Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Quali tendenze tecnologiche continueranno ad avere un impatto sulle aziende nella digitalizzazione nel 2022?

Tendenze IT che stanno arrivando alle aziende

Manichini dei CTO che guardano al 2022 Tendenze IT che stanno arrivando alle aziende

Nell’ambito del percorso di trasformazione digitale, molte organizzazioni hanno accelerato l’adozione delle pratiche DevOps e offrono servizi self-service per modernizzare e automatizzare la gestione delle proprie infrastrutture, ove possibile.

azienda in questo argomento

Quali tendenze tecnologiche continueranno ad avere un impatto sulle aziende nella digitalizzazione nel 2022?

Per i tre dirigenti di Puppet, uno specialista americano nella gestione di infrastrutture ibride, questi passaggi sono solo l’inizio. L’IT aziendale deve continuare ad evolversi nel 2022.

L’automazione sta diventando sempre più importante

Abe Kearns è convinto che il mercato dell’infrastruttura come simbolo continuerà a crescere e che l’automazione diventerà sempre più importante: “La necessità di automatizzare l’infrastruttura aumenterà nel 2022. Man mano che sempre più organizzazioni cercano di eseguire più carichi di lavoro su un’infrastruttura sempre più complessa che copre una vasta area dell’hub. Dati e cloud multipli pubblici, l’automazione è richiesta a tutti i livelli. “Il mercato e le soluzioni stanno cambiando per soddisfare sia la crescente complessità che le esigenze in evoluzione delle aziende.

A questo proposito, il Chief Technology Officer Puppet Kearns è convinta che la democratizzazione della tecnologia aumenterà nel 2022. Vede le aziende sotto un’enorme pressione per semplificare gli approcci di automazione (ad esempio, sotto forma di un approccio low-code/no-code a DevOps) poiché sempre più aziende lottano per attirare i talenti giusti attraverso DevOps e Find Automation Experience. Per colmare questa lacuna di competenze, cercheranno strumenti e tecnologia. Di conseguenza, le aziende produttrici continueranno a perfezionarne l’usabilità ea trovare modi per democratizzare ulteriormente l’accesso a questa tecnologia per semplificare l’avvio dell’automazione continua per ambienti più grandi e gestirli in modo più efficiente.

Anche i problemi di sicurezza devono essere dissipati e l’automazione deve essere portata avanti: la questione della sicurezza è ancora sulla bocca di tutti: dopotutto, il numero di attacchi ransomware e violazioni della protezione dei dati è in aumento. Per non parlare del numero crescente di vulnerabilità che sono state identificate che devono essere corrette. “La sicurezza è importante, ma è anche una delle più grandi sfide del nostro tempo”, afferma Kearns. Tuttavia, l’automazione della sicurezza sarà la chiave del successo. “Dobbiamo implementare strumenti e tecnologie di sicurezza che si evolvano e crescano con l’ambiente. Inoltre, credo che assisteremo a una razionalizzazione dei prodotti di sicurezza che aiuterà a colmare il divario sempre crescente per coloro che hanno una conoscenza approfondita della sicurezza e la necessità di più dipendenti per gestire le strutture sempre più complesse in cui operano oggi le imprese.”.

READ  Obi, DFB & Co: queste aziende donano alle vittime delle inondazioni

Ci deve essere fiducia

“La visione è convinzione”, afferma Deepak Giridharagopal, CTO of Technology, motivo per cui il software open source rende la trasparenza un “must”. “Con l’avvento del lavoro a distanza, abbiamo anche notato un rinnovato interesse per la tecnologia open source. Soprattutto quando lavorano in luoghi diversi e al di fuori delle tradizionali reti aziendali, i dipendenti vogliono piattaforme digitali trasparenti. Vogliono vedere e capire il software che sta dietro la tecnologia. Quindi si aspetta che le aziende investano di più nelle opzioni open source. L’open source non solo garantisce un livello più elevato di fiducia tra gli utenti, ma semplifica anche il lavoro degli sviluppatori, rendendolo un’opzione preziosa per tutti. Giridharagopal ha continuato: “Con l’aumento adozione, mi aspetto che le aziende investano di più in licenze strategiche open source ogni anno per garantire sicurezza, conformità e trasparenza coerenti della propria tecnologia”.

