Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Rapporto di mercato: gli investitori sono troppo avidi?

Rapporto di mercato: gli investitori sono troppo avidi?


Rapporto di mercato

Al: 20 dicembre 2023 alle 12:46

Il principale indice tedesco, il DAX, è diventato negativo dopo i guadagni iniziali. Nel frattempo, aumentano i segnali di allarme a Wall Street e gli investitori statunitensi sembrano diventare sempre più avidi.

Il DAX non è riuscito a mantenere i guadagni iniziali a 16.790 punti ed è scivolato in zona rossa durante la mattinata. Il minimo giornaliero temporaneo è di 16.695 punti. Ciò significa che continua la riluttanza degli investitori ad acquistare nel mercato azionario tedesco. Giovedì scorso, le autorità monetarie che circondano la presidente della Banca Centrale Europea Christine Lagarde hanno smorzato le speranze degli investitori per imminenti tagli dei tassi di interesse, rallentando così il rialzo record.

Anche se da allora i prezzi del DAX non hanno acquisito un reale slancio, gli osservatori del mercato presumono che inizialmente non siano previste commissioni diffuse. Indicano una stagionalità positiva: il periodo in realtà inizia domani, un periodo noto per avere buone opportunità per guadagni di prezzo sproporzionatamente forti nel mercato azionario.

Gli statistici fanno risalire il picco stagionale di Natale agli ultimi cinque giorni di negoziazione del vecchio anno di borsa e ai primi due giorni di negoziazione di gennaio. Da un punto di vista statistico, non ci sarà una finestra temporale per ulteriori cali significativi dei prezzi fino a dopo il rally di Natale.

Intanto crescono i segnali d’allarme a Wall Street. Christian Henke, esperto dell’IG, avverte che “il rischio di una correzione aumenta” e fa riferimento al “Fear and Greed Index” sviluppato dal canale televisivo americano CNN. Questo è ora incluso nella fascia di “avidità estrema” e indica quindi un’esagerazione del rialzo. “Gli investitori transatlantici stanno diventando sempre più avidi – e questo potrebbe diventare un problema”, ha detto Henke.

A metà settimana, è probabile che le cose scendano leggermente a Wall Street, come indicano gli indicatori pre-mercato. I futures dell’ammiraglia statunitense Dow Jones sono attualmente in calo dello 0,1%, mentre i futures del Nasdaq, ad alto contenuto tecnologico, sono in calo dello 0,3%.

Nel frattempo, questa mattina sono arrivate notizie positive dal fronte economico tedesco: i prezzi alla produzione tedeschi sono crollati bruscamente a novembre per il quinto mese consecutivo. I produttori di prodotti commerciali, dalla benzina allo zucchero, fatturano in media il 7,9% in meno rispetto all’anno precedente.

READ  Report fotografico - Guarda come l'efficienza energetica sta cambiando le aziende!

Alla fine dell’anno anche la fiducia dei consumatori è nettamente migliorata: secondo la società di ricerche di mercato GfK e l’Istituto per le decisioni di mercato di Norimberga, le aspettative di reddito e la propensione all’acquisto hanno registrato notevoli aumenti. Con meno 25,1 punti il ​​clima dei consumi è salito al livello più alto da agosto.

L’euro ha in qualche modo esteso le sue perdite iniziali. A mezzogiorno un euro costa 1,0955 dollari, ovvero lo 0,2% in meno rispetto al giorno precedente. Anche per quanto riguarda l’oro i venditori sono in maggioranza: il prezzo di un’oncia d’oro è sceso dello 0,2% a 2.037 dollari.

I prezzi sul mercato del petrolio greggio continuano a salire. Il prezzo di un barile (159 litri) di greggio Brent del Mare del Nord è aumentato dell’1,1% al di sopra del livello ampiamente rispettato di 80 dollari. A seguito degli attacchi dei ribelli Houthi alle navi nel Mar Rosso, queste vengono ora dirottate attraverso il Capo di Buona Speranza, rendendo il trasporto più costoso.

Deutsche Post in FedEx crolla

Il più grande perdente nel DAX sono i titoli Deutsche Post. All’ora di pranzo la “freccia gialla” era in calo dell’1,3% circa. I deludenti dati commerciali della rivale FedEx stanno pesando sul sentiment del settore. Il gruppo logistico statunitense aveva abbassato le previsioni di vendita per l’intero anno fiscale e ora si aspetta un calo nell’intervallo a una cifra.

Nell’indice MDAX spicca United Internet con un aumento dei prezzi di circa il 7,5%. L’azienda Internet prevede un ulteriore aumento delle vendite e dei profitti per il prossimo anno. Il prezzo delle azioni della filiale 1&1 è aumentato notevolmente. L’azienda di telecomunicazioni prevede di crescere nuovamente nel 2024 dopo il previsto calo degli utili quest’anno.

A ProSiebenSat.1, le prospettive di business del gruppo mediatico per il 2024 non sono state ben accolte dagli investitori, con le azioni in fondo all’indice SDAX small-cap, che hanno perso il 6%. Gli analisti di Goldman Sachs sono allarmati dalle previsioni sugli utili operativi, inferiori alle aspettative del mercato.

