Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Bar Ucraina: i membri del Bundestag si recano in Ucraina

10:46: Secondo Jiffy, Berlino accoglie molti più rifugiati di quanto concordato.

Secondo il sindaco al potere Franziska Jaffe (Partito socialdemocratico), Berlino accoglie molti più rifugiati ucraini di quanto concordato tra gli stati federali. “Non possiamo costringere nessuno a lasciare Berlino”, ha detto Geffe al portale online Zeit. Ha detto che c’erano nuove regole su chi poteva rimanere a Berlino, nominando i pazienti, le donne incinte e le persone con un alloggio, un lavoro o una famiglia in città.

Tuttavia, Jefe ha affermato che la libertà di movimento si applica ancora. Gli espatriati possono essere guidati da incentivi finanziari e le prestazioni sociali possono essere collegate ai requisiti di residenza, ad esempio. “Ma coloro che possono prendersi cura di se stessi e non hanno bisogno di prestazioni sociali o di alloggio – sono liberi di decidere dove vogliono vivere in Germania”. Le prestazioni sociali sono già state corrisposte a oltre 35.000 ucraini a Berlino, ovvero a più del dieci per cento dei circa 300.000 ucraini arrivati ​​in Germania.

10:32: il Brandeburgo vieta il trasporto di animali in Russia, Ucraina e Bielorussia

Lo stato del Brandeburgo ha interrotto i trasferimenti di animali verso Russia, Bielorussia e Ucraina. Il ministero della Protezione dei consumatori di Potsdam ha annunciato che, alla luce della guerra, il trasporto esteso di animali come bovini, ovini e suini dal Brandeburgo da e verso gli stati federali è ora vietato. L’exclave russa di Kaliningrad, situata tra Polonia e Lituania, è un’eccezione.

Secondo le informazioni, la Russia è stata a lungo il paese di destinazione più importante per i trasporti di animali dal Brandeburgo. “Con l’aggressiva guerra russa in Ucraina e la situazione confusa ad essa associata, non possiamo garantire la sicurezza dei vettori, né quella degli animali”, ha affermato il segretario di Stato per la protezione dei consumatori Anna Heer Stover (Greenz).

10:25: secondo il rapporto, Strack-Zimmermann, Hofreiter e Roth si recano in Ucraina

Tre membri di spicco del Bundestag vogliono mostrare la loro solidarietà con un viaggio in Ucraina. Secondo le informazioni ricevute dall’Agenzia di stampa tedesca (Dpa), la visita prevista per martedì nell’Ucraina occidentale è stata organizzata su invito di parlamentari ucraini. Al viaggio partecipano il presidente della commissione per la difesa, Marie-Agnes Struck-Zimmermann (FDP), il presidente della commissione per l’Europa, Anton Hofriter (i Verdi) e il presidente della commissione per gli affari esteri, Michael Roth (SPD).

Secondo le informazioni dell’Agence France-Presse, i tre rappresentanti del Bundestag vogliono incontrare i rappresentanti della Kyiv Rada nell’ovest del Paese. Per motivi di sicurezza, il volo è stato tenuto segreto fino alla fine e il luogo esatto dell’incontro è stato tenuto segreto.

I tre politici hanno recentemente chiesto una consegna più rapida delle armi. Roth ha rinnovato il suo sostegno alla consegna di armi pesanti in Ucraina. Roth di Deutschlandfunk ha affermato che una richiesta simile del ministro degli Esteri tedesco Annalena Barbock (il Partito dei Verdi) era “certamente vera”. L’Ucraina deve poter “liberare” le aree occupate dall’esercito russo.

READ  Governo polacco: la Bielorussia tiene i migranti lontani dal confine - Politica

10:22: I separatisti negano l’uso di armi chimiche a Mariupol

I separatisti filo-russi nella regione di Donetsk, nell’Ucraina orientale, hanno negato l’uso di armi chimiche nella battaglia per la città portuale di Mariupol. Lo riporta l’agenzia di stampa russa Interfax, citando il leader separatista Eduard Basurin.

Secondo il viceministro della Difesa Hanna Maliar, la leadership ucraina sta attualmente esaminando informazioni non confermate sull’uso di agenti di guerra chimica nel tentativo di ottenere il pieno controllo della città assediata.

10:18: Londra prevede pesanti combattimenti nell’Ucraina orientale

L’intelligence britannica prevede che i combattimenti si intensificheranno nell’Ucraina orientale nelle prossime due o tre settimane. Il ministero della Difesa ha dichiarato in un aggiornamento che gli attacchi russi sono rimasti concentrati su obiettivi vicino a Donetsk e Luhansk. C’è anche una nuova spinta verso la città di Kramatorsk, dove la scorsa settimana decine di persone sono state uccise in un attacco missilistico contro una stazione ferroviaria.

