Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Nessuno scherzo: Emerson Fittipaldi vuole al Senato italiano / Formula 1

Il due volte campione del mondo di Formula 1 Emerson Fitbitaldi è stato nominato dai Fratelli d’Italia per le elezioni parlamentari italiane di fine settembre. Lascia che ti spieghiamo come questo è possibile.

Il 25 settembre l’Italia eleggerà un nuovo parlamento, cercando rappresentanti per la camera alta (camera dei debuttanti, 630 seggi) e il senato (camera bassa, 315 seggi). C’è una grande sorpresa dal punto di vista del motorsport, perché il Partito Nazionale di destra di Giorgia Meloni, Fratelli d’Italia, ha nominato il due volte campione di Formula 1 Emerson Fittipaldi come suo candidato al Senato!

Il campione IndyCar nel 1972 (con la Lotus) e nel 1974 (con la McLaren) e successivamente nel 1989 è nato a San Paolo (Brasile), ma ha la cittadinanza italiana attraverso i suoi avi: suo nonno Pasquale è emigrato da Trechina nel sud. Provincia) in Brasile, ha rilasciato passaporto italiano al figlio Wilson, che ha lasciato il figlio Emerson.

Il 14 volte vincitore del GP Emerson Fittipaldi afferma: “Sono molto felice di poter correre per il Senato. Ho già scritto molte proposte per supportare gli italiani che vivono in Sud America e che hanno ancora forti legami con la loro terra d’origine”.

Ad esempio, l’ex pilota vuole assicurarsi che i titoli di studio universitari degli italiani residenti in Sudamerica siano automaticamente validi in Italia.

Il leader del partito Meloni si aspetta che Fitbitaldi attiri molti voti dai tanti italiani che vivono in Sud America. 1,5 milioni di italiani sono emigrati in Brasile solo nell’ultimo secolo.

Fittipaldi si stabilì all’estero (insieme a Nord America, Africa/Asia ed Europa), uno dei quattro collegi elettorali italiani, per diventare la cosiddetta “Sarcoscrizione Sutaamericana”.

READ  Luke stava aspettando sua sorella, ma lei non è venuta

L’Italia è uno dei pochi paesi in Europa che riserva posti a cittadini residenti all’estero alle elezioni parlamentari. Dal 2020 sono riservati otto posti in sala grande e quattro posti in sala piccola.