Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Cambiamento climatico: i ghiacciai svizzeri si stanno sciogliendo come mai prima d’ora

Stato: 28/09/2022 11:34

Il 2022 è stato un anno disastroso per i ghiacciai svizzeri: secondo gli scienziati, hanno perso oltre il sei per cento del volume di ghiaccio. Questo supera tutti i massimi precedenti. Ci sono molte cause, tra cui la polvere del deserto.

I ghiacciai in Svizzera hanno perso più del 6% del loro volume di ghiaccio quest’anno, più che mai. Lo ha annunciato l’Accademia svizzera delle scienze (SCNAT). Secondo la loro ricerca, pochissima neve in inverno e una costante ondata di caldo in estate hanno battuto tutti i record di scioglimento della neve.

Di conseguenza, dall’inizio dell’anno sono andati persi circa tre chilometri cubi di ghiaccio glaciale. Per fare un confronto: in precedenza, gli anni in cui si perdeva il 2% di ghiaccio erano descritti come “estremi”.

Secondo SCNAT, i piccoli ghiacciai hanno sofferto molto: il ghiacciaio del Pizol, o Vadret dal Corvatsch, è praticamente scomparso. Secondo gli scienziati, uno strato di ghiaccio spesso da quattro a sei metri si è sciolto in Engadina e nel Vallese meridionale a un’altitudine di 3.000 metri sul livello del mare.

Un po’ di neve anche per la polvere del deserto

La velocità della perdita di ghiaccio sta accelerando a causa del fatto che molte lingue di ghiacciai si stanno disintegrando e le isole rocciose stanno emergendo dal ghiaccio sottile. Secondo le informazioni, l’anno è iniziato con meno neve del solito nelle Alpi, in particolare nella Svizzera meridionale.

Grandi quantità di polvere del deserto in primavera hanno amplificato l’effetto: la neve inquinata ha assorbito più luce solare e si è sciolta più velocemente – i ghiacciai hanno già perso la neve protettiva all’inizio dell’estate e il calore persistente, a volte massiccio in estate, ha causato lo scioglimento dei ghiacciai più velocemente.

READ  Allevia naturalmente i sintomi: il polline è tornato: i migliori rimedi casalinghi per la febbre da fieno - Wikipedia

Il Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici prevede un continuo collasso

Tra l’altro, i ghiacciai sono di grande importanza come serbatoi d’acqua e quindi anche per la produzione di energia mediante impianti idroelettrici. Nel 2019, l’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) ha previsto in una relazione speciale sugli oceani globali e sui depositi di ghiaccio e neve che i ghiacciai bassi, come quelli delle Alpi e della Scandinavia, perderanno circa l’80% della loro massa a causa del fine di questo secolo a causa del riscaldamento globale continuo.