbonio-13 nei materiali organici e il suo arricchimento in un meteorite marziano”, afferma Johnson, facendo un confronto tra la Terra e Venere, che miliardi di anni fa aveva un’atmosfera simile a quella di Marte. “Ciò indica che il monossido di carbonio è il punto di partenza per la sintesi di molecole organiche in tali atmosfere. Quindi abbiamo una conclusione importante sull’origine degli elementi costitutivi della vita, ma finora solo su Marte”, afferma Johnson.

Il ricercatore spiega l’importanza dell’argomento dicendo: “Molecole così complesse a base di carbonio sono una condizione fondamentale per la vita. Quindi è un po’ come il vecchio dibattito su chi viene prima, l’uovo o la gallina. “Abbiamo dimostrato che i materiali organici su Marte sono stati creati da reazioni fotochimiche nell’atmosfera, cioè senza vita”, spiega Johnson. La materia organica marziana è l'”uovo”, che è una condizione fondamentale per la vita. Resta da chiarire se questa materia organica sia ciò che ha portato o meno alla comparsa della vita sul pianeta rosso.

La ricerca sta cercando prove simili sulla Terra

Mentre i ricercatori possono ora classificare meglio i materiali organici trovati su Marte e continuare la ricerca di possibili forme di vita, si stanno cercando prove simili del passato sulla Terra. “È ragionevole supporre che la fotolisi dell’anidride carbonica2 “È stato anche un prerequisito per l’emergere della vita sulla Terra in tutta la sua complessità”, afferma Johnson, ma sottolinea anche che il processo sulla Terra non può ancora essere dimostrato. Il ricercatore ha detto: “È un grande passo trovarlo ora su Marte, in un momento in cui i due pianeti erano molto simili”. (fattura non pagata)