Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Spiegazione: perché i mouse da gioco pesano sempre meno?

In particolare, i mouse per tiratori seguono una tendenza al massimo dal 2019: stanno diventando più leggeri che mai; I singoli produttori sono in vera competizione per il peso più basso. Tuttavia, alcuni utenti sono scettici al riguardo: una domanda frequente è se questo sviluppo abbia senso. Ecco la risposta.

La tendenza alla leggerezza – ma perché?

I mouse da gioco erano pesanti. E come tutti sappiamo, tutto andava meglio in passato, giusto? No, anche in questo contesto apparentemente banale, purtroppo non è così facile. Quindi è stato più facile costruire semplicemente un mouse senza prestare attenzione al peso. Inoltre, molti materiali e componenti erano più pesanti. La massa elevata trasmette generalmente una sensazione di qualità e valore, che alcuni produttori hanno voluto utilizzare come vantaggio competitivo anche con pesi compatti. Alcuni mouse sono inoltre dotati di pesi caricabili opzionali, il che dovrebbe suggerire vantaggi nella gestione di una massa regolabile e un’esca con personalizzazione: alcuni produttori offrono ancora dispositivi di input adatti per questo.

Tuttavia, se la precisione nel gioco viene prima di tutto e non il senso del valore, dell’adattabilità o dell’abitudine, il requisito oggettivo è il blocco più basso possibile. La maggior parte dei produttori di mouse lo ha ormai capito: alcuni prima, altri dopo e altri ancora. Nell’ultima versione con G Pro Wireless (test) di Logitech, la tendenza si è completamente consolidata a metà 2018; Il Glorious Model O (test) è stato un altro grande passo avanti all’inizio del 2019.

Glorioso modello di gara da gioco per PC O

Per poter comprendere meglio le ragioni di questo sviluppo, il peso del topo deve essere compreso nel contesto delle sue caratteristiche reologiche da un lato e in relazione alla sensibilità sensoriale dall’altro. Infine, è importante in che misura il dispositivo di input venga utilizzato in qualsiasi tipo di gioco. nell’ordine.

Proprietà di scorrimento come base per la discussione

Quattro punti particolarmente importanti per le caratteristiche di scorrimento del mouse:

  1. il peso,
  2. distribuito,
  3. cavo del mouse e
  4. scivolare i piedi.

La regola generale è: più leggera, più equilibrata, più flessibile, più spessa e morbida, meglio è. Ma mentre è abbastanza ovvio che i piedini più scorrevoli con uno spessore più spesso per prevenire l’abrasione e un cavo flessibile che non influisca sui movimenti del mouse a causa della rigidità siano vantaggi, così come una distribuzione uniforme della massa, la custodia del peso stesso sembra controversa. Su ComputerBase il dibattito è emerso di recente alla luce dell’edizione speciale Zowie V2: il produttore fa un passo indietro e aumenta la massa.

Il solito argomento a favore di un peso maggiore è che un mouse più pesante è più controllabile perché non scivola facilmente. Ovviamente, quest’ultimo è vero. Tuttavia, il problema è che gli oggetti pesanti non solo sono più difficili da accelerare a causa dell’inerzia, ma anche più difficili da frenare. Ciò significa che nei giochi di tiro, in particolare i colpi veloci, in cui il cursore del mouse viene prima spostato rapidamente e poi interrotto bruscamente, è più difficile da implementare. Ma anche solo il tracciamento con il mirino diventa più difficile perché le correzioni necessarie per il movimento del mouse devono resistere costantemente a una forza maggiore.

READ  Sorpresa: il vecchio FritzBox 3490 inizia l'aggiornamento a FritzOS 7.29
Logitech G303 Edizione Sindone
Logitech G303 Edizione Sindone

E a proposito di ancora più scoraggiante: il peso elevato del mouse è anche scomodo per i muscoli. Soprattutto durante lunghe sessioni di gioco, la pressione costante sulla mano e soprattutto sul polso influisce negativamente sulla salute dell’utente. Una soluzione può essere trovata, ad esempio, in un ratto verticale che rilassa il polso con una postura più naturale. Un’altra soluzione ovvia: la perdita di peso arriva alla radice del problema: meno forza deve essere esercitata, più i muscoli rimangono rilassati. Pertanto, la massa ridotta è una benedizione, soprattutto per gli utenti della presa con le dita, poiché il mouse viene toccato e diretto solo con la punta delle dita; Lo stesso vale per la presa dell’artiglio. Ma anche i giocatori palmisti che mettono i palmi delle mani completamente a posto ne traggono vantaggio.

