Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Matteo Berettini in finale di Wimbledon: domenica big game per l’Italia a Londra – Sport

Matteo Bertini apre con una memorabile partita italiana domenica a Wimbledon a Londra. Prima che i calciatori diventino campioni d’Europa a Wembley contro l’Inghilterra, Berettini potrà conquistare il suo primo titolo italiano al Classic on Bull (ore 15, Live on Sky).

Il 25enne ha vinto la finale di venerdì per quattro set contro Hubert Herbork Harks – nessuna finale per uomini o donne con partecipazione italiana a questo torneo del Grande Slam. Pertini ha impiegato 6: 3, 6: 0, 6: 7 (3: 7), ben due ore e mezza per raggiungere la sua prima finale del Grande Slam.

Un paio di tifosi hanno scherzosamente detto “il calcio sta arrivando”, un noto inno calcistico e un attimo dopo un saluto dell’allenatore della nazionale di calcio Roberto Mancini su Twitter: “Tutti a Wimbledon e Wembley con il cuore domenica”.

Novak Djokovic, avversario di Berettini in finale. I serbi hanno vinto 7:6 (7:3), 7:5, 7:5 contro Denis Shapovalov del Canada. Djokovic ora punta al suo ventesimo titolo nel Grande Slam. Questo stabilirebbe un record per Roger Federer e Rafael Nadal. Il 34enne vuole vincere la sua terza delle quattro partite più importanti dell’anno.

“Mi mancano le parole e mi ci vorranno alcune ore per elaborarlo”, ha detto Berettini con un sorriso orgoglioso poche ore prima quel pomeriggio. “Ho giocato una grande partita. Non l’ho mai sognato perché era troppo. Questo è il miglior giorno di tennis della mia vita. “

[Wenn Sie aktuelle Nachrichten aus Berlin, Deutschland und der Welt live auf Ihr Handy haben wollen, empfehlen wir Ihnen unsere App, die Sie hier für Apple- und Android-Geräte herunterladen können]

Mettendo fine alle speranze dell’otto volte campione Roger Federer, il 24enne Hurricanes è diventato il primo polo a raggiungere la finale maschile.

READ  L'Italia combatte gli incendi al sud

15.000 spettatori hanno assistito alla prima semifinale unilaterale di venerdì presso il Central Court gremito. Nella lotta tra i due giocatori, lunga 1,96 metri, Hargas non è stato in grado di costruire la sua straordinaria prestazione contro Federer.

Numero 18 del mondo. Ha commesso molti errori e non ha potuto utilizzare alcune delle sue opzioni. Un’ora dopo, Bertini, che aveva giocato quasi esattamente, era in vantaggio con 2-0. Dopo di che, Hargas è entrato meglio ed ha evitato una fine veloce con un forte tiebreak. Tuttavia, ha subito perso il suo gioco di servizio, e questo vantaggio ha portato un forte servizio alla porta di Bertini. (Dpa)