Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Missile antinave per l’Ucraina?: il missile “Harpoon” potrebbe risolvere il blocco portuale

Missili antinave in Ucraina?
Il missile “Harpoon” può risolvere il blocco del porto

Il blocco navale nel Mar Nero rallenta notevolmente il commercio ucraino. Gli esperti americani sono sicuri che la flotta russa possa essere sconfitta con speciali missili antinave. Finora, tuttavia, ci sono ostacoli logistici.

Secondo fonti informate, gli Stati Uniti vogliono inviare moderni missili anti-nave in Ucraina in modo che possa rompere il blocco russo dei suoi porti sul Mar Nero. Sono attualmente in discussione due tipi di missili, come Reuters ha appreso da tre funzionari del governo statunitense e due dipendenti del Congresso che non desideravano essere identificati. Si tratta degli “Harpoon” di Boeing con una portata fino a 300 km e dei missili Naval Strike Missile (NSM) di Kongsberg e Raytheon Technologies con una lunghezza di 250 km.

Secondo l’esperto navale dell’Hudson Institute, Brian Clark, da 12 a 24 di questi missili sarebbero sufficienti per minacciare le navi da guerra russe e convincere il governo di Mosca a porre fine al blocco. Ciò riguarda, ad esempio, le spedizioni di grano ucraino verso il mercato mondiale. Secondo il ministero della Difesa britannico, la Russia ha circa 20 navi da guerra, compresi i sottomarini, schierate nella zona di battaglia.

La Marina russa ha già subito grandi perdite nella guerra in Ucraina, in particolare l’affondamento dell’incrociatore “Moskva”, l’ammiraglia della flotta del Mar Nero. Secondo Clark, le navi russe più grandi potrebbero essere in pericolo se l’Ucraina acquistasse armi avanzate, eppure il presidente Vladimir Putin ha mantenuto il blocco: “Non hanno nessun posto dove nascondersi nel Mar Nero”.

Anche le forze armate tedesche hanno “Guerrieri”

A marzo, durante il vertice della NATO a Bruxelles, si è saputo dagli ambienti americani che si discuteva della consegna di missili anti-nave all’Ucraina. All’epoca si diceva che “iniziarono a lavorarci”. Ad aprile, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha chiesto al Portogallo, membro della NATO, di estradare Harbin. L’esercito tedesco possiede anche il sistema d’arma.

Secondo fonti informate, ora ci sono un certo numero di paesi che sarebbero pronti in linea di principio a inviare tali missili in Ucraina. Tuttavia, nessuno vuole essere il primo a farlo per paura della reazione russa se una nave da guerra viene affondata da un missile di proprietà di quel paese. Un funzionario del governo ha detto a Reuters che ora c’è un paese “ben dotato” che potrebbe essere pronto a consegnare per primo. Quindi altri paesi possono seguire l’esempio.

Secondo precedenti informazioni provenienti dagli Stati Uniti, ci sono molti ostacoli e timori riguardo al trasferimento di armi più forti ea lungo raggio in Ucraina. Questi includono lunghi tempi di addestramento, difficoltà nel mantenimento dei sistemi e preoccupazione che le forze armate russe possano controllarli. Teme anche un’escalation del conflitto. Ci sono anche difficoltà tecniche, perché “Harpoon” non è destinato al lancio da terra.

READ  Russia: morti negli incendi siberiani