Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Notizie dall’Ucraina: ++Critica all’immagine di genere nell’esercito ucraino ++

DottL’esperta di sicurezza di Berlino Julia Friedrich ha lamentato la tradizionale rappresentazione delle relazioni di genere nella guerra in Ucraina. Sul quotidiano berlinese Tagesspiegel si legge che il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e sua moglie Olena Zelenska si sono presentati come “un santo guerriero e un’anima bellissima al suo fianco”. Tuttavia, questo non rappresenta il modo in cui l’esercito ucraino opererà prima del febbraio 2022.

Prima dell’invasione russa, le donne detenevano circa il 23% di tutti i posti di lavoro nell’esercito e il 15,5% nelle forze armate, secondo l’esperto di sicurezza del Berlin Global Institute for Public Policy. Dopo lo scoppio del conflitto nel 2014, un terzo dei combattenti volontari erano donne. A causa della mobilitazione generale degli uomini a febbraio, la relazione è leggermente cambiata. Oggi, circa il dieci per cento delle forze armate sono donne.

Friedrich ha affermato che i soldati ucraini dovrebbero essere in grado di gestire meglio lo stress psicologico dopo una missione di combattimento rispetto agli uomini. Dovrebbero riprendere i loro doveri tradizionali dopo essere tornati dal fronte, “Ma non c’è fasciatoio nella Gilda dei veterani”.

Leggi anche

Secondo l’esperto di sicurezza, le donne ucraine non potevano ricoprire tutti gli incarichi nell’esercito fino al 2018 a causa della loro “funzione riproduttiva”. “Questa era un’eredità sovietica”. E secondo i sondaggi, le donne che imbracciano le armi spesso devono ancora lottare per essere accettate.

Qui è dove troverai contenuti di terze parti

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su ON, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con l’articolo 49, paragrafo 1, lettera a), del regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR). Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

Tutti gli sviluppi nel nastro della trasmissione in diretta:

12:24 – Londra: i russi sono sotto pressione per le esplosioni dietro le proprie linee

Secondo gli esperti dell’intelligence britannica, le forze di invasione russe in Ucraina sono state sotto pressione a causa dell’aumento del numero di esplosioni dietro le loro linee nel sud del paese. Lo emerge dall’aggiornamento quotidiano dell’intelligence sulla guerra in Ucraina del ministero della Difesa di Londra.

READ  Boris Johnson e la crisi del regno

Sebbene nessuna delle parti abbia fatto progressi in prima linea nella regione di Kherson, gli esperti britannici affermano che “la crescente frequenza di esplosioni dietro le linee russe probabilmente metterà sotto pressione la logistica e le basi aeree russe nel sud”.

Nel complesso, ci sono stati solo piccoli cambiamenti in prima linea nell’ultima settimana. È improbabile che questo cambi nella prossima settimana. Secondo Londra, chi prenderà l’iniziativa militare nelle prossime settimane dipenderà da chi gestirà la produzione di “forze persuasive progettate per operazioni offensive”.

11:40 – Selenskyj: la Russia vuole collegare le centrali nucleari alla sua rete elettrica

Nella disputa sull’attentato alla centrale nucleare di Zaporizhia, la Russia si è rivolta al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite con accuse contro l’Ucraina. L’agenzia di stampa TASS ha citato un messaggio inviato dal governo russo alla commissione secondo cui l’Ucraina stava pianificando “provocazioni” lì.

Un soldato russo alla centrale nucleare di Zaporizhia all'inizio di maggio

Un soldato russo alla centrale nucleare di Zaporizhia all’inizio di maggio

Fonte: dpa / Non accreditato

Nel suo discorso video serale, Volodymyr Zelensky ha affermato che Mosca stava pianificando una “provocazione su larga scala” presso la centrale nucleare di Zaporizhia per giustificare lo scollegamento della centrale elettrica dalla rete elettrica ucraina e il suo collegamento alla rete elettrica russa.

