Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Carenza di ferro: come riconoscere i sintomi e agire correttamente

  • NSYannick Little

    Chiudere

La carenza di ferro è uno dei sintomi più comuni della carenza di ferro in tutto il mondo. L’impotenza può portare a sintomi gravi che spesso vengono riconosciuti tardi.

Francoforte – Il ferro è un elemento importante per il corpo umano. Sebbene costituisca una percentuale molto piccola della nostra dieta quotidiana, è essenziale per alcune funzioni vitali del corpo. La maggior parte del ferro nel corpo – circa i due terzi – è nel sangue. Assicura che l’organismo possa produrre una quantità adeguata di emoglobina, cioè il pigmento rosso del sangue contenente ferro nei globuli rossi (eritrociti).

Queste cellule del sangue hanno bisogno dell’oligoelemento ferro per trasportare l’ossigeno inalato dai polmoni in tutto il corpo. Al contrario, questo significa anche che se manca il ferro, l’apporto di ossigeno agli organi e alle cellule muscolari si interrompe. Ma quali sono gli effetti sulla salute di una mancanza di approvvigionamento? E chi è particolarmente a rischio?

In effetti, la carenza di ferro è uno dei sintomi più comuni della carenza di ferro in tutto il mondo. In Europa ne è colpito circa il 10% della popolazione. È fino al 20 percento tra le donne, afferma la professoressa Georgia Metzgeroth, capo ematologo e oncologo presso la Clinica universitaria di Mannheim. È vero che un basso livello di ferro nel sangue può essere trattato con relativa facilità nella maggior parte dei casi, ma la carenza di ferro spesso non viene rilevata a causa di un’ampia gamma di sintomi. I potenziali effetti della carenza di ferro sono spesso sottovalutati. Ma come si manifesta concretamente la mancata fornitura del microelemento?

READ  Inizia l'estate: le settimane migliori sono ancora avanti? Meteorologia

Stanchezza cronica e ansia: i sintomi della carenza di ferro variano

Determinare i sintomi della carenza di ferro è spesso difficile, anche per gli esperti. Perché: “Il ferro è necessario per tutto: come oligoelemento vitale, coinvolto nella formazione del sangue e nello sviluppo del sistema nervoso. Svolge anche un ruolo chiave in molti processi metabolici, afferma Metzgeroth. Quindi gli effetti sono vari. Inoltre, il deficit All’inizio è appena percettibile. I sintomi di carenza compaiono solo dopo che il corpo è stato rifornito di pochissimo ferro per un periodo di tempo più lungo.

I primi sintomi della carenza di ferro di solito includono pelle secca e pallida, capelli e unghie opachi e fragili, screpolature agli angoli della bocca e una maggiore suscettibilità alle infezioni. Stanchezza cronica, esaurimento ed effetti psicologici come ansia e depressione sono anche tra i sintomi spesso striscianti. Al più tardi quando si notano questi segni, i malati dovrebbero consultare un medico.

Altrimenti può portare all’anemia (anemia), che può avere conseguenze di vasta portata. Secondo Metzgerroth, questo colpisce solo lo 0,6 percento della popolazione in Germania. Pertanto, gli ematologi raccomandano di prevenire la carenza in una fase iniziale solo per alcuni gruppi a rischio.

Sintomi che possono indicare carenza di ferro:

  • Mal di testa, vertigini, difficoltà di concentrazione
  • Capelli spenti e fragili
  • Tinnito
  • Angoli della bocca screpolati
  • Palpitazioni, specialmente durante lo sforzo
  • fiato corto
  • Fatica, esaurimento e debolezza
  • Pelle pallida e unghie fragili
  • ansia e depressione
  • Questi: aok-erleben.de / tk.de

Cause di carenza di ferro nel corpo: le donne sono colpite più degli uomini

Ma come si manifesta la carenza di ferro nel corpo? Chi appartiene al gruppo a rischio? Le cause sono varie quanto i sintomi. La risposta è fondamentalmente semplice: si verifica quando il corpo riceve meno ferro dal cibo di quanto ne consuma. Se il bisogno non è soddisfatto, non è possibile produrre abbastanza globuli rossi.

READ  Farmaci per il diabete: perché dovresti continuare a prendere metformina

Di conseguenza, il sangue può assorbire e trasportare meno ossigeno. Pertanto, una dieta unilaterale e malsana è particolarmente problematica. Ma anche la perdita di sangue, ad esempio dopo un’operazione, la donazione di sangue, attraverso gengive croniche o sangue dal naso, può portare alla disabilità anche con una dieta ricca di ferro.

Secondo il medico, le ragazze, le donne in età fertile e le donne in gravidanza in particolare dovrebbero prevenire la carenza di ferro. “Le donne perdono circa un grammo di ferro alla nascita. Anche le donne perdono ferro con ogni mestruazione. Quindi le donne sono generalmente molto più povere di ferro rispetto agli uomini. Lo stesso vale per gli atleti e gli atleti che costruiscono principalmente muscoli”.

Carenza di ferro: consultare sempre un medico prima di assumere integratori alimentari

Così come per una carenza di calcio, magnesio o vitamina D, anche qui vale quanto segue: l’Ufficio federale per la valutazione dei rischi (BfR) e l’Associazione dietetica tedesca (DGE) raccomandano di assumere integratori in caso di carenza di ferro solo dopo aver consultato un medico . Il consumo incontrollato di tali preparati contenenti ferro può aumentare il rischio di sviluppare diabete o malattie del sistema cardiovascolare. Nella maggior parte dei casi, una carenza può essere prevenuta seguendo una dieta sana ed equilibrata.

La quantità giornaliera di ferro raccomandata dal DGE che un uomo adulto dovrebbe consumare è di dieci milligrammi. Per una donna adulta, l’Associazione Dietetica raccomanda da 10 a 15 milligrammi al giorno. Pertanto, una donna incinta dovrebbe consumare 30 milligrammi di ferro al giorno. Per compensare la perdita di ferro durante la gravidanza, il DGE consiglia di assumere 20 milligrammi al giorno dopo il parto.

READ  Declino in BW da lunedì - Notizie SWR

Salute: quali alimenti sono particolarmente indicati per prevenire la carenza di ferro?

Alcuni alimenti sono particolarmente indicati per soddisfare il fabbisogno giornaliero di ferro attraverso la dieta. “Le nostre principali fonti di assunzione di ferro – se si guarda alla quantità consumata, alla frequenza di consumo e al contenuto di ferro – sono pane, carne, salumi e verdure”, ha detto a dpa la nutrizionista del DGE Antje Gall. In particolare, alimenti come finferli, spinaci, salsa, lenticchie, manzo, farina d’avena, segale e pane integrale contribuiscono a una dieta ricca di ferro.

Hans Honer, che dirige la cattedra di medicina nutrizionale presso l’Università tecnica di Monaco, contraddice la credenza popolare secondo cui la carne è essenziale per una dieta equilibrata e ricca di ferro. Vegetariani e vegani non soffrono di carenza di ferro di per sé. Ciò è confermato anche da Antje Gal. “È vero che il corpo può utilizzare il ferro dal cibo animale meglio che dai cibi vegetali.

Ma ciò non significa che come vegetariano o vegano, dovresti automaticamente scarseggiare”, afferma l’esperta di nutrizione. Consiglia alle persone che seguono una dieta priva di carne di assicurarsi di assumere abbastanza vitamina C. La vitamina aiuta il il corpo aumenta l’assorbimento del ferro dagli alimenti vegetali.(yw)