Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Reporter BILD sul posto: 10.000 persone arrestate in Kazakistan – Politica all’estero

Nella città, che il mondo intero guarda dal nuovo anno, mercoledì regna una strana calma.

Soldati russi pattugliano “Piazza della Repubblica” ad Almaty con le forze di sicurezza kazake. Subito dietro di loro: l’amministrazione della città completamente distrutta, un edificio in fiamme. Anche la casa del presidente, che ha sede nella capitale, Nur-Sultan, è stata attaccata.

Il silenzio in piazza è stato interrotto solo dagli annunci degli altoparlanti: “Coprifuoco dalle 23!” Almaty resta in stato di emergenza, anche se sembra che le forze di sicurezza abbiano ripreso il controllo.

Ma a quale costo? E soprattutto: come è successo tutto questo ad Almaty?

Per le strade della città si parla spesso di diverse persone scomparse. Si dice che in pochi giorni fossero più di 10.000, 1.700 nella sola Almaty.Mercoledì ha detto sui media kazaki, citando l’amministrazione comunale della capitale, di essere in mezzo a ladri e altri criminali.

Ma gli attivisti per i diritti umani temono che tra loro ci siano giovani manifestanti scesi in piazza per la libertà.


Le forze di sicurezza kazake hanno portato via un manifestanteFoto: picture alliance / dpa / TASS

I genitori di Almaty cercano i loro figli nelle carceri. Ma ci sono anche dei veri criminali violenti che sono arrivati ​​all’improvviso con le armi, ma nessuno qui ad Almaty è stato in grado di identificarli. Tuttavia, non erano tra i manifestanti pacifici.

Il blogger Alexander è stato un osservatore delle proteste sin dall’inizio ed è stato curioso di sapere chi sta manifestando lì e perché. Lui stesso non è un attivista politico. “Per me, i giovani che hanno assistito alle proteste in particolare sembravano volere un cambiamento politico, ma erano pacifici. Si tratta di avere un’opinione”.

Come ha potuto improvvisamente diventare così violento, centinaia di morti e migliaia di feriti – anche per questo Alexander non ha risposta. “Il fatto che quelle persone fossero lì all’improvviso sembrava decisamente organizzato”.

► Ma da chi e perché?

Gli esperti ritengono che il presidente Tokayev abbia sfruttato la crisi anche per cacciare il suo predecessore, l’influente presidente di lunga data Nursultan Nazarbayev.

Questo è anche l’argomento principale per molte persone qui ad Almaty. Molti temono che d’ora in poi ogni protesta pacifica contro le strutture dittatoriali e la corruzione possa essere repressa con il pretesto di essere “banditi” e “terroristi”.

Nel frattempo, infuria un dibattito politico sulle forze russe nel Paese.

Gli Stati Uniti insistono per un ritiro anticipato delle forze a guida russa dal Kazakistan. Il portavoce del Dipartimento di Stato americano Ned Price ha dichiarato a Washington che Washington accoglie con favore l’annuncio del presidente kazako Kassym-Jomart Tokayev che l’operazione di alleanza militare CSTO nel suo paese è terminata. Il governo Usa invita i soldati alleati ad ascoltare la richiesta di Tokayev di “lasciare immediatamente il Kazakistan”.

Tokayev ha annunciato martedì che il ritiro graduale delle forze di mantenimento della pace dall’Organizzazione del Trattato di sicurezza collettiva (CSTO) inizierà giovedì. L’Organizzazione del Trattato di sicurezza collettiva (CSTO), in cui altre quattro ex repubbliche sovietiche sono alleate oltre a Russia e Kazakistan, ha inviato più di 2.000 soldati in Kazakistan su richiesta di Tokayev dopo le proteste di massa la scorsa settimana.

Alla luce del dispiegamento delle truppe, il governo degli Stati Uniti ha avvertito che sarà difficile per il Kazakistan respingere l’influenza russa.

READ  Pandemia di coronavirus: Portogallo e Russia diventeranno presto una regione in cambiamento per il virus