10:54 – L’Ucraina avverte del disastro all’impianto nucleare di Zaporizhia

I rappresentanti dell’Ucraina hanno criticato i combattimenti nelle vicinanze della centrale nucleare di Zaporizhia, nel sud-est del Paese. Kirilo Tymoshenko dell’ufficio presidenziale ucraino ha affermato che “il rischio di una catastrofe ambientale di proporzioni globali” rimane acuto a causa del bombardamento sistematico dell’impianto nucleare da parte della Russia. I bombardamenti russi hanno anche distrutto “3.700 pezzi di infrastruttura” vicino alla più grande centrale nucleare d’Europa, comprese le installazioni per il riscaldamento, l’elettricità, il gas e l’acqua.

09:16 – Crimea: abbattuto un drone nel quartier generale della flotta del Mar Nero

Un’altra esplosione si è verificata in Crimea, che è stata annessa alla Russia. Le autorità hanno dichiarato che il relitto di un drone è caduto sul quartier generale della flotta del Mar Nero nella città di Sebastopoli. Il direttore della città, Mikhail Rasvogaev, ha affermato che le difese antiaeree della flotta hanno colpito il drone. “Sono caduto sul tetto e mi sono bruciato”. Non ci sono vittime.

09:07 – La Cina aumenta le importazioni di energia dalla Russia

La Cina ha continuato ad aumentare i suoi acquisti di carbone e petrolio dalla Russia. I dati dell’ufficio doganale di Pechino di sabato hanno mostrato che la Russia è stata il più grande fornitore di petrolio della Cina per il terzo mese consecutivo. A luglio, le importazioni di petrolio dalla Russia sono state pari a circa 7,15 milioni di tonnellate, con un aumento del 7,6% su base annua. Allo stesso tempo, le importazioni cinesi di carbone dalla Russia sono salite al livello più alto degli ultimi cinque anni. Di conseguenza, a luglio Pechino ha importato 7,42 milioni di tonnellate di carbone dalla Russia, circa il 14% in più rispetto allo scorso anno.

Leggi anche

Il ministro tedesco dell'Economia e dell'azione per il clima Habeck tiene una conferenza stampa sul futuro utilizzo del gas naturale liquefatto a Berlino

8:40 – Turchia: lanciati altri due camion per spedire grano

Le esportazioni di grano continuano attraverso i porti ucraini del Mar Nero. Due aerei cargo sono partiti da Chornomorsk, secondo il ministero della Difesa turco. In tutto, 27 navi cerealicole hanno lasciato i porti dalla ripresa delle consegne, rese possibili grazie a un accordo mediato dalle Nazioni Unite e dalla Turchia. I porti furono chiusi per mesi dopo l’inizio della guerra russa.

00:30 – Russia: abbattimento droni ucraini

La Russia annuncia nuovi attacchi ucraini con i droni. L’agenzia di stampa ufficiale russa TASS, citando funzionari locali in Crimea, ha riferito che i cannoni antiaerei russi hanno abbattuto sei droni ucraini a est di Cherson. Separatamente, un altro funzionario in Crimea ha affermato che le forze di difesa russe hanno abbattuto diversi droni sulla città di Sebastopoli.

23:13 – I treni merci che trasportano carbone hanno la precedenza – I passeggeri sono rimasti indietro

Secondo un rapporto dei media, i treni che trasportano carbone, gas o petrolio dovrebbero avere la priorità rispetto ai treni passeggeri durante la crisi energetica. I passeggeri dovrebbero essere preparati per le interruzioni, riferisce WELT, citando un progetto di regolamento del governo federale per dare la priorità ai treni merci.

I cittadini potrebbero essere interessati dai piani “a causa del fallimento del trasporto ferroviario passeggeri, che è stato cancellato senza sostituzione o deve essere rinviato a causa della priorità di occuparsi del trasporto di energia su rotaia”. WELT cita i dipartimenti governativi che affermano che la bozza sarà eseguita immediatamente nella sua forma attuale, anche alla luce di alcune riserve. La pressione per trasferire completamente il carbone sulle barre è grande.

