Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Bene dopo le vacanze in Italia: l’ADAC lotta contro i collezionisti

  1. Pagina iniziale
  2. Vita
  3. Veicolo

Creato da:

Compreso: Marco Effler

Mentre tornano dalle vacanze, alcuni viaggiatori stanno pagando importi esorbitanti per violazioni del codice della strada all’estero. L’ADAC sta portando la pratica in tribunale.

Una buona vacanza nel sud – e poche settimane dopo una spiacevole sorpresa nella cassetta della posta: sei rimasto bloccato nel parcheggio sbagliato, sei andato in macchina nel centro storico chiuso o hai accelerato. In molti casi, è ormai consuetudine inviare notifiche di penalità a casa dai paesi in cui hai viaggiato in auto.

Bene dopo le vacanze in Italia: l’ADAC lotta contro i collezionisti

in ogni caso, il Chiedi se vuoi pagare, non è sempre facile rispondere. Molti automobilisti (il Queste note Non lo so per certo), cambia definitivamente l’importo necessario per evitare problemi futuri. Tuttavia, se l’importo è troppo alto, hai buone possibilità di proteggerti.

Dopo una vacanza al sud, potrebbero esserci sorprese costose. (immagine iconica) © Valeriy Tretyakov/Imago

L’ADAC lo sta facendo per conto di due vacanzieri in Italia. Un membro del club bavarese ha ricevuto un’ingente richiesta di pagamento: avrebbe dovuto pagare 434,94 euro per aver guidato accidentalmente in una zona a traffico limitato nella città costiera di Grado, nel nord Italia.

Tuttavia, non al comune, ma all’agenzia di recupero crediti di Colonia. Questo quadruplicava la multa di 100 euro effettivamente dovuta per i suoi preziosi servizi. Questo é un problema ADAC Come è noto da molti casi: “Migliaia di conducenti tedeschi ricevono tali richieste di pagamento ogni anno, tali richieste sono state per molti anni una delle questioni principali nella consulenza legale dell’ADAC”.

Ebbene dopo una vacanza in Italia: hanno ragione le società di riscossione

Secondo l’ADAC, questa pratica di vendere un biglietto a un esattore da parte della società italiana “non è consentita dalla legge sulla protezione dei dati”. Solo l’Ufficio federale di giustizia può riscuotere multe da altri paesi dell’UE. “Non c’è alcuna disposizione in questo paese per il coinvolgimento di agenzie private di recupero crediti, non c’è alcuna base legale per questo”, spiega l’avvocato straniero del club automobilistico.

READ  Viaggio in Italia: non affrettarti davanti a Capri

Non perderti nulla: troverai tutto quello che puoi nelle auto normali Newsletter automatizzata del nostro partner tz.de.

In ogni caso, l’ADAC conduce una procedura modello nel caso del passeggero di Grado: parallelamente, un’agenzia di recupero crediti di Colonia chiede 323,44 euro per una sanzione italiana di 100 euro. Se il club vince, avrà un impatto su tutti gli eventi comparabili. La speranza del Car Club: “Sarà imbarazzante per l’industria del recupero crediti”.