È tutta una questione di sensibilità

Ma per quanto riguarda le allergie? Il modo migliore per contrastare la sensazione di movimento troppo alto del puntatore del mouse è correggere la sensibilità del sensore verso il basso. Questo può sembrare controintuitivo, perché i produttori di mouse pubblicizzano da anni valori CPI sempre più alti. L’acronimo sta per Numbers Per Inch ed è spesso sostituito da DPI, ovvero punti per pollice o punti per pollice. Tuttavia, quest’ultimo in realtà si riferisce densità di punti Dalla foto.

I topi sofisticati ora offrono fino a 30.000 CPI, mentre alcuni anni fa il massimo era 12.000. L’obiettivo di una maggiore precisione è suggerire che l’accuratezza aumenti proporzionalmente, ma questo diventa un errore quando vengono incluse le abilità umane. Se la sensibilità del sensore è configurata troppo alta, i movimenti del puntatore del mouse vibrano e vibrano rapidamente. L’utente ha poco controllo. Quindi non c’è un uso pratico per i valori CPI a 5 cifre: dovrebbero semplicemente essere ignorati e non utilizzati.

Si consiglia invece di utilizzare valori CPI nell’intervallo da 400 a 6000 per i sensori moderni. L’ideale è 1200 CPI o più, perché risoluzioni più elevate fino a questo valore sono associate a una latenza misurabilmente inferiore. Se necessario, la sensibilità può quindi essere regolata al livello desiderato a livello di programma nel gioco.

Razer Viper 8 kHz
Razer Viper 8 kHz

Il controllo low-sense consente una maggiore precisione

Nel frattempo, il mouse utilizza il conteggio per pollice per misurare il numero di passi o incrementi riportati dal sensore dopo lo spostamento di un pollice o 2,54 centimetri. Quindi, a 1.000 CPI, ci sono 1.000 account segnalati per ogni pollice intervistato. A meno che non venga utilizzata l’interpolazione, questi 1.000 passaggi vengono tradotti direttamente in pixel, quindi spostando il mouse di un pollice a destra si sposta il cursore del mouse di 1.000 pixel a destra, circa la metà della larghezza di un tipico schermo Full HD.

READ  Scena del cielo di novembre: quanto è luminosa la cometa di Leonard?

Di conseguenza, la traduzione è 1:1.000. Tuttavia, se si utilizza una sensibilità del sensore di 10.000 CPI, secondo una traslazione 1:10.000, allora 1.000 pixel e quindi circa la metà dello schermo Full HD sono già coperti dopo 25,4 mm. Il movimento del puntatore del mouse è così violento che correzioni precise diventano difficili o addirittura impossibili. Nel settore degli eSport, è sempre stato comune che la stragrande maggioranza dei giocatori professionisti si trovasse nella gamma low-sense, ovvero giocare con una sensibilità del sensore relativamente bassa inferiore a 2000 CPI. L’estremità opposta sarà un giocatore ad alto senso con una preferenza di circa 6000 CPI o più – nessuna definizione fissa – con un intervallo di medio senso nel mezzo.

