Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Perdita di onde di Omicron in Europa: perché è meglio non essere infettati

Questo giovedì, il numero di nuove infezioni giornaliere in Francia è leggermente diminuito. Tuttavia, è ancora sopra i 300.000 casi e il tasso di infezione a 7 giorni a livello nazionale è poco meno di 3.000. Quindi non sorprende che Parigi abbia allentato le sue rigide regole di ingresso per la Gran Bretagna. C’è un tasso di incidenza di circa la metà. Inoltre, è necessario risultare negativo con meno di 24 ore di anticipo, ma non è più necessario che chi arriva rimanga in quarantena per 10 giorni.

La Francia ha appena lasciato che un’onda Omicron si precipitasse?

Il governo francese ha permesso che l’infezione facesse il suo corso? Alcuni chiedono.

Nella redazione principale di Euronews a Lione i contagi non sono stati tanti come in questi giorni. Alcuni colleghi sono già stati feriti per la seconda volta. Alcuni si sentono come niente, altri hanno la febbre alta e un forte mal di testa.

Il tasso di infezione è ora in leggero calo a Parigi, ma continua ad aumentare altrove in Francia.

“Le persone infette sono ovunque”

Dice la virologa tedesca Isabella Eckerl, che lavora a Ginevra In un’intervista a Wirtschaftswoche: “Omicron probabilmente catturerà tutti.” Il numero di pazienti Covid-19 all’ospedale universitario HUG di Ginevra è già aumentato in modo significativo.

Su Twitter, Isabella Eckerle condivide anche i tweet del giornalista scientifico Lars Fischer, che elenca tre buoni motivi per cui è meglio non avere un oomicron. In primo luogo, “moderato” significa che è molto improbabile che sia necessaria la ventilazione, in secondo luogo, un’elevata carica virale spesso porta a un decorso peggiore della malattia e, in terzo luogo, il virus Covid-19 continua a minacciare dopo l’infezione.

READ  Variabile delta: perché la seconda vaccinazione è così importante!

In Inghilterra, la quarantena delle persone risultate positive è stata ora ridotta a cinque giorni. Il governo vuole limitare gli effetti negativi dell’onda Omicron sull’economia.

Sajid Javid, ministro della Salute britannico, ha dichiarato: “Dopo un’attenta valutazione, abbiamo preso la decisione di ridurre il periodo minimo di autoisolamento in Inghilterra a cinque giorni interi. Da lunedì, coloro che sono risultati negativi al test per due volte potranno partire isolamento all’inizio del sesto giorno”.

L’Ungheria prepara la quarta dose di vaccinazione di richiamo. Questo non dovrebbe essere obbligatorio e in linea di principio può essere somministrato da quattro a cinque mesi dopo la terza vaccinazione. Se dimostrato efficace negli studi.