Gli inglesi vedono anche indicazioni di ritirare più truppe russe dalla Bielorussia, forse con l’intenzione di usarle nell’Ucraina orientale.

10:10: L’esercito russo ha lanciato più attacchi aerei durante la notte

Secondo le loro dichiarazioni, le forze armate russe hanno sparato a 32 obiettivi militari in Ucraina durante la notte. Il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov ha affermato che, tra le altre cose, sono stati distrutti il ​​sistema missilistico antiaereo Buk-M1, un deposito di munizioni e un hangar per aerei equipaggiato con la tecnologia dell’aviazione ucraina.

Le autorità hanno anche riferito di pesanti combattimenti notturni nel porto ucraino di Mariupol. I soldati ucraini hanno iniziato con successo un tentativo di scoppio. Queste informazioni inizialmente non erano verificabili in modo indipendente.

10.06: Putin arriva nella Russia orientale per l’incontro con Lukashenko

Il leader del Cremlino Vladimir Putin È arrivato nell’Estremo Oriente della Russia per incontrare il governatore della Bielorussia Alexander Lukashenko. L’agenzia di stampa RIA Novosti ha riferito che Putin era sbarcato nella città di Blagoveshchensk, vicino al confine cinese. Lukashenko, che Putin vuole visitare il previsto spazioporto di Vostochny, è già lì.

Dopo i colloqui con Lukashenko, Putin vuole rispondere alle domande dei rappresentanti dei media per la prima volta dall’inizio della guerra aggressiva della Russia contro l’Ucraina quasi sette settimane fa. Dall’inizio della guerra, le forze russe hanno attaccato l’Ucraina dal territorio bielorusso.

9:50: Secondo un sondaggio, i tedeschi prendono decisioni di acquisto basate sulla guerra

Secondo un sondaggio, a tre tedeschi su quattro (77%) piace prendere le proprie decisioni di acquisto in base a come si comportano le imprese durante la guerra in Ucraina. Questo è il risultato di un sondaggio condotto dalla Bitkom Digital Association. La decisione di molte aziende del settore digitale di sospendere l’attività di nuovi clienti in Russia è stata accolta con grande approvazione. I consumatori hanno esaminato più da vicino come le aziende “si posizionano contro una Russia aggressiva”, ha spiegato il capo di Bitkom Achim Berg. “Chiunque non stia chiaramente dalla parte dell’Ucraina rischia di perdere la fiducia degli agenti tedeschi e rischia perdite”.

READ  Posizione al confine con la Bielorussia: Merkel telefona di nuovo a Lukashenko

9:27: Grimm’s Economics critica il pacchetto di aiuti alle imprese

L’economista Veronica Grimm ha criticato il piano da 1 miliardo di euro del governo federale per le imprese tedesche durante la guerra in Ucraina. “È molto spiacevole sovvenzionare l’uso di combustibili fossili sovvenzionando direttamente il consumo di energia quando ci sono aumenti significativi dei costi”, ha detto Grimm a Welt. Ciò riduce l’incentivo a risparmiare energia. Alla fine, il prezzo del gas in borsa sarà mantenuto alto e il “fondo di guerra” russo verrà riempito ancora di più.

9:12: L’UNICEF descrive la guerra come un “incubo per bambini”.

Secondo l’UNICEF, almeno 142 bambini sono stati uccisi in Ucraina nelle sette settimane successive all’invasione russa. In effetti, tuttavia, è probabile che i numeri siano molto più alti, ha affermato l’organizzazione. Le autorità ucraine hanno riferito di almeno 186 bambini e giovani uccisi e 344 feriti. L’UNICEF ha anche preso atto dei numerosi minori che sono fuggiti con le loro famiglie o hanno continuato a perseverare nella zona di guerra. “La guerra rimane un incubo per i bambini dell’Ucraina”, ha affermato Manuel Fontaine, coordinatore dell’assistenza di emergenza dell’UNICEF.

8:52: Le corsie di fuga sono nuovamente concordate

Secondo le informazioni ucraine, per i luoghi assediati sono stati concordati nove corridoi di fuga. Tra di loro c’era la città costiera di Mariupol, ha detto il vice primo ministro Irina Wirishuk. Da lì, i civili possono raggiungere la sicurezza con veicoli privati. Si dice che cinque delle nove corsie si trovino nella regione di Luhansk, nell’Ucraina orientale. Secondo fonti ucraine, le forze russe stanno subendo ancora una volta pesanti bombardamenti.

