Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Vacanze nonostante l’epidemia: l’Italia ha il coraggio di riprendere il turismo

Stato: 17/05/2021 18:08

Il tour dovrebbe ricominciare in Italia. Il governo fa pubblicità con un “passaporto verde” per i vacanzieri. Se sono risultati negativi, non hanno più bisogno di essere isolati non appena entrano.

Dal serpente Moritz,
ROM ARD-Studio

Il presidente del Consiglio italiano Mario Draghi promuove personalmente le vacanze in Italia. Il suo obiettivo: “Registrati ora, non vediamo l’ora di vederti!” Il bando è effettivo dal 16 maggio.

Finora, i visitatori sono dovuti andare in isolamento non appena sono entrati. Questo non si applica più a chi non ha avuto una PCR negativa o un test rapido dell’antigene per più di 48 ore. L’Italia lo chiama il “passaporto verde” – è in anticipo rispetto all’Unione europea, che ha annunciato un passaporto del genere a metà giugno.

Libertà di viaggio per i titolari di passaporto

“Quindi non abbiamo dovuto aspettare fino a metà giugno. Invece, i turisti potevano già avere il passaporto italiano”, ha detto Tragi. Il modello italiano non è un passaporto in senso stretto; È sufficiente portare con sé il certificato associato. Il test deve essere sostenuto entro 48 ore dall’ingresso.

Non c’è limite al numero di stranieri che possono portare un certificato di lingua italiana o inglese. Se questo documento non è disponibile solo in tedesco, sicuramente non sarà interessato.

In Italia, hai il diritto di entrare nelle zone “arancio” o “rosso” per i sei mesi precedenti con un certificato di vaccinazione completo, una prova di recupero (non più di sei mesi) o un risultato negativo (non più di 48 ore ).

Tuttavia, ad eccezione della Valle d’Asta, da lunedì tutta l’Italia sarà nella Zona Gialla. Ovvero: ristoranti e bar sono aperti fino alle dieci di sera. Gli hotel possono anche riportare i turisti nelle zone gialle. I musei, come i negozi al dettaglio, le spiagge e le piscine, sono aperti a molti teatri e cinema. Anche i giochi all’aperto sono nuovamente possibili.

READ  Corona virus in Italia: la necessità della mascherina e la rimozione dell'ultima ordinanza regionale sul coprifuoco - politica

8.000 nuovi casi al giorno

Come prima, è necessaria una maschera nazionale, applicabile anche all’esterno. L’ordine del coprifuoco notturno sarà in vigore oltre Whitson dalle 22:00 alle 5:00. Attualmente sono in corso discussioni in Italia sullo spostamento di questo ordine di coprifuoco alle 23:00 oa mezzanotte.

Il numero di letti di terapia intensiva e di contagi è diminuito notevolmente in Italia, con circa 8.000 nuovi contagi al giorno. Meno persone sono morte con o senza Govt-19 rispetto a poche settimane fa.

Un monito esempio Sardegna: a marzo le cose sono andate molto bene e si è permesso che si aprisse tutto. Tuttavia, dopo un mese, il numero di infezioni era molto più alto L’isola è stata dichiarata zona rossa e completamente chiusa.

Capire l’ordine del coprifuoco

Così David Piancini, un gastronomo romano, capisce l’ordine del coprifuoco dalle 22, anche se questo significa fargli del male. Ha 25 posti a sedere, quindi può avere pochi ospiti nonostante l’ordine del coprifuoco.

“Posso capire i nostri politici che questo si sta allentando ora. Altrimenti, sono preoccupato che potrebbero esserci di nuovo più infezioni e che più persone moriranno di nuovo se è troppo rilassato”, ha detto.

Quindi è meglio prenotare al ristorante per ottenere un posto per i turisti. Lo stesso vale per le visite ai musei.

Test PCR per il viaggio di ritorno

A proposito, i turisti dalla Germania possono aspettarsi un breve viaggio di ritorno alla fine della loro vacanza. Perché non c’è isolamento quando torni a casa. La Repubblica Federale di Germania ha declassato l’Italia da area ad alto rischio ad area ad alto rischio.

READ  Drake non ha avuto un incontro con Putin

Tuttavia, durante il viaggio di ritorno è comunque necessario un test rapido dell’antigene negativo, che non dovrebbe durare più di 48 ore, o un test PCR, che non dovrebbe superare le 72 ore.