Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Windows 11: il prossimo problema di prestazioni dopo il disastro AMD

a partire dal Massimiliano Hohm
I processori AMD non hanno avuto vita facile in Windows 11 e talvolta perdono fino al 15% delle prestazioni rispetto a Windows 10. Ora è noto il prossimo problema di prestazioni sotto forma di perdita di memoria.

Dopo il lancio di Windows 11, è diventato evidente in tempi relativamente brevi che l’ultimo sistema operativo di Microsoft stava inizialmente causando alcune difficoltà. Oltre alle complicazioni nel rilevamento delle stampanti, elementi come il menu di avvio di Windows 10 erano parzialmente presenti nella nuova iterazione dopo l’aggiornamento. Tuttavia, il problema più serio finora è la perdita di prestazioni che i processori AMD hanno riscontrato durante l’utilizzo di Windows 11. La cache L3 non viene utilizzata correttamente e le misurazioni delle prestazioni hanno confermato che la latenza a volte è sei volte quella di Windows 10. Tuttavia, sembra che Microsoft ha risolto questo problema e ha pubblicato la soluzione nell’anteprima della versione 22000.82. Quando verrà distribuito per il normale sistema operativo Windows 11 non è ancora certo, ma è prevista la prossima patch di martedì.

Windows 11: gli aggiornamenti sono più piccoli e dovrebbero essere meno fastidiosi

Oltre a questo problema specifico di AMD, questa volta c’è un altro bug che interessa tutti i PC Windows 11. A differenza di Windows 10, Windows 11 non ha più il precedente File Explorer, ma piuttosto una barra dei comandi che varia a seconda del file o del formato di file selezionato. Questa barra dei comandi consente operazioni e opzioni note in precedenza, ma presenta un deficit significativo. L’errore può causare perdite di memoria, in cui vengono eseguite operazioni aritmetiche non necessarie quando gli utenti si spostano tra directory di file diverse. L’utilizzo dei tasti freccia o del processo di spostamento in particolare aumenta il consumo di memoria.

READ  Whatsapp: bufala dei messaggi vocali! È possibile presto

A questo punto ormai tutto può essere chiarito, con la versione 22478, finora nota soprattutto per le sue nuove emoji, si dice che questo problema sia stato eliminato. Questa soluzione non è stata ancora inclusa nella versione finale di Windows, ma anche qui si può presumere che verrà implementata la prossima patch di martedì.

quelli: Finestre più recenti








[PLUS] Hai provato Windows 11: superiore o fallito?



PCGH Plus: abbiamo esaminato più da vicino la seconda anteprima di Windows 11 in arrivo e mostrato le differenze con Windows 10. L’articolo è di PC Games Hardware 09/2021.
Di più …


Vai all’articolo




READ  iOS / iPadOS 16.1, watchOS 9.1 e macOS Ventura sono qui


Solo brevemente: Abbonamento PCGH a partire da 1 € (1)



Abbonamento PCGH da 1 euro



Hai sempre voluto provare PCGH con un abbonamento? Allora ci sarà un’opportunità perfetta per un po’: PCGH non è mai stato più economico.

Di più …


I link contrassegnati con * sono link di affiliazione. I link di affiliazione non sono pubblicità perché siamo indipendenti nella ricerca e selezione dei prodotti offerti. Riceviamo una piccola commissione sulle vendite dei prodotti, che utilizziamo per finanziare parzialmente i contenuti gratuiti del sito.