Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Un avvocato internazionale cita la clausola: L’UNRWA protegge l’Europa dai rifugiati di Gaza?

Un avvocato internazionale cita la clausola: L’UNRWA protegge l’Europa dai rifugiati di Gaza?

L'avvocato internazionale cita una condizione
L’UNRWA protegge l’Europa dai rifugiati di Gaza?

Ascolta il materiale

Questa versione audio è stata creata artificialmente. Maggiori informazioni | Invia la tua opinione

Milioni di persone trasferite dall’Europa all’Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l’occupazione dei rifugiati palestinesi mantengono le persone a Gaza nonostante la guerra. L'avvocato internazionale Hartwig fa riferimento alla clausola di eccezione della Convenzione di Ginevra sui rifugiati. Dice che se i fondi non saranno disponibili a causa delle accuse di terrorismo, la situazione cambierà.

Secondo gli esperti di diritto internazionale, l’Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l’occupazione dei rifugiati palestinesi (UNRWA), sospettata di terrorismo, è la ragione per cui non applica la Convenzione di Ginevra ai rifugiati palestinesi. Matthias Hartwig, esperto di diritto internazionale a Heidelberg, ha dichiarato al quotidiano “Rheinische Post” che ciò è legato alla clausola eccezionale di cui all'articolo 1d della Convenzione. Riguarda le persone fuggite da Israele nel 1948 o dalle zone occupate da Israele nel 1967, nonché i loro discendenti rimasti in Medio Oriente.

“Certamente lo scopo di questa disposizione è che queste persone non possano uscire da lì come gli altri rifugiati”, ha detto Hartwig al giornale. Ma ciò cambierà nel momento in cui “la protezione dell’UNRWA finirà, per qualsiasi motivo”. L’avvocato internazionale ha spiegato: “Se l’UNRWA non ha più soldi e quindi non è più in grado di svolgere i suoi compiti, a quanto ho capito, ciò significa che le persone interessate beneficeranno della Convenzione di Ginevra sui rifugiati”. Ciò significa che i rifugiati palestinesi possono quindi beneficiare dell’opportunità di richiedere asilo come rifugiati una volta entrati in un paese dell’UE.

Guy Goodwin-Gale, professore emerito di diritto internazionale dei rifugiati ed ex consigliere delle Nazioni Unite, la vede allo stesso modo: “La cosiddetta clausola di esclusione è in realtà una clausola di inclusione condizionale”, secondo il rapporto. L’articolo 1d della Convenzione di Ginevra sui rifugiati recita letteralmente: “La presente Convenzione non si applica a qualsiasi persona che attualmente goda della protezione o dell’assistenza di qualsiasi organizzazione o organismo delle Nazioni Unite (…).”

L’UNRWA è responsabile di sei milioni di rifugiati

Il numero di rifugiati che possono beneficiare dei servizi dell'organizzazione umanitaria è passato da circa 700.000 a quasi sei milioni dalla sua fondazione 75 anni fa. Secondo il rapporto, le statistiche dell’Ufficio federale per la migrazione e i rifugiati (BAMF) hanno mostrato recentemente un basso tasso di riconoscimento: per le persone provenienti dai territori palestinesi che hanno cercato protezione in Germania, ad esempio, il tasso ha raggiunto l’11,5%, come scrive il quotidiano “Rheinische Posta” ha scritto. “.

L’avvocato internazionale Hartwig, che lavora presso l’Istituto Max Planck di diritto pubblico comparato, addita come prova della sua valutazione la Direttiva UE sulle qualifiche, “che fa esplicito riferimento alla Convenzione di Ginevra sui rifugiati e stabilisce che determinate persone, vale a dire coloro che godono della protezione di La legge e l’UNRWA non possono rivendicare protezione in Europa. Tuttavia, c’è ancora controversia sul fatto se i paesi europei, attraverso i loro decennali trasferimenti finanziari all’UNRWA, mirino esplicitamente a escludere il diritto di asilo ai palestinesi. Il giornale scrive che la Corte Europea di La giustizia lussemburghese e diversi tribunali nazionali hanno respinto il carattere vincolante dell'articolo. Esclusione nella giurisprudenza sull'asilo e protezione comunque concessa.

In seguito alle accuse contro l'Agenzia delle Nazioni Unite per il soccorso e l'occupazione dei rifugiati palestinesi secondo cui circa una dozzina dei suoi dipendenti sarebbero stati coinvolti in un attacco di Hamas contro Israele, l'organizzazione prevede di pubblicare un rapporto preliminare entro l'inizio di marzo. Lo ha affermato la rappresentante dell'UNRWA in Libano, Dorothy Klaus. L’UNRWA si aspetta che i paesi che hanno sospeso i finanziamenti dopo che sono emerse le accuse rivedano le loro decisioni sulla base delle indagini. Gli Stati Uniti d’America e la Germania, tra gli altri, hanno recentemente sospeso i loro finanziamenti regolari all’UNRWA. Israele ha già chiesto lo scioglimento dell'Organizzazione delle Nazioni Unite. È un ostacolo al raggiungimento di una soluzione pacifica in Medio Oriente.

READ  Putin sta ora inviando vecchi carri armati sovietici sul fronte ucraino