READ  Quota di Heidelberg Cement: una società in ripresa - Diverse società Dax AG sono dietro Heidelberg Cement

Lontano dagli indici principali, le azioni del produttore di biocarburanti CropEnergies stanno emergendo positivamente con un buon rialzo di due terzi. Südzucker vuole rilevare l’intera filiale e poi ritirarla dalla quotazione in borsa. A questo scopo l’azienda alimentare ha annunciato un’offerta pubblica di acquisto del valore di 11,50 euro in contanti per certificato azionario.

Il membro del consiglio Markus Kameth, precedentemente responsabile delle attività asiatiche di BASF, in futuro sarà alla guida della più grande azienda chimica del mondo. Kamith sostituirà l’ex CEO Martin Brudermüller dopo l’assemblea generale di fine aprile. Il Dottore in Chimica lavora presso BASF dal 1999 e meno di due anni dopo è diventato membro del Consiglio di amministrazione, di cui è membro anche lui dal 2017.

L’elaborazione delle richieste dei clienti presso Postbank richiederà un po’ più tempo di quanto inizialmente sperato da Deutsche Bank. Un portavoce della Deutsche Bank ha dichiarato: “Affrontare il restante arretrato di casi è complesso e in alcuni casi richiede più tempo. Affronteremo quindi finalmente alcuni di questi casi all’inizio del 2024.” I problemi affrontati dalla filiale della Deutsche Bank hanno portato alla nascita del regolatore finanziario BaFin lo scorso settembre.

Le principali case automobilistiche stanno combattendo quella che potrebbe essere la più grande campagna di richiamo negli Stati Uniti. Ieri hanno respinto una richiesta della National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) degli Stati Uniti di richiamare 52 milioni di coperture per airbag dai fornitori di automobili ARC Automotive e Delphi Automotive. Tra le persone colpite ci sono General Motors, Ford Motor, Stellantis, Tesla, Toyota Motor e Volkswagen.

La società di rame Aurubis ha registrato un calo dei profitti dopo casi di furti e frodi. Il risultato finale è che nell’anno finanziario 2022/23 (a fine settembre) l’azienda di riciclaggio ha guadagnato 141 milioni di euro – dopo 715 milioni di euro dell’anno precedente. I dividendi dovrebbero scendere da 1,80 a 1,40 euro per azione. Il gruppo è stato vittima di una frode su larga scala in cui il danno è stato stimato in 200 milioni di euro.

READ  La Federal Reserve statunitense limiterà i suoi acquisti di obbligazioni all'inizio di questo mese

La catena di negozi di ferramenta Hornbach avverte gli effetti della riluttanza dei suoi clienti a realizzare progetti fai-da-te più grandi. Nel terzo trimestre il fatturato è quindi diminuito del 4% a 1,485 miliardi di euro. Allo stesso tempo, la riduzione dei prezzi delle materie prime e dell’approvvigionamento, abbinata ad una rigorosa gestione dei costi, ha aumentato l’utile operativo (EBIT) dell’1,2% a 49,5 milioni di euro.

La filiale della Toyota, Daihatsu, ha interrotto le consegne di tutti i modelli di veicoli a causa di difetti di sicurezza. L’indagine ha riscontrato problemi in 64 modelli, inclusi quasi due dozzine di modelli venduti con il marchio Toyota. La Toyota ha affermato che è necessaria una “revisione radicale” per “rilanciare” la Daihatsu. Già in aprile si sapeva che i test di sicurezza in caso di impatto laterale su 88.000 piccole auto erano stati manomessi.

Dopo che Saudi Telecom Company (STC) si è unita a Telefonica, la Spagna vuole acquisire quote del gruppo spagnolo di telecomunicazioni. Il governo di Madrid vuole acquisire, attraverso la società statale Sepi, una quota pari al 10% di Telefonica. Il Ministero del Bilancio ha affermato ieri che “la presenza di un grande azionista nello Stato migliorerà la stabilità della struttura proprietaria della società”.

La gigantesca compagnia di navigazione danese Maersk fa navigare le sue navi attorno al Capo di Buona Speranza invece di passare attraverso il Canale di Suez attraverso l’Africa. Maersk ha detto ieri, aggiungendo: “Gli attacchi a cui abbiamo assistito contro le navi commerciali nella regione sono allarmanti e rappresentano una minaccia significativa per la sicurezza e il benessere dei marittimi”.

Douglas Cosmetics Group si sta dirigendo verso una potenziale IPO con risultati record alle spalle. Nell’anno finanziario 2022/23 (a fine settembre), il fatturato consolidato rettificato è aumentato del 12,1% raggiungendo i 4,1 miliardi di euro. Il risultato finale è stato un utile di 16,7 milioni di euro – dopo una perdita di 313,8 milioni di euro l’anno precedente. La società mira ad entrare nel trading floor nel 2024.