Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Barra dell’Ucraina: Mosca vuole controllare il Donbass e l’Ucraina meridionale

9:09: Mützenich difende Scholz dalle critiche alla politica ucraina

Il capo del gruppo parlamentare dell’SPD al Bundestag, Rolf Mutzenic, ha difeso il cancelliere Olaf Schulz (anche lui SPD) dalle critiche alla sua politica ucraina. In un’intervista con NDR Info, Mützenich ha affermato che la stragrande maggioranza sostiene il corso seguito dal governo federale nel suo insieme. “Non si tratta solo del cancelliere Schulz, ma anche dei partiti della coalizione. E qui vedo un ampio consenso sui membri del governo”.

Nonostante le critiche provenienti dai ranghi dei partner della Semaforo Coalizione, i Verdi e l’FDP, Mützenich ha affermato di non essere sicuro delle motivazioni delle persone coinvolte. Tuttavia, il punto cruciale alla fine è “ciò che il governo federale discute e decide anche in seno al Consiglio di sicurezza federale”. Ci sono i Verdi e il PLR al tavolo, per esempio il ministro degli Esteri o il ministro delle Finanze.

8:55: Ifo vede l’Europa in una posizione imbarazzante a causa del divieto del gas

Secondo l’Istituto Ifo, l’Europa è in difficoltà quando si tratta di fermare le importazioni di petrolio dalla Russia. “D’altra parte, più tempo darà all’UE la possibilità di prepararsi meglio regolando le fonti energetiche alternative, riducendo la domanda e migliorando la logistica dei flussi energetici all’interno dell’UE e nei singoli paesi”, ha affermato Karen Bettel, ricercatore presso l’Istituto Ifo. D’altra parte, l’embargo petrolifero non dovrebbe essere rinviato per sempre. “Perché più tempo consentirà alla Russia di trovare altri acquirenti mentre le entrate dell’UE continuano a fluire”. Inoltre, saranno ridotti gli incentivi nei paesi dell’UE per prepararsi al congelamento delle forniture energetiche russe.

8:42: nessuna via di fuga

Secondo il governo ucraino, al momento non esistono corridoi di fuga che consentano alla popolazione civile di fuggire dalle città assediate. Il vice primo ministro Irina Wirishuk ha dichiarato su Facebook che il pericolo sulle strade è molto alto. “A coloro che aspettano di essere portati in salvo: sii paziente, per favore aspetta.”

8:28: Secondo come, la Russia vuole iniziare l’offensiva a Kharkiv

Secondo fonti ucraine, le forze russe stanno intensificando i loro attacchi nell’Ucraina orientale lungo l’intera linea del fronte. Lo stato maggiore ucraino ha affermato di aver tentato di lanciare un attacco nella regione di Kharkiv, nel nord-est.

8:05: Kiev vuole utilizzare i fondi statali russi per la ricostruzione

L’Ucraina sta lavorando con avvocati internazionali su un caso per utilizzare i fondi statali russi congelati per finanziare la ricostruzione. “Abbiamo scelto l’obiettivo più importante… i soldi della Banca Centrale e del Fondo per il Welfare della Federazione Russa”, ha detto a Reuters il ministro della Giustizia Denis Maliuska. “Sono in un posto e hanno un proprietario ed è chiaro che questo proprietario sta commettendo attività criminali illegali”, ha detto, riferendosi allo stato russo. Secondo le autorità ucraine, dal 24 febbraio fino al 30 per cento delle infrastrutture è stato danneggiato dall’invasione. Si dice che il danno fisico puro sia vicino a $ 500 miliardi.

READ  Attacchi di Hamas: Israele attacca obiettivi terroristici a Gaza - Politica all'estero

7:47: Macron teme un’ulteriore escalation in Russia

Il presidente francese Emmanuel Macron ha avvertito di un’ulteriore escalation della guerra russa in Ucraina. “Il rischio è molto alto. Il test di un missile balistico intercontinentale russo mercoledì è preoccupante”, ha detto Macron ai giornali del gruppo mediatico Funke. “Dati i crimini di guerra della Russia, il modo in cui sta conducendo la guerra in Donbass e Mariupol e le provocazioni nucleari alla fine di febbraio, bisogna dire molto chiaramente: la Russia ha la volontà di intensificare”.