Leggi anche

L'ex cancelliere Gerhard Schroeder

22:38 – Zelensky: la Russia crea solo problemi con gli oleodotti

Volodymyr Zelensky ha accusato la Russia di utilizzare tubi del gas per ricattare. Ad esempio, ha citato l’annuncio della compagnia russa del gas Gazprom che avrebbe interrotto le forniture alla Germania tramite il Nord Stream 1 per tre giorni alla fine di agosto. Senza nominare il vice dell’FDP Wolfgang Kubicki, Silinsky ha parlato di “dichiarazioni ridicole” in Germania sul funzionamento del Nord Stream 2.

Leggi anche

Berlino, Germania 1 giugno 2022: 43a sessione del Parlamento tedesco - 2022 Nella foto: Wolfgang Kubicki, vicepresidente del Bundestag (FDP)

Leggi anche

combo cugino kubicki

“La Russia ha bisogno di questi gasdotti solo per creare problemi in Europa, non per aiutare con il gas”, ha detto a Kiev. Prima i paesi europei si autosufficienti dall’energia russa, prima passeranno l’inverno in pace.

Kubiki aveva chiesto che il gas russo fosse ottenuto attraverso il gasdotto Nord Stream 2 completato ma inutilizzato. Per questo è stato criticato da tutte le parti, perché l’oleodotto è visto come lo strumento di Mosca per rendere la Germania più dipendente dalla Russia.

21:05 – Gli ucraini donano migliori immagini satellitari al loro esercito

Grazie a una campagna di raccolta fondi lanciata dal presentatore televisivo Serhiy Pretola, l’esercito ucraino ha rapido accesso alle immagini satellitari ad alta risoluzione. Il ministro della Difesa Oleksiy Resnikov ha scritto su Facebook che la combinazione di immagini di ricognizione e armi moderne apre nuove opportunità per le forze armate nella lotta contro la Russia. Secondo i media, finora sono stati raccolti circa 600 milioni di grivna (16,2 milioni di euro).

“Supponiamo che qualsiasi HIMARS, M270 o MARS II, così come qualsiasi arma semovente o artiglieria con proiettili ad alta precisione, sarà in grado di distruggere il nemico in modo più efficace.” I sistemi d’arma menzionati sono lanciarazzi multiplo a lungo raggio. L’Ucraina lo ha utilizzato per combattere i depositi di munizioni russi lontano dalle prime linee nelle ultime settimane.

20:42 – Gli Stati Uniti annunciano più spedizioni di armi in Ucraina

Il Dipartimento della Difesa Usa ha annunciato la consegna di altre armi e munizioni all’Ucraina per un valore di 775 milioni di dollari (circa 772 milioni di euro). Un alto funzionario del Pentagono ha detto ai giornalisti che Washington voleva fornire all’Ucraina “una fornitura continua di munizioni”. Il rappresentante del governo ha aggiunto che finora Kiev ha beneficiato bene di 19 spedizioni di armi da Washington. Al momento, la Russia “non ha progressi” sul campo di battaglia.

La consegna ora annunciata dovrebbe includere, tra le altre cose, missili a controllo di precisione per lanciarazzi di tipo HIMAR. Il sistema ha già consentito all’esercito ucraino nelle ultime settimane di colpire centri di comando russi e depositi di munizioni lontano dalla prima linea. I missili guidati anticarro TOW e Javelin faranno parte della prossima consegna, oltre a missili anti-radar, droni di sorveglianza e obici.

Puoi ascoltare il podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su ON, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con l’articolo 49, paragrafo 1, lettera a), del regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR). Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

“Kick-off Politics” è il podcast di notizie quotidiane di WELT. L’argomento più caldo analizzato dai redattori di WELT e le date di oggi. Iscriviti ai podcast su Spotify, Apple Podcast, Amazon Music o direttamente tramite feed RSS.