Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Olympia 2021 – Chusovitina: commosso addio alla Gran Signora

gli sport Olimpia 2021

Addio commosso alla grande signora della ginnastica

Sensazioni meravigliose per un'eccezione atleta: Oksana Chusovitina non ha potuto trattenere le lacrime Sensazioni eccezionalmente grandi per lo sport: Oksana Chusovitina non ha potuto trattenere le lacrime

Sensazioni meravigliose per un’eccezione atleta: Oksana Chusovitina non ha potuto trattenere le lacrime

Fonte: AP/Ashley Landis

Quando Oksana Chusovitina ha fatto ginnastica alle sue prime Olimpiadi, la star della ginnastica Simone Biles non era nemmeno nata. All’età di 46 anni, è stata invitata ai suoi ottavi Giochi Olimpici di Tokyo.

ioLe tue lacrime non si fermeranno. Oksana Chusovitina ha formato un cuore con le sue mani davanti alle telecamere e verso altri atleti e allenatori qui all’Ariake Gymnastics Center di Tokyo. La 46enne si asciugava ogni tanto le lacrime dalle guance. Nessun sorriso sul tuo viso. Poi fuori dai riflettori del palazzetto della ginnastica, le sue compagne l’hanno presa in braccio e hanno posato per le foto con lei, la grande maestra di ginnastica.

Ancora una volta è tornato alla luce. Le lacrime scorrevano e un cuore si formò di nuovo. Adesso stava sorridendo. Era il loro addio. All’età di 46 anni, l’ex ginnasta tedesca si ritira dal teatro sportivo.

Arrivederci ai membri del suo team e agli altri paesi

Arrivederci ai membri del suo team e agli altri paesi

Fonte: AFP / LOIC VENANCE

Chusovitina ha giocato otto Olimpiadi. Ora nell’arena vuota della ginnastica, i concorrenti, i moderatori, i volontari e gli ufficiali hanno preparato un’uscita emotiva con una standing ovation. Ora sono soddisfatto e insoddisfatto. “Non importa se è la finale o meno, ma ho detto addio”, ha detto dopo. “Ma mi fa un po’ male il cuore.”

“Questa è stata una notizia molto importante per la madre”.

Oksana Chusovitina ha dedicato la sua vita alla ginnastica. Nel 1992 ha fatto la sua candidatura olimpica e ha vinto una medaglia d’oro con la squadra della CSI. Una parte importante della sua vita la lega alla Germania: ha iniziato a lavorare in Germania nel 2006 dopo essersi trasferita a Colonia per curare suo figlio affetto da leucemia.

Leggi anche

Olimpiadi di Tokyo 2020 - Cerimonia di apertura

Alle Olimpiadi di Pechino 2008, Chusovitina ha vinto la medaglia d’argento nel salto. Una volta disse che questi giocattoli erano i più importanti per lei perché i medici le dissero dopo che era tornata che suo figlio era libero dalla leucemia. “Questa è stata una notizia molto importante per la madre”.

Mani a forma di cuore come saluto d'addio

Mani a forma di cuore come saluto d’addio

Fonte: AFP / LOIC VENANCE

Tokyo rimarrà anche nella sua memoria speciale. Al termine di una carriera impressionante, al termine della quale atleti, allenatori e funzionari di vari paesi le hanno salutato con dignità, grande e sincero rispetto. Il fatto che abbia perso la finale tra le prime otto non cambia nulla.

E dopo tutto questo tempo negli sport ad alte prestazioni? Chusvetuna non è preoccupata, i suoi piani sono specifici. Tra le altre cose, si occuperà del suo club, dove i bambini fanno sport. “Ho molto da fare”, dice, e esclude di partecipare come allenatore. “È un lavoro molto duro. Voglio fare una breve vacanza.”

Leggi anche

Olympia: sarà un disastro per gli atleti se il lavoro della loro vita non sarà semplicemente svolto

L'ultimo salto: domenica Oksana Chusovitina scende dal palco olimpico

L’ultimo salto: domenica Oksana Chusovitina scende dal palco olimpico

Fonte: AFP / LOIC VENANCE

READ  CL - Play-Off: Shock per Götze e PSV: Benfica in vantaggio