Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Per le aziende: la quota di Telekom diventa positiva: Deutsche Telekom entra nel mercato con i servizi di telefonia cloud – premio di compensazione | newsletter

Le due società hanno annunciato mercoledì a Bonn e Berlino che l’offerta non è rivolta a clienti privati, ma piuttosto ad aziende e istituzioni.

Con la telefonia cloud, tutte le funzioni del sistema telefonico vengono eseguite nel centro dati del provider di servizi e sono rese disponibili tramite Internet. In questo modo sono stati sostituiti l’hardware del sistema telefonico del cliente e i cavi di comunicazione telefonica privata.

Finora, Telekom ha in gran parte lasciato questo segmento di attività a società specializzate come Vonage o NFON. Tuttavia, Deutsche Telekom Capital Partners (DTCP), il capitale di rischio di Deutsche Telekom, ha già investito nella start-up francese Aircall nel 2020.

I sistemi telefonici basati su cloud come quelli di Aircall possono essere integrati in modo relativamente semplice nel software di gestione dei clienti (CRM) o nei sistemi di help desk. “I clienti business di Deutsche Telekom hanno accesso illimitato alla tecnologia Aircall”, ha affermato il Gruppo Telekom. Con il nuovo segmento, Telekom si rivolge principalmente ai team di vendita e supporto nelle piccole e medie imprese.

Grazie alla partnership, Aircall si sta precipitando nel mercato di lingua tedesca e aprirà una sede a Berlino alla fine di febbraio, inizialmente con 15 dipendenti. L’azienda è stata fondata a Parigi nel 2014 e ha uffici a Parigi, New York, Sydney, Madrid e Londra. In totale, Aircall ha più di 600 dipendenti.

Dopo aver inizialmente riportato leggere perdite nel trading XETRA mercoledì, le azioni di Deutsche Telekom sono cambiate e ora sono temporaneamente in rialzo dell’1,37% a 16,18€.

Il tribunale dell’UE assegna a Telecom 1,75 milioni di euro di danni

Il Tribunale dell’Unione Europea ha risarcito la Deutsche Telekom per un importo pari a 1,75 milioni di euro. Il tribunale ha annunciato mercoledì che la Commissione europea deve pagare i soldi perché si è rifiutata di pagare i cosiddetti interessi di mora su una sanzione di concorrenza precedentemente imposta che è stata nuovamente ridotta dopo anni. La sentenza è ancora impugnabile dinanzi alla Corte di giustizia europea (causa n. T-610/19).

READ  I datori di lavoro più famosi in Germania: due società della Franconia nella lista dei primi 10 - Herzogenaurach, Norimberga

Nel 2014, la Commissione dell’Unione Europea ha multato di 31 milioni di euro la più grande società di telecomunicazioni d’Europa per aver abusato della sua posizione dominante nel mercato slovacco. Telekom ha intentato una causa, ma ha già pagato la multa. Quattro anni dopo la decisione della Commissione, il Tribunale dell’Unione Europea ha parzialmente accolto la causa e ridotto l’ammenda di circa 12 milioni. Il denaro è stato poi restituito, ma la Commissione Europea ha rifiutato di pagare gli interessi sui pagamenti scaduti per circa i quattro anni tra la sanzione originaria e il rimborso.

Tuttavia, mercoledì il tribunale ha respinto una richiesta di risarcimento danni. Deutsche Telekom non ha fornito alcuna prova conclusiva che il presunto danno si sia effettivamente verificato.

/ chd / DP / eas

Bonn/Berlino (dpa-AFX)

Altre notizie su Deutsche Telekom AG

Fonti immagine: Cineberg/Shutterstock.com, ricochet64/Shutterstock.com