Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Operazione blog: un attivista russo è stato condannato a sei anni di carcere

Operazione blog: un attivista russo è stato condannato a sei anni di carcere

Post-elaborazione sul web
Un attivista russo è stato condannato a sei anni di carcere

Anche prima che scoppiasse la guerra, la libertà di parola in Russia era un mito. Dall’introduzione della legge sulle “notizie false”, qualsiasi pubblicazione, per quanto innocente possa essere, relativa alla guerra in Ucraina può portare a procedimenti penali. E ora è stato denunciato un altro critico del Cremlino.

Un tribunale russo ha condannato l’attivista Alexander Bakhtin a sei anni di carcere per aver criticato l’intervento militare di Mosca in Ucraina. “Alexander è stato condannato a sei anni in una colonia criminale”, ha detto all’AFP il suo amico Andrei Schetinin. Di conseguenza, Bakhtin ha detto al giudice dopo la sua condanna: “Vai all’inferno”.

Il rapporto di Shchetinin è stato confermato dall’organizzazione russa indipendente per i diritti umani OVD-Info del tribunale distrettuale di Mosca. Bakhtin, 51 anni, è stato accusato di diffondere disinformazione sul conflitto in Ucraina. L’accusa si basa su tre post web di VK tra marzo e aprile 2022, in cui condannava i crimini di guerra della Russia in Ucraina.

Secondo Shchytinin, l’attivista ambientale e musicista è tenuto a sottoporsi a regolari esami psicologici durante la detenzione. Sua madre di 79 anni era presente in tribunale durante il processo. La pubblica accusa l’ha convocata come testimone contro il figlio.

In una precedente udienza, la madre di Bakhtin ha testimoniato di aver firmato la sua dichiarazione senza leggerla. Non sapeva che avrebbe potuto rifiutarsi di testimoniare. Secondo OVD-Info, circa 20.000 persone sono state arrestate in Russia per aver protestato contro il conflitto in Ucraina.

READ  Indice Ucraina: Kiev chiede alla Germania "sì" all'adesione alla NATO