Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Bayern Monaco: Franck Ribery indica la sua voglia di tornare

Il CEO del Bayern Monaco Oliver Kahn entra all'Allianz Arena di Monaco prima del test match contro il Napoli.

L’amministratore delegato Oliver Kahn, qui nel test match del Bayern contro il Napoli del 31 luglio, esclude il ritorno di Franck Ribery a Monaco.

Le voci sul ritorno di Franck Ribery al Bayern Monaco persistono da tempo. Dopo Lothar Matthaus e lo stesso francese, anche l’allenatore del Bayern Monaco Oliver Kahn ha preso posizione.

Monaco. Prima ha giocato nel calcio leggendario come parte dello spettacolo a squadre, poi è rimasto con Jerome Boateng (32), anche lui senza un club, sotto la supervisione del capo del dipartimento di fitness in Baviera, il professor Dr. Holger Broesch (46) è in forma sul campo di allenamento. Ora si stanno diffondendo rapidamente le voci secondo cui Franck Ribery (38) potrebbe ottenere un altro contratto con il Bayern Monaco. C’è stata una notizia martedì (10 agosto 2021).

Secondo il quotidiano sportivo francese L’Équipe e la Gazzetta dello Sport italiana, il presidente onorario Uli Hoeness (69) e il CEO Oliver Kahn (52) avrebbero parlato a favore di una campagna di ritorno per la schivata del ritmo. Ribery potrebbe servire come riserva per Kingsley Coman (25), Serge Gnabry (26) e Leroy Sane (25).

Franck Ribery è uscito da un club dopo due anni a Firenze

Ribery, che ha giocato per l’ultima volta con la Fiorentina in Serie A e non ha ottenuto un nuovo contratto dopo due anni, è attualmente senza un club, ma non vuole ancora chiudere la sua carriera. “Frank è al suo meglio ed è divertente da guardare”, ha detto il direttore sportivo del Bayern Hasan Salihamidzic. Tuttavia, si dice che sia uno scettico che non costringe necessariamente i francesi a tornare.

READ  News ticker EM 2021 oggi nel 12 giugno notizie e aggiornamenti attuali
Franck Ribery indossa una maglia del Bayern Monaco con un calcio divertente all'Allianz Arena.

Almeno nel match di interesse del 4 agosto all’Allianz Arena, Franck Ribery ha già indossato la nuova maglia del Bayern.

Ne ha parlato il giradischi nazionale Lothar Matthaus (60). “Se il Bayern non riesce a trovare un’ala che vuole e non può firmare, prenderò sicuramente in considerazione un contratto di un anno con Franck Ribery”, ha scritto Matthaus. nel suo cielo pilastro Ha detto che ha giocato una volta per il Bayern quando aveva 39 anni.

Lothar Matthaus: Ribery potrebbe essere positivo

“Certo non potrai giocare due partite più di 90 minuti a settimana, ma Frank è ancora in forma, sarà un fattore molto positivo nello spogliatoio e chiunque abbia giocato 29 partite di campionato in Italia sarà un fattore molto positivo”, dice Mateus. Bene nel campionato tedesco”.

Salihamidzic in particolare può farsi molti amici attraverso la campagna di ritorno. Matthaus crede che “i tifosi del Bayern, che hanno litigato molto con la faida tra Brazzo e Flick la scorsa stagione, sarebbero felici di vedere Frank con la maglia del Bayern”.

Bayern Monaco: Franck Ribery indica la sua volontà di tornare

Il campione del mondo 1990 ha confermato la sua volontà di tornare tramite un post su Instagram, scrivendo sotto una foto sua e del francese: “Se il Bayern non trova un’ala che lo voglia e possa firmare, avrò sicuramente più di un anno – pensando sul contratto di Franck Ribery.”

L’ex bavarese ha reagito subito. Nei commenti, Ribery ha ringraziato la leggenda del Bayern Monaco per la fiducia dimostrata e ha spiegato la sua disponibilità a tornare: “Merci, amico mio. Sono pronto”. La lealtà del veterano ala all’FCB è chiaramente incrollabile a due anni dalla sua partenza da Monaco.

Oliver Kahn respinge le voci su Franck Ribery

Martedì, invece, è arrivata la confortante notizia per tutti i fan – dallo stesso CEO Kan. Ha ammesso di aver incontrato Ribery una volta o l’altra negli ultimi giorni e di aver avuto “molte conversazioni divertenti e piacevoli”.

Ma: “Non stiamo pensando a un impegno. Abbiamo un’ottima squadra”. Un’apparente bocciatura da parte dell’ex compagno di squadra di Ribery, il cui buon rapporto con i francesi era evidente nella partita delle leggende del Bayern Monaco.