Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Sulla Germania piovono stelle cadenti: oggi riflettori puntati sulle Leonidi

  1. Pagina iniziale
  2. Germania

creatura:

a: Maddalena von Zumbusch

Le Leonidi possono essere viste anche quest’anno a novembre. © Matthias Bulk/Dott

Ogni anno, tra il 6 e il 18 novembre, di notte si può osservare uno spettacolo speciale: le stelle Leonidi – quest’anno ce ne saranno un numero particolarmente elevato.

Monaco di Baviera – Nelle notti d’estate, a molte persone piace trascorrere del tempo con il cielo stellato. Più che non sa: Anche il tardo autunno ha molto da offrire. A novembre è annuale Le cosiddette stelle di Leonid El Shehab Da guardare pure Giornale provinciale menzionato.

Video: piogge di Leonidi a novembre: qui puoi vedere le stelle alte

Leonidi: Cosa c’è dietro le piogge di meteoriti?

Ci sono stelle cadenti tutto l’anno, riporta Ralf Greiner dell’Osservatorio Kovner di Vienna sul loro sito web. Tuttavia, la sua frequenza varia notevolmente. Se stanno particolarmente scivolando nel cielo notturno, si parla di flussi di meteoriti – comprese le Perseidi in agosto e le Leonidi – da vedere a novembre.

Fondamentalmente, queste sono meteore, continua l’Osservatorio Kovner sul loro sito web. La gente comune spesso lo considera come grossi pezzi di roccia che scorrono nello spazio. Ma molto spesso si tratta di piccole particelle che penetrano nell’atmosfera terrestre dallo spazio e bruciano lassù. Secondo l’Osservatorio Kuffner, le particelle a volte hanno solo le dimensioni di una capocchia di spillo, ma si muovono a velocità da 10 a 70 chilometri al secondo. Una volta che un meteorite colpisce la Terra, gli astronomi parlano di un meteorite.

Ma come regola generale, i meteoriti si fanno strada attraverso l’atmosfera terrestre e noi conosciamo questo fenomeno luminoso come una stella nascente. In quanto stelle cadenti, le leonidi sono particelle che bruciano quando entrano nell’atmosfera.

READ  Cancro: gli scienziati parlano di una svolta: i pazienti sono liberi dal cancro grazie a un farmaco "vivo".

A proposito, il nome Leonidi non è stato scelto a caso: prendono il nome da una costellazione astronomica – Leo (latino: Leo) – sembrano sparare dalla loro testa nel cielo (almeno dalla nostra prospettiva dalla Terra).

Greiner dell’Osservatorio Kovner spiega che il flusso delle Leonidi non è sempre visibile alla stessa intensità. Per il flusso delle Leonidi, la cometa 55P/Tempel-Tuttle è stata identificata come la cometa originale. Il periodo orbitale di questa cometa è di 33 anni e la Terra attraversa la sua orbita a metà novembre. Ogni 33 anni rimane bloccato in una spessa nuvola di detriti e ci sono flussi particolarmente forti di stelle cadenti.

Nel 2022, lo sciame meteorico dovrebbe essere visto più intensamente: dovrebbero essere osservate circa 200 stelle luminose all’ora. Questo è più che negli anni precedenti, ma nei decenni precedenti ci sono stati anni che non potevano essere paragonati: nelle ore mattutine del 17 novembre 1966, ad esempio, in America si poteva ammirare in un’ora una tempesta di meteoriti con 140.000 stelle luminose.

Shooting Stars Watch: la notte del 17 novembre ha regolarmente il maggior numero di Leonidi da offrire

Le Leonidi sono attese tra il 6 e il 18 novembre (o al più tardi entro la fine di novembre). Si dice che il picco delle Leonidi sia avvenuto nella notte del 17 novembre di quest’anno, come di solito accade, come rivela il libro “Kosmos Himmelsjahr 2022” di Hans-Ulrich Keller (il libro viene pubblicato annualmente sulle previsioni attuali) .

A proposito, è più facile notare le meteore nella seconda metà della notte, verso le tre del mattino, la probabilità è la più alta. Questo perché gli osservatori meteorici guardano quindi nella “direzione di viaggio” della Terra, spiega l’Osservatorio Kovner. Di conseguenza, gli sciami meteorici incontrano gli osservatori del cielo e sono quindi più facili da vedere. Tuttavia, è dentro La previsione delle stelle cadenti è come le previsioni del tempo: non tutto può essere previsto esattamente.

READ  Il telescopio spaziale Hubble è difettoso da un mese: cosa sta succedendo?

Gli appassionati di stelle cadenti sono abituati a esaminare il cielo con le carte stellari. Oggi ci sono applicazioni per questo scopo, come Google Sky Map, Star Walk 2 o Star Atlas. Questo può essere usato per trovare la costellazione del Leone, che dovrebbe poi essere tenuta in vista per vedere le Leonidi.

Naturalmente, le stelle cadenti si vedono più chiaramente che da un punto oscuro, poiché l’inquinamento luminoso mitiga questo fenomeno. Le colline o anche le montagne sono perfette. Poi ci vuole pazienza: gli occhi hanno bisogno di un certo tempo per abituarsi al buio. Anche l’attenzione è importante: i leggendari sono particolarmente veloci, quindi possono essere visti solo per un breve periodo.

Ne hai già visto uno? Condividilo con noi.