Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Skateboard, falegname, isole viola: questo è Julian Nagelsmann

Julian Nagelsmann è il nuovo allenatore del Bayern Monaco. Un sogno per tutta la vita che diventa realtà per lui. T-online spiega come 33 anni Voce. E con cosa aveva a che fare.

Quando Julian Nagelsmann ha iniziato, come annunciato martedì, il suo lavoro come allenatore al Bayern Monaco il 1 ° luglio 2021, non solo un allenatore di successo assumerà una delle squadre di maggior successo al mondo, ma ci saranno anche 33 allenatori di successo. – Ha un anno a casa al ritorno. E realizzare il suo sogno per la vita.

La pianura alluvionale dell’Isar si estende a meno di 2 km dagli stadi dei club dei campioni tedeschi di Säbener Strasse. Un’area meravigliosa per proteggere il paesaggio e un riparo verde al centro di una grande città con una popolazione di oltre 1,5 milioni di abitanti. Nagelsmann conosce bene la regione e un ciclista appassionato apprezza anche il percorso dell’Isar per Wolverhausen, il punto più profondo della Baviera, il paradiso degli appassionati di mountain bike.

Ha creato il suo paradiso personale a Grunwald. Qui, nella nobile comunità di 11.000 persone sopra la valle dell’Isar, sua moglie Verena, originaria di Monaco, vive da anni con il figlio. E anche qui vivono celebrità che arrivano ai grandi della Baviera come Oliver Kahn, il direttore sportivo Hasan Salih Hamidic o l’attaccante Robert Lewandowski, i prossimi colleghi di Nagelsmann. Durante le vacanze, Nagelsmann era sempre a Monaco all’inizio e veniva visto con suo figlio negli stadi o con un cappotto rosso all’Allianz Arena. Il che ha portato a enormi speculazioni.

Ma era solo questione di tempo per molti osservatori che questo Julian Nagelsmann approdasse finalmente al Bayern Monaco. E ora è arrivato il momento. Julian Nagelsmann è lì.

READ  "Minacce inaccettabili": il trio della Super League rimane ostinato e attacca la UEFA

Futuro allenatore del Bayern nel 2017: Julian Nagelsmann con la sua allora fidanzata e ora sua moglie Verena. (Fonte: foto di Jan Huebner / imago)

Perché il Bayern Monaco ha annunciato oggi: a partire dal 1 luglio 2021, il Bayern Monaco sarà il nuovo allenatore del club. Un “sogno per tutta la vita” si sarebbe avverato per lui, ha rivelato Nagelsmann a mezzogiorno in una conferenza stampa tenuta privatamente da RB Leipzig. Non è una sorpresa.

Nagelsmann non ha mai nascosto la sua simpatia per la Baviera

Nagelsmann ha detto a Eurosport nell’autunno del 2017: “Il Bayern Monaco gioca già un ruolo più importante nei miei sogni. Vivo a Monaco da molti anni, vengo da Landsberg o Lech”. All’epoca disse: “Abbiamo un legame familiare lì. Questa è la nostra casa”. È a soli 60 chilometri da Säbener Strasse a Landsberg, la città natale di sua madre.

Per Nagelsmann, la vicinanza alla madre è della massima importanza e importanza. Quando aveva solo 20 anni, suo padre morì. Nagelsmann in seguito descrisse: “Anche se è stata l’esperienza più terribile della mia vita, mi ha portato oltre”.

Nagelsmann ha lavorato per i concorrenti locali TSV 1860

Sono stati anni difficili per il giovane ambizioso con grandi obiettivi. All’inizio del 2008, ha dovuto terminare la sua carriera calcistica all’FC Augsburg II dopo numerosi infortuni, senza giocare una sola partita professionale. Il suo allenatore all’epoca si chiamava: Thomas Tuchel.

Nagelsmann si è trasferito nella divisione giovanile del TSV 1860 Monaco, dove ha imparato a giocare a calcio per adolescenti (2002-2007). Per due anni è stato in Grünwalder Strasse a Giesing come vice allenatore degli U17, a soli 500 metri in linea d’aria dagli stadi del Bayern. Gli anni ’60 hanno attraversato tempi difficili e bassi dossi.

READ  Bayern Monaco - Notizie e indiscrezioni: sembra che l'allenatore dell'Ajax Erik Ten Hag fosse il piano alternativo di Nagesman

Una scuola difficile a cui dovette iscriversi prima di trasferirsi a Hoffenheim nel 1899. Quando il TSG lo rese l’allenatore più giovane della Bundesliga all’inizio del 2016 all’età di 28 anni, i media regionali scrissero della “gag delle PR” – ma presto è diventato chiaro che “PR gag” era seriamente intenzionato: con sette vittorie su 14 ha mantenuto Kraichgauer a giocare come tavolo-15. Prima di scendere. Solo un punto dietro l’Eintracht Frankfurt. Anche qui: puro stress.

B-Junioren-Bundesliga Süd / Südwest: 1860 allenatore Ivica Erceg e vice allenatore Julian Nagelsmann (a destra) nel 2010 (Fonte: immagini Imago / Alfred Harder)B-Junioren-Bundesliga Süd / Südwest: 1860 allenatore Ivica Erceg e vice allenatore Julian Nagelsmann (a destra) nel 2010. (Fonte: Alfred Harder / Imago Pictures)

“Amo la montagna, gli sport acquatici e la mountain bike”.

Cosa ci fa lui? Mangiare sano è il punto. Secondo le loro stesse dichiarazioni, la lista della spesa include verdure crude e verdure. La verza e le carote lilla non si sbriciolano “come il lievito”. E ha hobby sportivi ambiziosi che gli danno forza. Una volta ha detto in un’intervista a Sportsmail: “Quando i fan mi vedono guidare in città, iniziano a ridere. Non riescono a credere che l’allenatore sia su uno skateboard.” “Persone come questa. Una vita totalmente normale. Sono molto bravo. perché sono anche sul ghiaccio. “

Lontano dalla neve, ama lo sci di fondo: in un ritiro a Hoffenheim, in Austria, ha riscaldato una rampa in mountain bike nel tempo libero. Nagelsmann ha anche una motocicletta SuperMoto – e può anche essere ariosa: si dice che il parapendio abbia fatto proprio questo.

Una volta disse dei suoi hobby: “Non puoi avere il calcio, il calcio e il calcio. Se ti piacciono le altre cose, sarà sempre un piacere essere in campo”. Recentemente ha detto a Süddeutsche Zeitung: “Amo la montagna, gli sport acquatici e la mountain bike”. E che poteva immaginare di diventare un giorno una guida di una montagna delle Alpi, “lavorando per un’azienda che offre attività per il tempo libero”. Inoltre, un apprendistato da falegname è inimmaginabile perché ama “i risultati tangibili e visibili”.

READ  UEFA Champions League: Paris Saint-Germain-Manchester City 1: 2

Apprendistato da falegname dopo una carriera in Bayern?

Anche il Bayern Monaco si aspetta da lui risultati tangibili e visibili, avendo (probabilmente) sette titoli con il suo predecessore Flick entro un anno e mezzo.

Una volta ha detto: “Sono molto felice della mia vita. L’FC Bayern mi renderà un po ‘più felice”. Ora è il momento. Non solo perché Julian Nagelsmann è tornato nella sua casa adottiva. Ma perché sta anche realizzando il suo sogno di una vita.