Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Un’azienda vuole costruire un ascensore per lo spazio

Un’azienda vuole costruire un ascensore per lo spazio

  1. Home page
  2. Lo sappiamo

Insiste

Nel giro di pochi decenni i razzi potrebbero viaggiare nello spazio utilizzando un ascensore spaziale. Un’azienda giapponese vuole attuare presto l’ambizioso piano.

Monaco – Basta prendere un ascensore nello spazio e ridurre così notevolmente il percorso del razzo. Un’azienda giapponese si è ora posta un obiettivo che a molti potrà sembrare fantascienza. La società giapponese Obayashi vuole avviare presto il progetto e si prevede che il progetto costerà 100 miliardi di dollari. Non è il primo progetto ambizioso, poiché l’azienda aveva già attirato l’attenzione costruendo la torre televisiva più alta del mondo, la Tokyo Sky Tree. Il nuovo progetto potrebbe essere… Viaggio spaziale rivoluzione.

L’idea di un ascensore spaziale apparve per la prima volta nel diciannovesimo secolo. Finora non è stato implementato sul campo. (Impressione dell’artista) © IMAGO/Science Photo Library

Piano ambizioso: l’azienda vuole costruire un ascensore nello spazio

Secondo i ricercatori, un simile ascensore spaziale potrebbe ridurre significativamente il tempo delle spedizioni nello spazio. Invece di otto mesi, si potrebbe arrivare su Marte in meno della metà del tempo, riporta la rivista specializzata sciencealert.com. Un portavoce dell’azienda ha detto: Interessato al commercio Sebbene attualmente siano “impegnati in ricerca e sviluppo, progettazione iniziale, creazione di partnership e pubblicità”.

Il progetto è stato accolto con polemiche dai ricercatori perché non tutti credevano che il piano potesse essere attuato. Tuttavia, anche molti esperti sostengono il progetto. Dopotutto, un ascensore nello spazio porterebbe molti vantaggi. Ciò non solo renderà il viaggio nello spazio molto più breve, ma dovrebbe anche far risparmiare molti soldi a lungo termine. Per lanciare un razzo e viaggiare nello spazio è necessario molto carburante, il che a sua volta comporta un aumento del peso. Secondo il rapporto, il solo lancio della prima missione Artemis della NASA è costato più di 4 miliardi di dollari.

READ  Serve un nuovo piano per l’auto elettrica

Vantaggi di un ascensore spaziale: le spedizioni possono diventare molto più economiche

Alcuni progetti prevedono addirittura che i veicoli non richiedano alcun carburante e spostino invece il loro carico utile in modo elettromagnetico. L’ascensore stesso può essere alimentato anche dall’energia solare. Secondo i funzionari dell’azienda, ciò ridurrà i costi di circa 57 dollari per chilogrammo di spedizione. Ciò significa che anche i razzi SpaceX economici, come il Falcon 9, costeranno cinque volte quel prezzo.

Un altro vantaggio di un ascensore spaziale è che i veicoli tremeranno meno rispetto al lancio di un razzo, proteggendoli. Ma c’è un grosso ostacolo che si frappone alla realizzazione del progetto: le risorse.

Lancio di missili
Un ascensore spaziale accorcerebbe le traiettorie di volo e farebbe risparmiare sui costi, rivoluzionando potenzialmente i viaggi nello spazio. (Avatar) © Judy Amiet/DPA

La costruzione deve affrontare sfide: mancanza di risorse, necessità di partner

Christian Johnson ha lavorato a lungo sulla costruzione di un ascensore spaziale e persino… Lavoro scientifico Postato su questo argomento. Secondo lui, il telaio e il tubo dei missili devono essere molto spessi. “Se provassi a ricavarlo dall’acciaio, avresti bisogno di più acciaio di quello disponibile sulla Terra”, spiega l’esperto. La mancanza di risorse, infatti, sta spingendo altre aziende nello spazio per estrarre materie prime dagli asteroidi.

Quindi Obayashi sta studiando anche altri modi in cui è possibile costruire impalcature sicure. Secondo l’azienda si tratta probabilmente di nanotubi di carbonio, il cui utilizzo non è stato ancora adeguatamente testato. I finanziamenti non sono stati ancora finalizzati e sono necessarie anche partnership, anche con altri settori. Nonostante le sfide, l’azienda rimane ottimista. L’obiettivo è aprire l’ascensore spaziale entro il 2050. (Kiba)