Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Ascesso: questi rimedi casalinghi possono aiutare

Cos’è un ascesso?

Il termine “ascesso” indica una raccolta di pus in una cavità. La causa è dovuta a un’infezione batterica. L’infiammazione può verificarsi in qualsiasi parte del corpo, ad esempio nella pelle, nell’area genitale, sui glutei, ma anche nel cervello o nel fegato. Se un ascesso si sviluppa nell’area della radice dei capelli, si chiama ebollizione e viene anche chiamato brufolo di pus.

Interessante anche: Rimedi casalinghi per i foruncoli >>

Che aspetto ha un ascesso?

Le cisti sulla pelle sono distintive e facilmente riconoscibili, principalmente dalla diagnosi visiva. Puoi riconoscerlo da un nodulo rosso, spesso doloroso e palpitante. Il rossore localizzato è solitamente molto caldo e reagisce in modo molto sensibile, ad esempio al tatto o al movimento. Al centro dell’area interessata della pelle può formarsi una piccola protuberanza di pus giallastro.

Quali sintomi potrebbero verificarsi?

Un ascesso all’interno del corpo, ad esempio nei polmoni o nel fegato, può essere notato da effetti collaterali come febbre, brividi, mal di testa o stanchezza generale. Tuttavia, questi sintomi possono verificarsi anche con ascessi sulla pelle. Inoltre, il gonfiore errato della pelle può causare una spiacevole sensazione di tensione e persino un forte dolore.

qual è il motivo?

Un ascesso si verifica sulla pelle a causa di un’infezione da batteri Staphylococcus aureus. La più piccola lesione cutanea è sufficiente affinché i batteri penetrino nel tessuto sottocutaneo e causino infiammazione lì.

La conseguenza? Infiammazione dolorosa che distrugge i tessuti. Una cavità nasce sotto la pelle che si avvolge. È qui che si accumulano i globuli bianchi chiamati granulociti.

Le cellule della granulosa si dissolvono e sono quindi responsabili anche del pus che caratterizza l’ascesso. Poiché l’infezione è incapsulata, il pus non può fuoriuscire. L’ascesso si gonfia e i batteri si moltiplicano.

READ  Anniversario della nascita e morte della grande astronoma Mary Leah Heeger e il segreto delle linee oscure

Se l’ascesso è negli organi, l’agente patogeno di solito entra nel corpo attraverso il flusso sanguigno e può depositarsi nei polmoni, nel cervello o nel fegato, per esempio.

Trattamento: cosa fare con un ascesso?

Un ascesso dovrebbe essere sempre trattato da un medico. Il tuo medico di famiglia è la persona da contattare in questo caso. In caso di gravi sintomi di accompagnamento come febbre, brividi o forti dolori, si raccomanda una visita tempestiva a uno specialista o in ospedale.

Fondamentalmente, il pus dovrebbe essere rimosso, l’infiammazione si attenua e si impedisce ai batteri di diffondersi nel corpo. Di frequente evacuazione chirurgica Il modo più appropriato per questo.

Importante: Avere un ascesso che viene aperto solo da un medico. Se dai una mano tu stesso, rischi un aggravamento fino a un estremo Avvelenamento del sangue.

In anestesia locale, il medico aprirà l’ascesso e drenerà il pus. La cavità deve quindi essere accuratamente risciacquata in modo che non rimangano agenti patogeni. A seconda della posizione e delle dimensioni della protuberanza del pus, a volte viene posizionato un drenaggio in modo che il pus continui a defluire.

a proposito: Gli antibiotici sono usati raramente come parte del trattamento. Perché: hanno difficoltà a penetrare il guscio nel fuoco dell’infiammazione.

Interessante anche: Riconoscere una fistola anale >>