Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Formula 1: Sebastian Vettel ancora inammissibile

RTL.de>gli sport>

09. agosto 2021 – 22:38 ora

Confermata la squalifica di Sebastian Vettel

L’Aston Martin ha chiesto alla FIA di rivedere la squalifica di Sebastian Vettel dopo la fallita gara di Formula 1 a Budapest. Le “nuove prove” fornite dal team corse erano irrilevanti, secondo la sentenza FIA di lunedì sera, quindi il secondo posto di Vettel nel Gran Premio d’Ungheria è andato sicuramente, così come i suoi 18 punti mondiali.

Manuale Aston Martin irrilevante

I padroni di casa della gara hanno escluso Vettel dopo il turbolento Gran Premio sull’Ungheria perché dalla vettura del 34enne sono stati recuperati solo 0,3 litri di benzina, invece del litro previsto dal regolamento.

Riprende l’Aston Martin. Inizialmente il team voleva utilizzare “nuove prove” per dimostrare che l’auto di Vettel era ancora 1,74 litri dopo la gara. Tuttavia, in ulteriori analisi Aston Martin ha riscontrato un malfunzionamento dell’alimentazione del carburante, responsabile del fatto che dall’AMR21 potevano essere pompati solo 0,3 litri di carburante, secondo l’annuncio della FIA.

Secondo la FIA si tratta di “nuove prove”. Ma: “Per valutare la questione se la versione da 1 litro sia rotta o meno, è irrilevante il motivo per cui c’è meno di 1 litro”, è la logica del WGA. È “esclusiva responsabilità del concorrente garantire che il veicolo sia sempre conforme alle normative. Non è un argomento per affermare che non è stato ottenuto alcun vantaggio in termini di prestazioni”.

Continua la protesta contro la squalifica

Per eliminare veramente la squalifica, l’Aston Martin ha dovuto dimostrare che Vettel aveva ancora almeno un litro di benzina dopo il Gran Premio d’Ungheria.

READ  Lukas Peshchik vince la coppa con le lacrime all'addio

Spiegazione fornita dal team di gara perché “questo requisito non può essere soddisfatto (Carburante nella riserva di carburante, ndr)Gli arbitri hanno detto che la decisione non è stata una violazione della regola”.

“E’ deludente”, ha detto il boss dell’Aston Martin Otmar Szafnauer. La squadra ora esaminerà nuovamente la sua posizione in merito alla protesta davanti alla Corte d’Appello della FIA. Perché l’Aston Martin aveva protestato anche contro lo stesso Vettel. Questo sarà trattato separatamente davanti alla Corte d’Appello della World Automobile Association. (marzo/papa)