7:33: Hofriter mette in guardia contro l’escalation della guerra al di fuori dell’Ucraina

Il capo del Comitato per l’Europa, Anton Hofriter, teme che la guerra si intensifichi oltre l’Ucraina se la Russia non si ferma. “A causa della guerra criminale di Putin, dobbiamo essere preparati al fatto che la guerra di aggressione russa continuerà per mesi”, ha detto il politico verde ai giornali del Funk Media Group. “Rallentando l’embargo sull’energia e sulle spedizioni di armi essenziali, c’è il rischio che questa guerra continui per molto più tempo e che Putin attacchi altri paesi”.

07:25: Sindaco di Mariupol: La vita dei civili è nelle mani di Putin

Secondo il sindaco, solo il presidente russo Vladimir Putin decide il destino di circa 100mila civili intrappolati nella città portuale di Mariupol. Il sindaco Vadim Boychenko ha dichiarato: “È importante capire che le vite delle persone che sono ancora nelle mani di una persona – Vladimir Putin. E anche tutte le morti che accadranno sono a sue spese”.

7:00: pesanti combattimenti sul fronte orientale

Secondo le informazioni ricevute da Kiev, i combattimenti si sono intensificati in diverse località dell’Ucraina orientale. Le unità russe hanno intensificato i combattimenti lungo l’intera linea del fronte nella regione di Donetsk, secondo il rapporto mattutino dello Stato maggiore ucraino. La Russia conduce operazioni offensive vicino all’insediamento di Zarychen. Sto ancora cercando di avanzare intorno alla città di Rubyshyn nella regione di Luhansk. I combattimenti sono continuati anche intorno alla città di Popasna. Secondo le informazioni ucraine, questo è già parzialmente controllato dalle forze russe. Anche intorno a Marginka sono scoppiati pesanti combattimenti, come negli ultimi giorni.

06:47: Russia e Ucraina discutono sull’aumento dei prezzi dei generi alimentari

Russia e Ucraina hanno discusso in seno al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sulle ragioni dell’aumento dei prezzi dei generi alimentari. L’attrice ucraina Natalia Modrenko ha affermato che finché la Russia continuerà a tentare di invadere l’Ucraina, molti paesi dovranno affrontare la fame. Il vice ambasciatore russo alle Nazioni Unite, Dmitry Chumakov, ha affermato che gli oppositori della Russia stanno cercando di distogliere l’attenzione dalle vere cause. Le sanzioni contro la Russia, le guerre commerciali, l’epidemia di Corona e le politiche economiche dei paesi occidentali che hanno scosso i mercati globali sono responsabili dei prezzi elevati. I paesi ricchi hanno mostrato egoismo economico durante la pandemia.

READ  Grecia: i vacanzieri annullano prematuramente il loro viaggio - altri sono costretti a dormire in spiaggia a causa del Corona

06:32: Silinsky: Mosca può falsificare referendum nei territori occupati

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha messo in guardia contro falsi referendum nelle regioni del suo paese occupate dalla Russia. Nel suo discorso video quotidiano, Zelensky ha affermato che le persone nell’Ucraina meridionale non dovrebbero consegnare le loro carte d’identità alle forze russe. I russi possono usare i documenti personali per “truccare i cosiddetti referendum sul nostro paese” e poi insediare un governo filo-Mosca.

Zelensky ha affermato che la Russia sta facendo tutto il possibile per ottenere una sorta di vittoria. I conquistadores rafforzarono le loro forze, inviarono nuove unità e tentarono persino di reclutare soldati dalle terre che avevano conquistato.

6:08: Secondo come, circa tre quarti della popolazione ha lasciato Donetsk

Secondo le informazioni ucraine, quasi tre quarti della popolazione ha lasciato la parte controllata dall’Ucraina della regione contesa di Donetsk nell’est del paese. Lo ha affermato il governatore della regione di Donetsk, Pavlo Kirilenko, alla televisione nazionale ucraina, ha riferito il quotidiano Internet “Ukranska Pravda”. Di conseguenza, ci sono ancora circa 430.000 residenti nell’area. Prima dello scoppio della guerra di aggressione russa, il 24 febbraio, c’erano ancora più di 1,6 milioni di persone.

5:52: Schulze: altri 37 milioni di euro per la ricostruzione dell’Ucraina

La Germania vuole fornire altri 37 milioni di euro per la ricostruzione dell’Ucraina. Secondo il ministro federale dello sviluppo Svenja Schulz, il denaro sarà utilizzato per riparare i danni di guerra. “L’Ucraina ha urgente bisogno di alloggi per milioni di sfollati interni e ha bisogno di una solida rete elettrica. La cooperazione allo sviluppo tedesca può aiutare qui a breve termine. I miei ministeri hanno riallocato i fondi per questo attraverso un programma di emergenza”, ha detto Schulz al quotidiano Augsburger Allgemeine. .

