Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Sulla morte di Jean-Paul Belmondo: quelli erano i ruoli più famosi – spettacolo

Quando il fumo era ancora considerato cool: Jean-Paul Belmondo in Elf Uhr nachts del 1965. Immagine: imago stock e persone

Il 6 settembre 2021 è venuto a mancare Jean-Paul Belmondo, uno degli ultimi grandi divi del cinema classico. Abbiamo raccolto i suoi ruoli più importanti e importanti nella sua carriera straordinariamente diversificata.

Il 7 settembre 2021 è morto a Parigi all’età di 88 anni Jean-Paul Belmondo, una delle ultime stelle del cinema classico europeo del XX secolo. Dai primi film di Nouvelle Vague ai film d’azione e alle commedie: quasi nessun altro attore potrebbe vantare una cinematografia così vasta e sorprendente. Abbiamo scelto i ruoli migliori e più esemplari della sua lunga carriera.

“Senza fiato” (1960)

Con questo film, Jean-Luc Godard (90) iniziò non solo la Nouvelle Vague, che profumava di cinema francese del dopoguerra, ma anche la carriera di Jean-Paul Belmondo, tre anni dopo la sua prima apparizione cinematografica. Pebble interpreta il piccolo criminale disinvolto Michel, che emula le top model americane come Humphrey Bogart (1899-1957) e rimane calmo anche dopo la morte. Così Antehiro Belmondo è diventato un’icona. Con Godard, ha raggiunto un’altra pietra miliare della new wave nel 1965, “The Eleventh Hour”.

“Cartouche, der Bandit” (1962)

Quattro anni dopo essersi affermato come artista nella Casa dell’Arte, Belmondo ha fatto il primo passo per diventare una star internazionale. Nel film d’avventura franco-italiano, un discendente di immigrati siciliani interpreta il leggendario ladro francese Cartouche (1693-1721). Dovrebbe essere accompagnato da un profilo di ruolo da truffatore più lungo.

“Avventura a Rio” (1964)

L’ultima svolta come star del cinema di genere globale. Belmondo interpreta il soldato Adrien Dufourquet, che si imbarca in un’avventura selvaggia mentre è in vacanza a casa che lo porta dalla Francia al Brasile. Un precursore dei film commedia d’azione su cui Belmondo si è concentrato alla fine degli anni ’70.

READ  GNTM - Heidi Klum scioccata dalla libertà di movimento: "nascondo le dimensioni del mio seno"

Borsalino (1970)

Nel film di gangster, Belmondo ha recitato al fianco di Alain Delon (85), accanto a lui la più grande star del cinema francese del suo tempo. Ma dietro le quinte c’era un disaccordo tra le taglie. Come produttore, Dillon ha incassato due volte, contrariamente a quanto concordato, e Belmondo gli ha fatto causa.



“Paura per la città” (1975)

Come detective incallito alla ricerca di un serial killer, Belmondo ha inaugurato una nuova fase della sua carriera. Come sempre, l’air boxer ha eseguito incredibili acrobazie nel thriller d’azione, che è stato un enorme successo al botteghino in Francia.

“Il presidente” (1985)

La commedia canaglia, realizzata negli anni ’90 da “Ein pazzo e brillante colpo di Stato” in “Ein pazzo e brillante colpo di stato” con Bill Murray, non è solo tipica dei film commedia d’azione tardivi di Belmondo, ma segna anche la fine dell’attore 52enne in Quella volta il stella d’azione. Dopo l’infortunio, ha deciso di abbandonare le acrobazie future.