Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Pioneer – “As Long As The Light”: Michael Rother sta scherzando con il lavoro in ritardo

BERLINO (AP) – Poco più di un anno fa, ha festeggiato il suo 70esimo compleanno ed è stato riconosciuto come uno dei più influenti musicisti rock tedeschi: Michael Rother.

+++ Notizie attuali sulle celebrità +++

Il chitarrista e compositore, che vive in Bassa Sassonia o in Italia, è una figura leggendaria del cosiddetto krautrock, soprattutto all’estero, con stazioni nelle bande dei Kraftwerk, NEW! Harmonia, nonché artista solista. Dopo fertili invettive sul nome da parte della Groenlandia del suo nobile fan Herbert Grünemeyer, il nativo di Amburgo presenta ora un nuovo album.

“As Long As The Light” è alquanto sorprendente, perché poco prima del suo storico compleanno Rother aveva filosofato a sinistra in un’intervista con la Deutsche Presse-Agentur: “È bene aspettarsi che Nichtvorhersehbares prenda vita. Che l’album inizi Next in tre mesi.” Superato da un lavoro in ritardo più ampio in tutto il lavoro rivoluzionario di Krautrock ed Electropop negli ultimi 50 anni, i musicisti comprensivi non sembrano essere al primo posto.

La registrazione “Dreaming” di Boxset pubblicata nel 2020 – il risultato di una sessione di registrazione ad Amburgo con la britannica Sophie Joiner Rother negli anni ’90 – ha mostrato il chitarrista e inventore del suono in una forma forte. Il canto femminile era una componente insolitamente importante per un musicista che suonava strumenti.

Canta Vitoria Macabrona

Una voce femminile più oscura può essere ascoltata anche in alcuni dei brani di “As Long As The Light” – dalla partner italiana di Rother Vittoria Maccabruni, che non solo appare prominente sulla copertina dell’album per questo motivo.

READ  Ruby Luna apre a Düsseldorf: pass giornaliero

Nel 2020/21, Rother e Maccabruni hanno registrato otto brani co-sviluppati vicino a Pisa che a volte sono dolci e sognanti, a volte ritmici e spesso con chitarre elettriche forti e distorte. Come al solito da questo musicista molto indipendente, i suoni hanno un effetto calmante e ipnotico. Questo è il krautrock del cinema qui e ora, la casa d’arte delle orecchie, quindi Michael Rother non ha dimenticato nulla.