Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

“Qualsiasi guidatore lo avrebbe fatto”

13:29

Wolf e Horner insieme in PK

La Federazione automobilistica internazionale (FIA) ha annunciato oggi la formazione delle conferenze stampa del fine settimana del Qatar. E perché si adatta così bene al tema: Wolf e Horner saranno seduti insieme sul campo di battaglia venerdì! Deve essere divertente. Ecco una panoramica delle coppie di piloti per PK giovedì e team manager PK venerdì:

PK Driver (giovedì, 12:30 CET):
Pierre Gasly (AlphaTauri) / Lance Stroll (Aston Martin)
Fernando Alonso (Alpino) / Nicholas Latifi (Williams)
Esteban Ocon (Alpino) / Daniel Ricciardo (McLaren)
Yuki Tsutaka (Alpha Tauri) / Mick Schumacher (Haas)
Sebastian Vettel (Aston Martin) / Lando Norris (McLaren)
Nikita Maspin (Haas) / Charles Leclerc (Ferrari)
Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo) / Max Verstappen (Red Bull)
Kimi Raikkonen (Alfa Romeo) / Sergio Perez (Red Bull)
Valtteri Bottas (Mercedes) / Carlos Sainz (Ferrari)
Lewis Hamilton (Mercedes) / George Russell (Williams)

Team Leader PK (venerdì, 13:00 CET):
Toto Wolff (Mercedes) / Christian Horner (Red Bull)
Frederic Vasseur (Alfa Romeo) / Franz Tost (AlphaTauri)

Come al solito, qui nel nastro riceverai immediatamente i dati più importanti!


13:10

Wolf: Devi essere un po’ paranoico…

In questo contesto, l’affermazione di Toto Wolff si inserisce perfettamente. Ha detto su “Sky” nel fine settimana che non avrebbe avuto problemi con la Red Bull a mettere in dubbio la legittimità della Mercedes. “Fa parte del guardare e sfidare le parti dell’altra squadra”, spiega.

“Uno deve [in der Formel 1] Sii scettico – e forse un po’ paranoico. Questo è un bene per noi”, spiega e spiega anche il capo del team Mercedes: “Penso che chiunque vincerà il campionato alla fine sarà il vincitore appropriato. Lo accetteremo sempre”.

Lungo la strada può diventare un po’ sporco se guardiamo ai giorni e alle settimane passate…


12:48

Fittipaldi ai rigori: “Le regole sono le regole”

Il due volte campione del mondo ha commentato sabato i rigori contro Lewis Hamilton e Max Verstappen in Brasile. Ha trovato bene sia la squalifica di Hamilton che quella di Verstappen, rispettivamente. “Se le regole dicono che non puoi toccare altre auto, non toccare nessun’altra auto”, fa spallucce, riferendosi a Verstappen.

“Le regole sono regole”, ricorda. Questo vale anche per Mercedes. Non pensa che Hamilton abbia avuto un vantaggio con lo 0,2 mm. Ma: “Quando si parla di numeri: due più due fa quattro. Non fa tre e mezzo o quattro e mezzo”. Secondo lui, i numeri non mentono. E 0,2 mm sono sufficienti per la squalifica.

READ  Bayern Monaco - Notizie e indiscrezioni: sembra che l'allenatore dell'Ajax Erik Ten Hag fosse il piano alternativo di Nagesman


12:25

Il Qatar spera in tanti sorpassi

La prima gara di Formula 1 in Qatar dovrebbe, ovviamente, essere un successo per gli organizzatori dal punto di vista sportivo. Amr Al-Hamad, direttore del motorsport del Qatar, ha detto con ottimismo che si aspetta “molte manovre di sorpasso”. “Nessuno ha dati da qui, nessuno ha mai guidato qui prima”, ricorda e spiega, “Ogni minuto di allenamento è sprecato”. [deshalb] fare la differenza. “

“[Die Strecke] Molto tecnico. Hai bisogno di molto carico aerodinamico”, spiega. Tuttavia, ci sono “alcune” possibilità di sorpasso, afferma. Vediamo. Altri esperti sospettano che il sorpasso possa essere un po’ difficile visti i tratti tecnici, anche se la casa diritta è più lungo un chilometro.


12:04

#FragMST

Thomas ha una domanda sulle modifiche al motore della Mercedes e vorrebbe sapere: “È possibile che la FIA impedisca ulteriori modifiche al motore della Mercedes? Perché queste migliorano solo le prestazioni. Questo non ha nulla a che fare con la sostenibilità e va contro l’attuale idea del regolamento Con solo tre motori a stagione”.

Esatto, le continue modifiche infatti non rispettano le normative. Ma: non sono vietati. In teoria, le squadre possono utilizzare tutti i motori che vogliono. Le sanzioni sono chiaramente definite. Nel caso del nuovo motore a combustione, queste sono cinque posizioni sulla griglia. Quindi la FIA non vuole e non può intervenire.


11:43

Steiner su Mick: ‘La pressione sarà più alta’ nel 2022

Haas non ha mai nascosto il fatto che nel 2021 Mick Schumacher e Nikita Maspin saranno sul punto di prendere piede in Formula 1. Di conseguenza, è probabile che gli errori vengano perdonati. Secondo il capo squadra Gunther Steiner, il periodo di grazia scade il prossimo anno.

“Dobbiamo lottare per i punti. Questo è il compito”, afferma inequivocabilmente e spiega: “L’anno prossimo la pressione sarà ancora maggiore. […] La sfida di quest’anno era abituarsi a tutto e conoscere la Formula 1. Quest’anno ho imparato e ora dobbiamo dare i punti”.