8:43: La guerra ha portato l’inflazione al livello più alto dal 1981

L’aumento dei prezzi dell’energia a seguito della guerra in Ucraina ha reso la vita in Germania più cara a marzo di quanto non fosse stata in oltre 40 anni. Secondo l’Ufficio federale di statistica, i consumatori hanno pagato in media il 7,3 percento in più per beni e servizi rispetto all’anno precedente. “Nel marzo 2022, l’inflazione ha raggiunto un nuovo massimo dall’unificazione tedesca”, ha affermato.

“Negli ex territori federali, c’erano tassi di inflazione altrettanto alti nell’autunno del 1981, quando i prezzi del petrolio minerale sono aumentati drammaticamente a causa della prima guerra del Golfo tra Iraq e Iran”. Ciò significa che l’inflazione è lontana dal 2% che la Banca centrale europea (BCE) considera ideale per l’economia nel medio termine.

8:38: FDP per la consegna espressa di armi pesanti in Ucraina

Il segretario generale ad interim del Partito Democratico Libero Bijan Gir Saray ha chiesto la rapida consegna di armi pesanti all’Ucraina. “Sono convinto che il governo federale dovrebbe fornire armi pesanti”, afferma sulla rivista mattutina ARD. La Russia si sta riposizionando e la guerra sta entrando in una nuova fase. “La guerra diventerà più brutale e aggressiva nelle prossime settimane. Ciò significa che dobbiamo fare tutto ciò che è in nostro potere per garantire che l’Ucraina sia in grado di difendersi”. Nei prossimi giorni il governo parlerà di spedizioni di armi. “Ma una cosa è assolutamente chiara, questa decisione deve essere presa in fretta, perché non abbiamo molto tempo”.

READ  'Sono devastata': Ivana Trump piange il suo ex marito

08:23: Kiev: le forze russe si stanno preparando a lanciare un’offensiva a est

Secondo le informazioni di Kiev, le forze russe vogliono portare avanti un’imminente offensiva sul confine amministrativo della regione di Donetsk, nell’Ucraina orientale. Lo stato maggiore ucraino ha annunciato che la Russia tenterà di catturare la già fortemente contesa città portuale di Mariupol sul Mar d’Azov e la cittadina di Popasna nella regione di Luhansk. Da lì deve essere lanciato un attacco a Curacho. I russi stanno attualmente completando il trasferimento delle loro forze nelle regioni russe di Belgorod e Voronezh, vicino al confine.

8:08: Sanzioni contro la Russia: Europol sostiene le indagini

L’agenzia di polizia Europol vuole supportare i paesi dell’Unione Europea nell’imporre sanzioni a individui e aziende russe per la guerra aggressiva della Russia contro l’Ucraina. L’agenzia ha annunciato che la missione “Oscar” è stata lanciata in collaborazione con l’autorità giudiziaria europea Eurojust e l’agenzia per la protezione delle frontiere Frontex. La missione dovrebbe quindi assistere nelle indagini finanziarie sui beni. Vuole inoltre sostenere le indagini penali dei paesi dell’UE se le sanzioni economiche e commerciali dell’UE vengono aggirate.

La missione durerà almeno un anno. Soprattutto, Europol sosterrà lo scambio di informazioni tra i partner al fine di identificare collegamenti internazionali, gruppi criminali e sospetti. Vogliono inoltre mettere a disposizione delle autorità nazionali conoscenze specializzate e assistenza finanziaria.

7:47: L’arresto della figura dell’opposizione russa, Kara Morsi

La polizia ha arrestato il dissidente russo Vladimir Kara Mersa davanti alla sua casa a Mosca. Vadim Prokhorov, il suo avvocato, ha detto che Kara Morsi ha dovuto dormire in una stazione di polizia. È stato accusato di resistere all’autorità statale. Secondo la legge russa, ciò può portare a una pena detentiva fino a 15 giorni. Inizialmente non si sapeva nulla di altre accuse. Tuttavia, Kara Morsi è un importante critico del presidente Vladimir Putin.

Il politico e giornalista di 40 anni è sfuggito per un pelo a misteriosi avvelenamenti che ha attribuito all’intelligence russa. Il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha espresso preoccupazione per l’arresto di Kara Morsi. “Stiamo monitorando da vicino la situazione e chiediamo il suo rilascio immediato”, ha scritto su Twitter.