Tuttavia, non c’è bisogno di aver paura della troppa automazione, perché “la tecnologia non sostituirà le persone”. Tuttavia, le aziende tecnologiche devono continuare a fare molto affidamento sull’automazione poiché la carenza di manodopera e il divario di competenze continuano ad aumentare. Molte aziende hanno sostituito le persone con la tecnologia per lavorare in modo più efficiente e risolvere le carenze di competenze. Tuttavia, spesso non si rendevano conto del grande valore degli esseri umani, come afferma Giridharagopal: “In realtà, gli esseri umani sono spesso la parte più importante dei compiti di un’azienda di livello superiore e quindi non possono essere sostituiti dai robot, né dovrebbero”. Nel 2022 si prevede che questa consapevolezza aumenterà e si verificherà una maggiore collaborazione tra uomo e tecnologia. Piuttosto che sostituire gli esseri umani, la tecnologia fungerà da potente strumento che consentirà ai dipendenti di affrontare problemi di livello superiore.

READ  Tech Mahindra ha annunciato il suo "Cloud Advisory Board" di 30 aziende e consulenti del settore

Niente è sicuro

Infine, Nigel Christine, Chief Technology Officer di Puppet, osserva l’ultimo incidente di sicurezza: “Mostrerà chiaramente i postumi di Log4Shell”, è convinto il Chief Technology Officer. E le aziende potrebbero dover affrontare gli effetti della vulnerabilità di Log4Shell per la maggior parte dell’anno. Perché solo ora rileveranno la “coda di topo” di sistemi e host vulnerabili. Ciò accelererà l’eliminazione dei sistemi legacy. Perché la mancanza di trasparenza dimostra che la cosa più sicura è costruire su moderni stack di infrastrutture”, Kirsten è convinta.

E non si fermerà a questo incidente, perché verranno scoperte più vulnerabilità del software open source. Christine: “Nel 2022 vedremo almeno un’altra importante vulnerabilità in un componente software open source molto utilizzato gestito da un team molto piccolo di sviluppatori volontari sottovalutati”.

miglioramento interno

Kersten vede anche un’importante mossa all’interno delle aziende per migliorare le strutture dei team: “Il divario tra le aziende che si concentrano sul miglioramento delle dinamiche organizzative dei processi rapidi e quelle che cercano semplicemente soluzioni tecnologiche aumenterà in modo esponenziale. Le aziende che migliorano la struttura del team e le interazioni tra i team saranno più veloci, più sicure e più felici di quelle che non lo fanno.” E le aziende che si affidano ai product manager saranno più veloci della concorrenza perché: “L’ingegneria delle piattaforme diventerà sempre più importante nell’impresa, comprese le piattaforme dedicate basate sul cloud pubblico fornitori, servizi di piattaforma chiavi in ​​mano e piattaforme self-service in loco. La disciplina continuerà Lo stesso sta maturando e le aziende faranno investimenti significativi nel lato tecnologico. “Il CTO di Dummies consiglia alle aziende di consentire ai propri dipendenti di fungere da product manager per la piattaforma, pur abbracciando una vera mentalità di prodotto per essere un passo avanti rispetto agli altri.

READ  “Internet delle cose”: più di ogni terza azienda in Germania utilizza dispositivi o sistemi telecomandati

Kristen è un cauto ottimista quando si tratta di multicloud. Crede che i single cloud provider continueranno a dominare il multicloud: “I service provider continueranno a parlare molto di multicloud, ma la realtà è che le aziende lavoreranno sul multicloud, mentre i team e i reparti coinvolti lavoreranno principalmente con il cloud provider primario .”

(ID: 47929235)