Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Caos Corona in Inghilterra: Boris Johnson “oltre le parodie”

  • perSonya Thomaser

    Vicino

L’Inghilterra sta allentando le misure per la corona e ora l’autoisolamento in contatto con gli infetti è stato revocato. Sono già più di 50.000 i casi registrati ogni giorno.

Aggiornamento 19/07/2021, 19:31: Il governo britannico vuole richiedere certificati di vaccinazione corona obbligatori per i locali notturni e altri grandi eventi in Inghilterra dall’autunno. “Alcuni dei più grandi piaceri e opportunità della vita dipenderanno sempre più dai vaccini”, ha detto lunedì il primo ministro Boris Johnson (19.07.2021) a Londra. Entro la fine di settembre, tutti gli adulti nel Regno Unito avranno l’opportunità di essere completamente vaccinati contro il COVID-19.

Fino ad allora, tuttavia, tale guida non è necessaria per i club e altri grandi eventi. Solo le discoteche sono incoraggiate a richiedere un cosiddetto NHS Covid Pass all’ingresso.

Boris Johnson, primo ministro della Gran Bretagna, è in viaggio per l’Inghilterra.

© Tayfun Salci / dpa

Boris Johnson “Oltre la parodia”

Il primo rapporto: LONDRA – La gente sta ricominciando a ballare nei club, le persone possono di nuovo lavorare senza alcuna distanza negli uffici e molte persone stanno rinunciando alle mascherine: in Inghilterra, lunedì (19.07.2021) quasi tutte le misure Corona sono state revocate. Ora non sono necessarie maschere, regole di distanza o restrizioni numeriche per gli eventi in gran parte del Regno Unito. Ma il paese non poteva essere lontano dall’allentare la situazione. Il numero di infortuni sta aumentando drammaticamente in Inghilterra. Già più di 50.000 casi vengono registrati ogni giorno, all’incirca al culmine della seconda ondata all’inizio dell’anno.

Per il primo ministro britannico Boris Johnson, il fine settimana prima della fine di quasi tutte le misure Corona in Inghilterra, noto come “Freedom Day”, non potrebbe essere peggio. Il ministro della Sanità Sajid Javid era bloccato con lui Corona virus On – anche se è stato vaccinato due volte.

READ  La Cina risponde bruscamente al commento di Joe Biden sulle armi nucleari

Corona in Inghilterra: Johnson voleva evitare la quarantena

Le persone che all’epoca entrarono in contatto con Javed furono lo stesso Boris Johnson e il suo ministro delle finanze Rishi Sunak, che inizialmente cercarono di evitare l’autoisolamento già richiesto per le persone contattabili. Domenica mattina, ha detto che i due stavano partecipando a un progetto pilota che avrebbe invece fornito test giornalieri.

Meno di tre ore dopo, dopo una protesta nazionale – dopotutto, centinaia di migliaia di britannici sono attualmente seduti a casa dopo che il SSN ha detto loro di autoisolarsi per dieci giorni se entrano in contatto con una persona infetta – il governo sta bestemmiando il ritorno. Si dice che Johnson fosse in autoisolamento nella sua casa di campagna a Chequers.

Corona in Inghilterra: l’inaugurazione potrebbe diventare un “giorno del caos”

Nel frattempo, i sindacati e le associazioni dei datori di lavoro hanno chiesto il mantenimento dell’obbligo della maschera, ponendo allo stesso tempo l’obbligo di autoisolamento per le persone vaccinate. In molti settori, in particolare con i vettori, ci sono colli di bottiglia perché molti dipendenti si autoisolano. Il presidente del sindacato RMT (Railroad, Maritime and Transportation Union), Mick Lynch, ha avvertito che il giorno di apertura, spesso lodato come “giorno della libertà”, potrebbe diventare “un giorno di caos”.

Lunedì mattina, il governo britannico ha tolto il nastro, poiché c’erano sempre più carenze di personale presso il NHS in Inghilterra e regole di autoisolamento allentate dopo il contatto con persone infette. In casi eccezionali, i dipendenti che sono stati vaccinati due volte possono sostituire l’autoisolamento obbligatorio di dieci giorni con un test PCR negativo e test antigenici giornalieri e continuare a lavorare, secondo un comunicato del governo.

Secondo un rapporto, fino a 1,7 milioni di persone nel Regno Unito sono attualmente in isolamento. Ciò ha già comportato la cancellazione dei viaggi in treno e la chiusura dei supermercati per mancanza di personale. Ora che quasi tutte le misure Corona sono state revocate in Inghilterra, si prevede un altro aumento dell'”epidemia”, come i media britannici chiamano questo fenomeno. “Ping” è lo squillo dell’applicazione di avviso o una chiamata dal team di ricerca dei contatti sul telefono cellulare.

Johnson Report da Solitude

Boris Johnson ha fatto ricorso ai suoi connazionali dal suo isolamento in un videomessaggio su Twitter ed era fiducioso che l’alto tasso di vaccinazione del Paese avrebbe fornito un’adeguata protezione contro l’epidemia anche senza ulteriori azioni. L’88% degli adulti nel Regno Unito ha ricevuto la prima vaccinazione. Quasi il 68% è stato vaccinato due volte. “Il programma di vaccinazione intensiva ha gravemente indebolito il legame tra infezione e ricovero in ospedale e tra infezione e malattia grave e morte”, ha affermato Johnson.

Tuttavia, il videomessaggio non è stato ben accolto. E secondo The Independent, i critici accusano il primo ministro di aver versato olio sul fuoco con le sue parole, non mostrando assolutamente alcun rimorso per aver cercato di evitare l’autoisolamento. Johnson ha detto nel video che ha guardato l’opzione solo per un po’.

Il videomessaggio è stato descritto come “oltre la parodia” da un deputato dell’SNP mentre la deputata laburista Bridget Phillipson ha chiesto: “Pensa che siamo tutti stupidi?” Il leader laburista Sir Keir Starmer ha detto che Johnson e Sunak sono stati “arrestati” per evitare le conseguenze delle regole che hanno imposto agli altri. Il leader dei liberaldemocratici Sir Ed Davey ha dichiarato: “Il fatto che pensi di poter farla franca dimostra il suo assoluto disprezzo per il popolo britannico”, secondo The Independent.

Corona in Inghilterra: 100.000 nuovi contagi al giorno, “quasi inevitabili”

Gli esperti dubitano che la protezione fornita dai vaccini sarà sufficiente per resistere a una grande ondata di infezioni. Secondo l’epidemiologo Neil Ferguson dell’Imperial College di Londra, è “quasi inevitabile” che il numero di nuove infezioni ogni giorno supererà presto le 100.000. “La vera domanda è se sarà il doppio o anche di più”, ha detto Ferguson alla BBC domenica. Ha avvertito che nel peggiore dei casi, se il numero di ricoveri raggiungesse i 2.000 o 3.000 al giorno, sarebbe necessario agire per tenere sotto controllo l’epidemia.

Johnson vuole davvero impedirlo. Ha sempre descritto il percorso del suo Paese fuori dal lockdown come “cauto ma irreversibile”. “Per favore, state attenti”, ha fatto appello agli inglesi. Sembra dubbio che riesca ancora a persuadere (così con dpa)

Rubiklistenbild: © Tayfun Salci / dpa