Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Bayern Monaco: addio a Rummenigge, cosa significa per Kahn e Salihamidzic

Corsa finale, addio, ripartenza: Bayern Monaco Finalmente verso una nuova era!

I campioni dei record lo hanno fatto martedì Fine anticipata del mandato di Karl-Heinz Rummenigge come presidente del consiglio di amministrazione annunciato. Oliver Kahn – come inizialmente previsto – non entrerà in carica il 1° gennaio 2022. “Titan” sorgerà il 1° luglio.

Aperto il podcast SPORT1 “Meine Bayern-Woche”” podcast.sport1.de, sull’app SPORT1 e sulle popolari piattaforme di streaming Spotify, Apple Podcasts, Amazon Music, Deezer e Podigee

L’azienda con sede a Monaco di Baviera ha compiuto il passo successivo per cambiare generazione. Perché: Uli Hoeneß o Rummenigge hanno sempre ricoperto una delle posizioni di vertice del club dal 1979.

Bayern Monaco: una nuova era senza Hoeness e Rummenigge

Da ricordare: Hoeneß è manager dell’azienda di Monaco dal 1979, per poi ricoprire anche le cariche di Presidente e Presidente. Dal 2019, però, il 69enne ha fatto un passo indietro sempre più dalla carica di Vice Presidente del Consiglio di Sorveglianza.

Qui puoi scaricare il PDF del Campionato Europeo di Calcio UEFA 2021 e poi stamparlo

Il suo ex collega Rummenigge, invece, è entrato in azienda come Vicepresidente nel 1991 e poi ha ricoperto la carica di Presidente del Consiglio di Amministrazione dal 2002.Servizio: tavolo EM)

Cosa cambierà con la partenza di Rummenigge?

Ma anche questo è ormai un ricordo del passato. Cosa significa dunque la partenza di Rummenigge per il Bayern Monaco?

Innanzitutto il club perde una parte significativa dell’esperienza e il garante del titolo. Rummenigge ha raccolto tutti i trofei che il club poteva vincere durante il suo mandato, comprese due triple celebrazioni. Di più: Il nativo di Lipstadt ha trasformato FCB con Hoeneß in un marchio globale.

READ  'Non mi arrenderò': racconta Eriksen dopo aver subito un arresto cardiaco

Khan conosce i grandi passi avanti che sta facendo. “Karl-Heinz Rummenigge ha svolto un lavoro fantastico per l’FC Bayern Monaco come presidente del consiglio di amministrazione per oltre 20 anni”, ha affermato l’ex portiere del mondo. “In questo periodo il club ha vinto tutto ciò che avrebbe potuto vincere. Non si può valutare abbastanza bene i suoi servizi all’FC Bayern”.

Prova DAZN gratuitamente e vivi la Champions League dal vivo e on demand | Mostrare

Tuttavia, nessuno al Bayern Monaco teme il futuro. Anzi: lì l’addio di Rummenigge è visto come un segnale importante. È anche un segno di nuovi inizi e di rinnovamento.

Preparato da Kahn Long-Term di Rummenigge

“È il punto più logico e razionale da un punto di vista strategico”, ha detto Rummenigge della sua precedente mossa in un annuncio ufficiale del club. “Questa è la fine dell’anno finanziario e allo stesso tempo inizia una nuova divisione con una nuova squadra di allenatori. Oliver Kahn come nuovo CEO deve essere responsabile della nuova stagione dall’inizio – anche a beneficio delle persone coinvolti e quindi nell’interesse del futuro del Bayern Monaco”.

In ogni caso, il 65enne Khan si sente bene ereditato e ha già allenato a lungo il suo successore. (Seifert loda la carriera di Rummenigge)

Kahn è entrato ufficialmente a far parte della società con sede a Monaco come membro del consiglio di amministrazione nel gennaio 2020 e da allora il suo “processo di inserimento” è iniziato e sarà completato in poco meno di un mese.

Ricercato: vincitore del campionato europeo! Registrati ora per il gioco di pronostici SPORT1

Kahn si è già dimostrato all’altezza del compito – Rummenigge ha recentemente esitato a rispondere alle domande sul futuro.

READ  Titolo di CL con il Chelsea con i saluti da Parigi, Dortmund e Monaco

Era già a capo di Nagelsmann-Transfer

Ad esempio, l’ex “Titan” – insieme al direttore sportivo Hasan Salihamidzic – era anche responsabile dell’assunzione del nuovo allenatore Julian Nagelsmann.

Descrivere Kahn di recente “Certo che era una persona importante. Ma ero coinvolto in tutte le decisioni importanti in anticipo” in esclusiva Sport 1-Colloquio. “Che si tratti del prolungamento del contratto con Manuel Neuer o Thomas Muller o del trasferimento di Leroy Sane: ora è tutto più importante, certo, perché il mio tempo di responsabilità si avvicina sempre di più”.

Significa: Khan era coinvolto in tutte le decisioni.

Ringrazia il suo predecessore Rummenigge su Instagram: “Grazie per gli ultimi 18 mesi. Mi hai sempre supportato in questo processo e hai beneficiato molto di te e della tua esperienza”.

Cosa mostra anche: non c’è mai stato un vuoto di potere in Baviera. (Novità: tutto su EM)

Invece, tutte le posizioni più importanti vengono ricoperte in modo tale che possa iniziare una nuova era. Come CEO, Hasan Salihamidzic come direttore sportivo e Julian Nagelsmann come allenatore hanno contratti a lungo termine e ora hanno assoluta sicurezza di pianificazione.

Effenberg mette in guardia il Bayern Monaco dai disordini

Finora: Sport 1– L’esperto Stefan Effenberg mette in guardia il club dai disordini. D’altra parte, questa partenza anticipata porti (Da Rummenigge, ndr) “Naturalmente pericoloso”, ha detto l’ex capitano del Bayern nella sua colonna. T in linea.

“Ora Khan e Salihamidzic sono immediatamente pienamente responsabili e, ovviamente, sottoposti a enormi pressioni”, ha continuato Effenberg. “Il punto è che non hanno meno successo dei loro predecessori in passato e hanno tutto sotto controllo come Rummenigge e Hoeneß. Devono affrontare sfide enormi”.

READ  Formula 1 / Gran Premio del Portogallo: Qualifiche in Indice - Pole per il Campionato Bottas, Vettel cresce

Il 52enne ha avvertito i nuovi capi: “Il vostro lavoro nei prossimi anni o due determinerà il successo della Baviera nei prossimi 10 anni”.