Se la macchina nuova lo permette…


11:38

Le prime foto dal Qatar

Come accennato in precedenza all’inizio del nostro nastro, gran parte del circuito è già arrivato in Qatar. Qui ora puoi anche dare una prima occhiata al circuito. Entrambe le squadre faranno sicuramente tre cross quando lunedì si concluderà un estenuante tre colpi di testa.

E uno di loro probabilmente dirà di nuovo una preghiera affinché la spedizione arrivi in ​​tempo questa volta e che non dovrai lavorare un altro turno di notte…

READ  Olympia 2021: ecco cosa sta facendo Saint Boy dopo lo scandalo dell'equitazione Annika Schleu




11:04

Binotto soddisfatto: i progressi della Ferrari non sono mai stati così grandi

Dopo il Brasile, la Scuderia ha 31,5 punti di vantaggio sulla McLaren. “Questo è il divario più grande che sia esistito tra le due squadre quest’anno”, ha detto il capo squadra Mattia Binotto, soddisfatto della competizione per il terzo posto alla Coppa del Mondo. “Sicuramente è un vantaggio importante – ricorda – ma mancano ancora tre gare”.

È chiaro, però, che ormai la Ferrari ha tutte le carte in regola, motivo per cui Binotto è “molto contento” di questo vantaggio. La squadra è stata recentemente “molto coerente” e anche l’affidabilità è stata un “fattore chiave” nel duello con la McLaren. E infatti, questi fatti alla fine hanno parlato a favore della Scuderia.

La Ferrari ha sempre segnato entrambe le vetture nelle ultime quattro gare, mentre la McLaren ha invece segnato solo una volta con entrambi i piloti nello stesso periodo. Il loro vantaggio di 17,5 punti, che detengono ancora dopo la Russia, si è trasformato in un deficit di 31,5 punti.


10:42

Penalità Hamilton: la FIA non vuole vietare il canto

Dopo una multa contro Lewis Hamilton per aver allentato le cinture di sicurezza dopo aver tagliato il traguardo, il direttore di gara Michael Massey ha chiarito che la FIA non voleva impedire ai piloti di esultare dopo la vittoria. Tuttavia, è un problema di sicurezza. “Nel loro ragionamento, i padroni di casa hanno chiarito che l’obiettivo non è impedire i cori pubblici”, ha detto Massey.

Tuttavia, per quanto riguarda i giovani piloti, bisognava dare l’esempio che “questo comportamento è inaccettabile”, come ha detto il direttore di gara. Dal momento che non c’è stata alcuna sanzione in casi simili in passato, la sanzione di € 5.000 di Hamilton (più 20.000 in libertà vigilata) era piuttosto bassa. Non c’era nessuna sanzione sportiva come un avvertimento.


10:21

Oggi, otto anni fa…

… Sebastian Vettel stabilisce un nuovo record di F1! Il tedesco ha vinto il Gran Premio degli Stati Uniti 2013, celebrando la sua ottava vittoria consecutiva. Ha superato il precedente record detenuto da Michael Schumacher (2004) e Alberto Ascari (1952/1953), vincendo ciascuno sette gare di fila.

Nella gara successiva in Brasile, Vettel ha ottenuto una nona vittoria. Questo è un record fino ad oggi! Neanche Lewis Hamilton ha potuto farlo negli ultimi anni. Il più vicino a Vettel è stato Nico Rosberg, che è riuscito a vincere almeno sette gare consecutive tra la fine del 2015 e l’inizio del 2016.


10:00 del mattino

Masepin vantaggio?

I rookie di Formula 1 Masepin, Schumacher e Tsunoda spesso affrontano uno svantaggio quest’anno perché alcune piste sono completamente nuove per loro. Curiosità: in Qatar ora vale il contrario per Masepin! Perché mentre la maggior parte dei piloti non ha mai guidato il Losail International Circuit, il russo conosce già la pista.

“Nel 2014, ho guidato lì la mia prima gara di Formula MRF”, dice. In un totale di quattro gare in Qatar, è arrivato addirittura secondo sul podio una volta. Sergio Perez conosce il circuito anche dal campo dei piloti attuali. Nel 2009, è stato in grado di vincere lì nella GP2 Asia Series.


9:41

Bottas saluta Chu

Sappiamo da ieri che Guanyu Zhou guiderà al fianco di Valtteri Bottas per l’Alfa Romeo nel 2022. Il finlandese ha anche dato il benvenuto al suo nuovo compagno di squadra su Twitter. “Benvenuto nel Team 2022”, scrive l’assiduo pilota Mercedes e annuncia che non vede l’ora di lavorare con lui.

È ovviamente uno shock culturale per lui quando il sette volte campione del mondo si trasforma in un principiante dall’altra parte del garage…abbiamo incontrato Guanyu Zhou e la domanda se è la persona giusta per la seconda volta Alfa Romeo cockpit tra l’altro anche Coperto nel nostro nuovo video!



9:22

La situazione in Qatar è appena migliorata

In effetti, eventi come la Formula 1 o l’imminente Coppa del Mondo dovrebbero essere autorizzati a garantire che la situazione dei diritti umani in Qatar migliori. Almeno questo è ciò che molti partecipanti confermano più e più volte quando si tratta di questo argomento. Ma secondo un rapporto di Amnesty International, raramente succede qualcosa.

“Süddeutsche Zeitung” Ha citato dal rapporto che “i progressi in Qatar sono rimasti stagnanti nel 2021 e anche le vecchie pratiche abusive sono riemerse”. Si dice che in Qatar ci sia “sfruttamento massiccio”. Vediamo come la Formula 1 affronta questo problema nel fine settimana.