Sensazione bassa e peso elevato non vanno d’accordo

Ora sarà chiaro perché la risoluzione del sensore bassa o bassa è utile e popolare tra i giocatori in competizione. Quindi torniamo al peso del mouse. Poiché la distanza che la mano deve coprire per lunghi movimenti del cursore del mouse è relativamente grande con una sensibilità così bassa, il mouse deve essere spostato molto. Anche il sollevamento e lo spostamento sono spesso l’ordine quotidiano. Solo per questo motivo, una massa ridotta è utile e desiderabile. Se i muscoli si stancano a causa del peso del mouse, le capacità motorie fini inevitabilmente ne risentiranno dopo un po’.

chiave m2k
chiave m2k

Quindi la leggerezza è un vantaggio se devono essere effettuate regolazioni fini. Tuttavia, se il mouse è troppo pesante, la spinta e la frenata non saranno fluide, ma più volatili: l’inerzia significa che la spinta accumulata viene scaricata in un colpo solo e gli utenti sparano dietro il bersaglio. Più leggero è il mouse, minore è la forza richiesta all’inizio e più lineari sono i movimenti. In ogni caso, quest’ultimo è più preciso: le persone sono abituate a muovere solo le mani senza peso aggiuntivo. Ogni grammo in più rappresenta una sfida per il cervello perché deve stimare quanta forza è necessaria per superare un’inerzia insolita.

L’ultimo argomento a favore di un mouse pesante è l’elevato attrito sul tappetino del mouse, che spesso è vantaggioso. Tuttavia, se necessario, una benda di materiale grossolano può aiutare, senza pregiudizio per l’inerzia maggiore, che è descritta in dettaglio.

READ  L '"ingegnosità" dell'elicottero di Marte vola - e continua

Camminare sul filo del rasoio tra prestazioni e comfort

Pertanto, il peso ottimale per un mouse sparatutto è teoricamente di 0 grammi, ad esempio Zaunkoenig, produttore del mouse da gioco M2K più leggero (test), provocatoriamente ho fatto pratica. Anche in questo caso, questo approccio è solo parzialmente pratico. In primo luogo, non è possibile raggiungere 0g, in secondo luogo, valori CPI inferiori non possono essere scelti arbitrariamente – solo perché il tappetino del mouse e l’estensione del braccio sono limitati – e terzo, non tutti i giocatori e tutti i giochi hanno una richiesta assoluta di massima tenuta. Quindi la questione del peso ottimale per camminare sul filo del rasoio viene sempre utilizzata tra le prestazioni e il comfort di movimenti più piccoli, ad alta sensibilità e leggeri.

Tuttavia, chiunque stia attualmente acquistando uno sparatutto competitivo – dovrebbero essere considerati prima i giochi sparatutto multiplayer con modalità di gioco competitive e non le avventure per giocatore singolo – non dovrebbe essere sorpreso dalla sua leggerezza. In particolare, i popolari modelli di fascia alta come Logitech G Pro X Superlight (test), Razer’s Viper V2 Pro (test) o Endgame Gear XM2w e il Pulsar X2 Wireless, ancora in uscita, evidenziano, nella loro stessa leggerezza, il concetto di presa simmetrica delle dita e ambizioni di e-sport.

Logitech G Pro X Superlight, Razer Viper V2 Pro e Glorious Model O Wireless
Logitech G Pro X Superlight, Razer Viper V2 Pro e Glorious Model O Wireless

La massa è compresa tra 50 e 60 grammi – è proprio questa gamma che sarà effettivamente considerata leggera nel 2022. Da un massimo di 100 grammi si può parlare di un modello pesante. Ma anche i mouse con impugnatura palmare asimmetrici ora sono molto più piccoli, come il Glorious’ Model D (test), il Roccat’s Kone Pro (test) o il Pulsar Xlite V2 Wireless.

Gli utenti che utilizzano un mouse per applicazioni per ufficio e occasionalmente giocano ad avventure punta e clicca non sono il gruppo target dei mouse da gioco ottimizzati per prestazioni elevate. Sebbene possa essere ancora più comodo da usare grazie alla sua facilità d’uso, è anche comprensibile se gli utenti optano per la comodità dei controlli high-sense. A questo scopo, i topi pesanti possono effettivamente fornire un maggiore controllo, anche se in questo caso l’accuratezza che viene trascurata ne risente. Alla fine, ognuno può decidere da solo con cosa vuole giocare.

Questo articolo è stato interessante, utile o entrambi? Gli editori sono contenti di qualsiasi supporto ComputerBase Pro e dei blocchi degli annunci non funzionanti. Maggiori informazioni sugli annunci su ComputerBase.