Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Biontech: Zelim Tracy e Ugur Sahin sono ottimisti مت

  • Il Biontech-Grender Punk Treci E il Ugur Sahin parlando in un’intervista ricerca sul cancro
  • L’azienda ci sta lavorando da anni vaccino contro il cancro
  • L’approvazione della malattia può essere prevista nel prossimo futuro

L’azienda tedesca è riuscita a sviluppare un vaccino mRNA contro il Corona Biontech sfondamento. Con il rapido sviluppo di un vaccino efficace unico nel suo modo di lavorare, l’azienda biotecnologica ha dato un contributo decisivo al miglioramento dell’epidemia globale. I fondatori di Biontech Zelim Tracy e Ugur Sahin hanno tutto in uno incontrandosi con immagine-Giornale Parla dello stato attuale della ricerca sul cancro. Nella conversazione, i due biologi erano molto ottimisti.

Intervista al fondatore di Biontech: “Abbiamo sempre creduto nei vaccini contro il cancro”

In brevissimo tempo, Biontech è stata in grado di rispondere alla diffusione del coronavirus e ha sviluppato un vaccino adatto alle masse. La tecnologia dell’mRNA utilizzata per questo è stata utilizzata per la prima volta in un vaccino contro la corona e potrebbe anche aiutare con altre immunoterapie, ad esempio nella lotta contro il cancro.

in conversazione con immagineTreci riferisce che Biontech sta lavorando su un vaccino contro il cancro da diversi anni. I meccanismi del vaccino mRNA, inizialmente sviluppati per combattere il cancro, si sono dimostrati molto utili nello sviluppo di un vaccino per la corona. Il focus è sul sistema immunitario. “Quando ci siamo resi conto molti anni fa che c’era bisogno di miglioramenti nel campo della medicina del cancro, abbiamo pensato che il sistema immunitario fosse la chiave. E che volevamo sviluppare terapie immunitarie”.

READ  I test dell'antigene rilevano solo il 56,3% delle infezioni da COVID-19

Interessante anche: Vitamina D contro il cancro: una massiccia integrazione può prevenire migliaia di decessi ogni anno

Dopo aver combattuto con successo il Covid-19, Treci e Sahin ora vogliono tornare alla ricerca sul cancro. “Abbiamo sempre creduto nei vaccini contro il cancro”, ha detto l’intervistatore. L’epidemia aveva gravemente indebolito il lavoro di ricerca: “Tutto è andato più lentamente per noi, come per molti altri”. Vendendo dosi di vaccino contro la corona, ora è possibile realizzare profitti che ora possono essere reinvestiti nella ricerca sul cancro.

Cure contro il cancro nel prossimo futuro: i primi farmaci in fase di sperimentazione

Ugur Sahin ha grandi speranze: “Siamo già nella seconda fase con diversi nostri progetti. Ciò significa: stiamo valutando se i nostri vaccini possono offrire ai pazienti un miglioramento rispetto al livello di trattamento”. Potrebbero esserci set di dati pilota nei prossimi due anni. Nel 2023 è possibile richiedere l’approvazione preliminare.

Suggerimento per il libro: alle cellule cancerose non piacciono i frutti di bosco – guarda Amazon لى

Interessante anche: Deliziosi agenti cancerogeni – l’Organizzazione Mondiale della Sanità mette in guardia contro alcuni alimenti

Sebbene la tecnologia dell’mRNA sarà una parte essenziale della ricerca, non è una panacea: “Questo è ciò che crediamo da tempo: i vaccini come cure contro il cancro e altre malattie. La tecnologia dell’mRNA è molto versatile. Ma l’mRNA non è affatto un terapia magica che può Ora sono usati immutati in varie malattie.

aa

*Nota: nella redazione siamo sempre alla ricerca di prodotti utili per i nostri lettori. I link forniti in questo articolo e contrassegnati con un’icona del carrello o un asterisco sono chiamati link di affiliazione/link sponsorizzati. Se fai clic su uno di questi link e fai acquisti attraverso di essi, riceviamo una commissione dal rivenditore. Questo non cambia il prezzo per te. I nostri rapporti editoriali sono principalmente indipendenti dalla presenza o dall’importo della commissione.

READ  Nella lotta contro Corona, l'Alto Adige punta (anche) sui test: la salute