5:45: Associazione: un terzo dei rifugiati ucraini potrebbe sviluppare malattie mentali

Secondo stime di esperti, circa un terzo dei rifugiati ucraini soffrirà di gravi malattie mentali: depressione, disturbi d’ansia o disturbi da stress post-traumatico. L’amministratore delegato del Gruppo di lavoro nazionale dei centri psicosociali per i rifugiati e le vittime della tortura, Lucas Wells, ha dichiarato alla Rete di liberazione tedesca: “Se questa sofferenza non viene affrontata attraverso la consulenza, il supporto e il trattamento, può diventare cronica e portare a decenni o anche problemi di salute per tutta la vita. “.

Ma anche prima della guerra c’erano pochissimi posti di cura e lunghe liste d’attesa per le persone traumatizzate che cercavano protezione da torture, guerre e persecuzioni in Germania. Wells ha fatto appello ai governi federale e statale per consentire un finanziamento rapido e adeguato per l’assistenza psicosociale dei rifugiati che hanno subito torture e guerre.

5:32: Morti e feriti a causa dei bombardamenti in diverse aree

Fonti ucraine hanno riferito che un certo numero di persone sono rimaste ferite o uccise a seguito dei bombardamenti in aree separate nell’est e nel sud del Paese. Il governatore della regione di Kharkiv, Oleh Senehubov, ha affermato che due persone sono rimaste uccise dopo che un proiettile di un’auto ha colpito la regione di Kharkiv. Altre due persone sono rimaste ferite in due distinti incidenti. Sinihopov ha detto che circa 50 proiettili di artiglieria russi e diversi lanciarazzi sono stati registrati nella regione di Kharkov giovedì.

READ  Conflitto Ucraina: Putin chiede garanzie di sicurezza - Politica

5:21: Selenskyj: Potrebbe non esserci stato un cessate il fuoco durante la Pasqua ortodossa

Secondo il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, la Russia ha respinto la proposta di cessate il fuoco durante le vacanze di Pasqua ortodosse. Questo spiega cosa significa la fede cristiana e una delle feste più felici e importanti per i leader russi, ha detto Zelensky. “Ma conserveremo la speranza”, ha detto Zelensky, “speranza nella pace e speranza che la vita trionferà sulla morte”.

15.05: Zelensky: Mariupol continua a opporsi alla Russia

Secondo le informazioni di Kiev, la resistenza continua nella città portuale ucraina di Mariupol. Il presidente Volodymyr Zelensky ha dichiarato nel suo videomessaggio serale che la città continua a resistere alla Russia. “Nonostante quello che dicono di loro gli squatter.”

Il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato l’occupazione della città giovedì mattina. Tuttavia, secondo fonti russe, più di 2.000 combattenti ucraini e mercenari stranieri sono rintanati nelle acciaierie Azovstal a Mariupol. Finora non hanno risposto alle richieste di Putin di deporre le armi.

5:10: UNHCR: La guerra ha esacerbato la situazione dei rifugiati ovunque

Secondo l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), la guerra in Ucraina ha esacerbato la situazione dei rifugiati in tutto il mondo. Milioni di persone avrebbero potuto perdere il proprio reddito e a malapena il necessario per vivere a causa della pandemia e delle crisi economiche che spesso l’hanno esacerbata. Ora i prezzi del cibo sono aumentati ovunque, a volte anche drammaticamente. I prezzi elevati del carburante porranno inoltre nuove sfide alle forniture umanitarie e al lavoro dell’UNHCR.

5:00: le forze russe occupano 42 posizioni a Donetsk

Secondo le informazioni di Kiev, le forze russe hanno occupato 42 città nella regione orientale di Donetsk in 24 ore. Lo ha annunciato il consigliere dell’Ufficio presidenziale ucraino, Olena Simonenko, alla televisione nazionale ucraina, ha riferito l’agenzia di stampa Unian. In totale, le unità russe controllano attualmente più di 3.500 siti in tutta l’Ucraina. Simonenko ha affermato che ci sono operazioni di combattimento in 11.550 località del paese. Giovedì, la parte ucraina ha affermato che l’80% della regione di Luhansk adiacente a Donetsk, che confina anche con la Russia, è ora sotto il controllo russo.