Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Requisiti di Windows 11: Intel Core X e Xeon W di settima generazione sono consentiti, ma Zen 1 no

Microsoft ha modificato i requisiti minimi di sistema per Windows 11 e affronta le critiche iniziali per non aver accettato Intel 7th Gen Core e AMD Zen 1. Ora ci sono alcune eccezioni per la settima generazione, e quindi anche Surface Studio 2, ma la prima generazione di Lo Zen è stato escluso.

A fine giugno, Microsoft ha annunciato di voler ancora verificare la compatibilità dell’Intel Core di settima generazione e dell’AMD Zen 1. Dal momento che l’Insider Preview è attualmente offerta anche per i sistemi le cui architetture in seguito non saranno adatte all’installazione dell’ultima versione di Windows 11. Ora è completato Da questa fase di esame, come con un nuovo lavoro in Blog di Windows Insider Può essere trovato.

Versione Intel Core X e Intel Xeon W. consentita

Microsoft sta apportando alcune modifiche minori ai requisiti di sistema di Windows 11, ma mantiene sostanzialmente la maggior parte dei requisiti originali. Questo include gli eletti Processori a 64 bitMinimo 4 GB di RAM, minimo 64 GB di memoria, avvio protetto UEFI, TPM 2.0. Tuttavia, Microsoft ha identificato una selezione di sistemi informatici che dovrebbero essere in grado di gestire il nuovo sistema operativo anche con processori meno recenti. In dettaglio, queste sono le seguenti CPU Intel Core di settima generazione:

  • Generalmente Intel Core X e Intel Xeon W
  • E onestamente Intel Core i7-7820HQ

Surface Studio 2 ottiene Windows 11

Il Core i7-7820HQ supporta solo i dispositivi forniti con driver aggiornati basati sui principi di implementazione del supporto hardware dichiarativo e configurato (DCH). Ciò include anche Surface Studio 2 dell’azienda, che è stato introdotto con esso nell’ottobre 2018 e da allora non è stato aggiornato.

READ  Reclutatore: questo è il nuovo sparatutto militare

AMD Zen 1. viene squalificato

Microsoft ha chiaramente rifiutato la prima generazione di AMD Zen. Questa decisione è stata presa dopo un’attenta analisi dei processori in collaborazione con AMD. È stato deciso insieme che non ci sarebbero state ulteriori aggiunte all’elenco dei processori compatibili con Windows 11. Uno dei motivi è che solo i processori supportati forniranno il supporto del motore DCH da OEM e IHV (Independent Hardware Vendor).

L’installazione manuale dovrebbe essere ancora possibile

Nel caso di dispositivi non ufficialmente compatibili con l’aggiornamento di Windows 11, l’installazione dovrebbe essere comunque possibile mantenendo l’Insider Preview o creando manualmente un nuovo supporto di installazione e utilizzandolo per installare il sistema operativo. Questo è ciò che i siti in buon contatto con Microsoft di solito offrono oggi, come ad esempio il bordoe ZDNet e Thorot. Tuttavia, questa opzione non è ancora ufficiale.

È prevista una nuova app per il controllo dello stato del PC

Nelle prossime settimane, Microsoft prevede di pubblicare una nuova versione dell’app PC Health Check che riconoscerà le CPU Intel appena aggiunte e le contrassegnerà come compatibili. Una nuova versione è già disponibile per l’anteprima oggi, che mostra maggiori dettagli sull’adattamento del sistema e ha lo scopo di fornire assistenza tramite collegamenti alle pagine della guida di Microsoft. La nuova app è compatibile con le versioni a 64 e 32 bit di Windows, Windows su ARM e PC che eseguono Windows 10 in modalità S.

La nuova app per il controllo dello stato del computer fornisce maggiori dettagli (Immagine: Microsoft)

Windows 10 riceverà supporto fino al 14 ottobre 2025

Per Windows 10 Home e Pro, Microsoft conferma che il supporto è pianificato fino al 14 ottobre 2025. Il prossimo aggiornamento delle funzionalità del sistema operativo apparirà più avanti nel corso dell’anno, prima che Windows 11 segua per le festività natalizie.

READ  Chip per smartphone: iPhone 13: ecco quanto è veloce il chip A15 Bionic nel benchmarking | newsletter

Anteprima di Windows 11 Insider Build 22000.168

Se vuoi provare Windows 11 adesso, puoi installare Windows 11 Insider Preview Build 22000.168, anch’esso pubblicato oggi, nel Dev e nel nuovo canale Beta. La nuova versione offre lingue notevolmente più supportate per la chat di Microsoft Teams e nuovi widget di Microsoft 365. Microsoft ora consiglia di passare al Canale Beta per gli utenti che attualmente sono ancora nel Canale Dev, ma preferirebbero provare una versione più stabile.