Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Opinione: aziende tedesche in Russia - collaboratori nella guerra?  |  Commenti |  DW

Opinione: aziende tedesche in Russia – collaboratori nella guerra? | Commenti | DW

Esci dalla Russia: molte aziende occidentali hanno già lasciato il mercato russo a causa della guerra di aggressione di Putin. Gli investimenti in miliardi accumulati in 30 anni sono evaporati in poche settimane. La Commissione per le relazioni economiche dell’Europa orientale richiede assistenza finanziaria per le società interessate.

In tal caso, l’assistenza può essere concessa solo alle aziende che hanno lasciato rapidamente e completamente il mercato russo. Non dovrebbe esserci assistenza governativa a società come Ritter-Sport, Metro, Globus, Bayer, Henkel o Knauf, che continuano a fare soldi in Russia. Attraverso il pagamento delle tasse a Mosca, aiutano a finanziare gli omicidi disumani in Russia e diventano collaboratori della guerra. Proprio come le società francesi Leroy Merlin, Total o Auchan.

La pressione economica sulla Russia non è fine a se stessa

Tutti si aggrappano al Cremlino – spesso con spiegazioni inconsistenti, ad esempio quando si riferiscono alle loro responsabilità nei confronti del loro personale russo: non sono responsabili dello spargimento di sangue. Contro domanda: intendi i dipendenti che hanno votato, almeno in larga misura, per il regime di Putin? O quei russi che sostengono la cosiddetta “Operazione Speciale”? La propaganda di stato non può essere usata come scusa per tutto perché gran parte del popolo russo sostiene davvero Putin.

Il corrispondente capo di DW Miodrag Sorek

Le aziende che continuano ad operare in Russia si trovano ad affrontare un dilemma etico: continuare a realizzare profitti assicurando così il futuro economico dell’azienda, oppure accettare perdite e posti di lavoro a rischio? Ma chiunque guardi negli occhi le madri morenti a Mariupol o le centinaia di migliaia di bambini disperati che fuggono dovrebbe rendersi presto conto di cosa bisogna fare: la pressione economica sulla Russia non è fine a se stessa. Serve allo scopo di porre fine alle uccisioni in Ucraina. Valori come l’umanità o il rispetto per la vita non sono disponibili gratuitamente.

READ  Secondo posto per Bühlerzeller Dorfkäserei - SWR Aktuell

Le aziende occidentali che vogliono rimanere in Russia hanno anche una responsabilità nei confronti dei propri dipendenti in Germania e nell’Unione Europea. Dopotutto, chi vuole lavorare per un’azienda che si occupa di criminali di guerra? Ecco perché, prima o poi, tutte le compagnie occidentali alla fine lasceranno la Russia. Le richieste di boicottaggio di queste società non sono nemmeno iniziate in Occidente. Ma i preparativi sono in corso da molto tempo. Inoltre, l’apparato del governo di Mosca con le sue “controsanzioni” assicura che le aziende occidentali non abbiano futuro in Russia: i profitti aziendali non possono più essere esportati in valuta forte. E chi ha bisogno di banconote inutili con la scritta “rubli”?

Imparare dagli errori storici degli altri

Alla fine, è anche chiaro che con un cessate il fuoco, ad esempio, le condizioni per il quadro economico peggioreranno: per sopravvivere, Putin dovrà tornare a un’economia pianificata, assumendo il pieno controllo della politica, dell’economia e della cultura vita. Come in URSS, ciò andrebbe a vantaggio delle società nazionali. La Russia, che vive dell’esportazione di materie prime, degenererà in una stazione di servizio a buon mercato in Cina. Pechino sfrutterà l’impero di Putin senza restrizioni. Un processo che può durare decenni.

C’è poca speranza ora che i russi in qualche modo si sbarazzino di questo sistema. Chi pensa che sia ingenuo, non ha mai vissuto in Russia. La maggior parte della popolazione – come in epoca sovietica – si ritira a vita privata o emigra. Finché ogni famiglia ha una casa di campagna, nessuno soffrirà la fame tra Kaliningrad e Vladivostok.

Il sogno di Putin di un ritorno in Unione Sovietica potrebbe avverarsi per alcuni anni. Tuttavia, le aziende occidentali non contribuiscono alla realizzazione di questo sogno. Invece, dovrebbero imparare col tempo dagli errori storici degli altri: IBM o Ford avevano ancora a che fare con la dittatura nazista in Germania nel 1938. In seguito si trovarono in un disperato bisogno di spiegazioni.

READ  Allocazione del prezzo del gas: il Senato vuole risparmiare i clienti aziendali municipali