Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Più di 200 occorrenze: disastro aziendale

Nelle province con un tasso di infezione da coronavirus superiore a 200, il commercio al dettaglio della Baviera deve chiudere di nuovo. Per i commercianti, questo è spesso un disastro.

Dachau / Karlsfield – Nella contea di Dachau, il numero di casi è di nuovo in aumento. Rimane con uno Corona-Con più di 200 casi che si verificano, come in tutte le province e città, stanno ricominciando misure ancora più severe. Per i negozi, “clicca e incontra” non è più, ma clicca e raccogli. I clienti non sono più autorizzati a fare acquisti nel negozio, ma solo ritirandoli alla porta del negozio.

Per il negozio di scarpe e moda Schuhe Schmid a Karlsfield, questo significa soprattutto una cosa: pochissimi clienti. “In media abbiamo solo 40 clienti al giorno”, si lamenta Ricarda Thiel, vicedirettore della filiale di Karlsfield. Oltre a questo, ogni giorno venivano nel suo negozio tra le 150 e le 200 persone. Il negozio di scarpe doveva davvero agire: i dipendenti venivano mandati a lavorare per un breve periodo e gli orari di lavoro erano cambiati. “Le persone vogliono fare acquisti con noi e sono già alle nostre porte, ma una volta che sentono che devono fare un test negativo, si voltano di nuovo”, dice Thiel e sospira.

Therese Muggle è un’appassionata fioraia. Attualmente, tuttavia, è preoccupata per la sua attività e per il futuro del suo negozio di fiori.

© Dick

Anche se il vicedirettore di filiale descrive il procedimento come “una sciocchezza”, è comunque felice di avere la porta aperta. Almeno una “piccola cosa” uscirà in questo modo. Per Schmid, questo è “ancora meglio di niente”. Perché un’altra chiusura rigida rischia di rompere il collo del negozio per molto tempo. “Sarà uno schiaffo in faccia per noi”, ha detto Thiel.

READ  Prima tendenza estiva: il nuovo stile potrebbe indebolire gli aeroplani e riscaldare la Germania: la meteorologia

Nonostante le misure “soft-minded”: rivenditori soddisfatti di un po ‘di vendite – I numeri del Coronavirus sono in aumento

Se il regolamento entrerà in vigore venerdì, anche i negozi di ferramenta, i negozi di fiori, i giardinieri e le biblioteche saranno interessati. Per il negozio di fai da te Obi a Dachau, questo avrà importanti impatti negativi. Come sai dall’anno scorso, lo farai Fare clic e ricevere– Il display è molto utilizzato, ma per i dipendenti del negozio di ferramenta ciò è associato a una spesa significativamente maggiore di materiale e tempo. Dopotutto, i dipendenti dovranno prima trovare la merce che desiderano in un negozio di ferramenta.

Il direttore della filiale Tobias Locke parla di “un disastro”. Si aspetta una perdita tra il 50 e il 60 percento. “Queste sono vendite drammatiche che stiamo perdendo di conseguenza”, ora, nella stagione più calda per il mercato delle costruzioni. “Il centro del parco è il nostro motore più importante”, spiega Locke. Fastidio più duro Corona– Le regole sono pericolose, perché i prodotti dei vasi di fiori vengono esposti solo nel garden center per due settimane, dopodiché devono essere cancellati: danno economico molto costoso per il negozio di ferramenta.

Paura della chiusura definitiva: i rivenditori in Baviera finiranno presto a causa di Corona

Oltre ai negozi di bricolage più grandi con garden center, anche i negozi più piccoli sono stati colpiti duramente, come il negozio di fiori Dachauer Blumenzauber. Therese Muggle e sua figlia gestiscono l’attività in Mittermayerstraße da 22 anni. Ma Mughal sta gradualmente perdendo la speranza. “In realtà, sono una persona positiva, ma lentamente sto diventando negativa”. Da Corona, è stata un po ‘sola nel suo negozio, con le vendite al piano di sotto. Poiché Mogel non vuole verificare con i propri clienti i risultati del test Corona, offre la sua merce per il ritiro. Mughal è in realtà un appassionato fiorista, ma in questo momento è tutto così noioso. Dal momento che i clienti non sono più autorizzati ad aiutare se stessi, il fioraio non espone più le sue merci in modo sfacciato. Ciò significa che un punto importante che fa le vendite è andato.

READ  Con AstraZeneca tre mesi dopo

Anche Mughal attende con sospetto la festa della mamma quest’anno. In realtà è il giorno più impegnativo dell’anno, ma secondo Babbano, quest’anno potrebbe essere molto impegnativo. “Spero che saremo in giro fino alla fine dell’anno”, dice Mugel. Tuttavia, se le cose continuano come prima, le probabilità sono 50 a 50. Per alcuni negozi, lo sforzo di apertura non vale lo sforzo nonostante tutto. Rimani anche tu Al di sotto del tasso di incidenza di 200 Un po ‘chiuso. Verena Mukel

Video: altri trader beneficiano dei blocchi contro Corona

A proposito: Tutto dalla regione è ora disponibile anche nel nostro nuovo quartiere regolare Newsletter di Dachau.