Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Senior in Giappone: Schultz si reca a Tokyo con sei ministri

Senior in Giappone: Schultz si reca a Tokyo con sei ministri

al di fuori Consulenza governativa

Senior in Giappone – Schultz si reca a Tokyo con sei ministri

Consultare il governo tedesco-giapponese

Il Cancelliere Olaf Scholz (quinto da sinistra) è accolto dal Primo Ministro giapponese Fumio Kishida (sesto da sinistra) con Annalina Berbock, Nancy Weiser, Christian Lindner e Robert Habeck

Fonte: dpa / Kay Nietfeld

Puoi ascoltare il podcast di WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati come fornitori di terze parti richiedono tale consenso [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su ON, acconsenti a questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati Dati personali in altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con l’articolo 49 (1) (a) GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni su questo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite lo switch e la Privacy Policy in fondo alla pagina.

I governi di Germania e Giappone si sono incontrati per la prima volta per consultazioni congiunte. Il cancelliere Olaf Scholz si è recato sabato a Tokyo con sei ministri, tra cui Robert Habeck, Analina Berbock e Christian Lindner. Con l’incontro la Germania lancia un segnale anche alla Cina.

DottQuesto formato è nuovo: il cancelliere federale Olaf Scholz, il primo ministro giapponese Fumio Kishida e diversi ministri di entrambe le parti si sono incontrati sabato a Tokyo per le prime consultazioni intergovernative tedesco-giapponesi.

READ  Dopo il sondaggio degli utenti: Twitter sblocca l'account di Trump

Il cancelliere ha descritto le relazioni tra Germania e Giappone come “molto strette e amichevoli”. Il Giappone è un “partner di grande valore” della Germania. Con le prime consultazioni governative tedesco-giapponesi, le relazioni bilaterali raggiungeranno ora un “nuovo livello”. “Ci siamo incontrati per imparare gli uni dagli altri e lavorare insieme”, ha detto Schultz.

Una dichiarazione congiunta del governo rilasciata da entrambi i paesi ha successivamente affermato che le consultazioni governative come “una nuova piattaforma per Germania e Giappone come due principali economie industrializzate e democratiche” potrebbero “aprire nuove strade per promuovere una cooperazione concreta per un mondo pacifico e prospero”. i paesi.

Schulz (Partito socialdemocratico) si è recato a Tokyo con sei dei suoi ministri più importanti. Robert Habeck (Vice Cancelliere ed Economia, Verdi), Annalina Berbock (Fuori, Verdi), Christian Lindner (Finanze, FDP), Nancy Weser (Interno, SPD), Boris Pistorius (Difesa, SPD) e Volker Wessing (trasporti, FDP ).

Maggiori informazioni sul Giappone

Le consultazioni governative, ovvero le riunioni di diversi membri del gabinetto di entrambe le parti, non sono una novità per il governo federale. In passato, ad esempio, esisteva già con Cina, India, Brasile e Israele e fino al 2012 anche con la Russia. In questo modo si approfondiscono i rapporti con partner già vicini o strategicamente importanti. Per il Giappone, questa è la prima consultazione governativa in assoluto.

Schulze sposta l’attenzione dalla Cina al Giappone

La Germania è il partner commerciale più importante del Giappone in Europa e il Giappone è il secondo partner commerciale della Germania in Asia dopo la Cina. Con le consultazioni, Scholz sta anche inviando un segnale che è meno incline alla Cina in Asia rispetto al suo predecessore Angela Merkel (CDU). La prima visita del cancelliere in Asia nell’aprile dello scorso anno è stata a Tokyo, non a Pechino.

Il cancelliere Olaf Scholz stringe la mano al primo ministro giapponese Fumio Kishida

Il cancelliere Olaf Scholz stringe la mano al primo ministro giapponese Fumio Kishida

Fonte: dpa / Kay Nietfeld

I ministri si sono anche salutati bilateralmente, qui il ministro della Difesa Boris Pistorius (SPD) e il ministro della Difesa giapponese Yasukazu Hamada.

I ministri si sono anche salutati bilateralmente, qui il ministro della Difesa Boris Pistorius (SPD) e il ministro della Difesa giapponese Yasukazu Hamada.

Fonte: dpa / Issei Kato

La discussione si è incentrata sul tema della sicurezza economica. Schultz ha affermato che la guerra della Russia contro l’Ucraina ha dimostrato le difficoltà che sorgono quando c’è “un’eccessiva dipendenza economica in aree sensibili”. Come risultato di queste esperienze, è importante, tra l’altro, “ampliare la cooperazione con nuovi partner e conquistare nuovi partner”.

READ  Se ci fosse un costo aggiuntivo per le crêpe, la gente del posto ora sarebbe stanca

Secondo Schulz, gli argomenti di discussione con Kishida includevano anche la protezione delle infrastrutture critiche e la sicurezza delle future forniture energetiche. Inoltre, i due paesi hanno concordato di cooperare più strettamente per garantire le catene di approvvigionamento e proteggere le rotte commerciali. Secondo la dichiarazione, anche la cooperazione militare e la cooperazione in materia di sicurezza informatica dovrebbero essere rafforzate.

Pistorius vede un’opportunità di cooperazione negli armamenti

Nelle consultazioni intergovernative è stata discussa anche un’ulteriore cooperazione militare nella regione indo-pacifica. Il segretario alla Difesa Pistorius ha parlato di possibili “nuove sinergie” nel riarmo, ma senza fornire dettagli. In quanto paese con una forte marina, il Giappone è un partner interessante, ad esempio quando si tratta di propellere sottomarini.

L’esercito tedesco ha già inviato una nave da guerra e aerei da combattimento nella regione del Pacifico per rafforzare la cooperazione con le forze armate amiche. Vuole partecipare alle prove anche quest’anno.

I governi di Germania e Giappone sono unanimi nel loro continuo sostegno all’Ucraina. Entrambi hanno invitato la Russia a porre fine alla sua “guerra brutale” contro l’Ucraina ea ritirare le sue forze dal Paese “immediatamente e senza condizioni”. Inoltre, il primo ministro giapponese Kishida ha sottolineato che non dovrebbe esserci “alcuna minaccia nucleare dalla Russia”. Entrambe le parti si sono impegnate a continuare a sostenere l’Ucraina.

Puoi ascoltare il podcast di WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati come fornitori di terze parti richiedono tale consenso [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su ON, acconsenti a questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati Dati personali in altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con l’articolo 49 (1) (a) GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni su questo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite lo switch e la Privacy Policy in fondo alla pagina.

“Kick-off” è il podcast di notizie quotidiane di WELT. Argomento principale analizzato dagli editori WELT e le date di oggi. Iscriviti al podcast su SpotifyE Podcast AppleE Musica AmazonE GooglePodcast o direttamente tramite RSS Feed.