Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Clima: i ricercatori discutono su cosa significhi rimuovere l’anidride carbonica dall’atmosfera

Neutralità climatica entro il 2045: tutto qui nuovo obiettivo Governo federale. Per raggiungere questo obiettivo, devono diminuire le emissioni in tutti i settori dell’economia e nel settore dei trasporti, nonché le emissioni nelle abitazioni private. Misure concrete saranno aspramente contestate al più tardi dopo le elezioni generali. Oltre ad evitare i gas serra, potrebbe contribuire anche la rimozione attiva dell’anidride carbonica dall’atmosfera. Ciò vale soprattutto per le emissioni che non possono essere prevenute, ad esempio dal traffico aereo.

Questo è ciò che è realmente nella rimozione dell’anidride carbonica dall’aria Molte idee:

  • Il estrazione diretta di anidride carbonica dall’aria e stoccaggio nel suolo,

  • programmi di riforestazione massiccia o

  • Diffusione di alcune pregiate rocce terrestri, ad esempio su terreni agricoli.

  • Poi c’è la bioenergia con cattura e stoccaggio del carbonio, o BECCS in breve. Le piante vengono coltivate in enormi campi e successivamente bruciate in centrali elettriche. L’anidride carbonica risultante viene catturata e immagazzinata nel sottosuolo.

La maggior parte degli scenari può effettivamente essere realizzata solo con l’aiuto di tali emissioni negative. Questo vale sia per l’obiettivo di 1,5 gradi dell’accordo di Parigi sul clima sia per i numerosi scenari che delineano il percorso almeno verso l’obiettivo di secondo livello. A volte, i riferimenti a soluzioni tecniche per rimuovere l’anidride carbonica dall’atmosfera, così come gli oppositori di una politica climatica più radicale, sembrano essere un argomento per “business as usual”.

Ma quando si parla di protezione del clima, c’è differenza tra una tonnellata di CO2 risparmiata e quindi non prodotta rispetto a una tonnellata precedentemente emessa ma poi rimossa dall’aria con l’ausilio di un aiuto tecnico? È stato pubblicato uno studio attuale di un team guidato da Kirsten Zickfeld della Simon Fraser University di Burnaby, in Canada. Sulla rivista Nature Climate Change, almeno suggerisce che, sebbene alcune domande rimangano senza risposta.

READ  Corona: questo sintomo colpisce circa la metà dei pazienti Covid

I ricercatori hanno concluso che la rimozione dell’anidride carbonica dall’atmosfera potrebbe avere un impatto meno potente sullo sviluppo del cambiamento climatico rispetto all’evitare le emissioni. Per il loro lavoro, il team ha utilizzato un modello al computer e ha osservato come cambia il ciclo del carbonio sulla Terra quando viene aggiunta o rimossa una grande quantità di carbonio. Gli scienziati hanno prelevato dal sistema da dieci a cento volte le attuali emissioni globali annuali in una volta sola o hanno aggiunto la quantità in aggiunta. Quindi hanno confrontato lo sviluppo della simulazione dell’anidride carbonica in 1.000 anni2Concentrazione e temperatura.

Ridurre le emissioni come “mezzo di scelta”

in CO2La concentrazione ha mostrato che rimuovere l’anidride carbonica era meno efficace che aumentarla. Ciò significa che CO . offset CO2Le emissioni da emissioni negative possono portare a un risultato climatico diverso dall’evitare completamente questa CO2ثان2emissioni. Per quanto riguarda la temperatura media globale, il risultato è parzialmente ribaltato: in scenari con alti prelievi o emissioni si produce una lontana tonnellata di anidride carbonica2 Più di uno è stato salvato. I ricercatori non commentano le ragioni della differenza.

“Ovviamente il modo di scegliere è ridurre le emissioni, cosa che deve essere accelerata in modo significativo”, ha commentato la ricercatrice Judith Hooke dell’Alfred Wegener Institute for Polar and Marine Research (AWI) di Bremerhaven, che non è stata coinvolta nello studio. Le tecniche di emissione passiva sono piene di molte incertezze, soprattutto per quanto riguarda gli effetti collaterali indesiderati. “Inoltre, per ora e per il prossimo futuro, non sono disponibili nella scala con cui sono stati testati in questo articolo, ad esempio”.

READ  Cambiamento climatico: 25 città responsabili di oltre il 50% dei gas serra urbani

Il ricercatore Oliver Gidden della Foundation for Science and Policy di Berlino, anch’egli non coinvolto, ha commentato i risultati: “Potresti essere tentato di usare lo studio come argomento contro le emissioni nette negative o addirittura il biossido di carbonio.2– Per spiegare l’estrazione di per sé. Ma il risultato dello studio mostra la presenza di quantità molto elevate di anidride carbonica2 Potrebbe non funzionare con la stessa efficacia della stessa quantità di anidride carbonica in determinate condizioni2Le emissioni possono essere spiegate anche al contrario: abbiamo bisogno di più CO22Ritirare come previsto per ridurre l’anidride carbonica2– Ridurre efficacemente la concentrazione nell’atmosfera. “Non è a causa del potenziale di emissioni negative in un lontano futuro che l’umanità sta ancora esportando così tanto oggi, secondo Giddin.