Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Lukashenko prende in giro Bruxelles: la Bielorussia consente ai migranti di attraversare i confini dell’UE

Lukashenko prende in giro Bruxelles
La Bielorussia consente ai migranti di attraversare i confini dell’UE

Nello scambio di colpi con Bruxelles, il dittatore bielorusso continua a invertire la spirale dell’escalation. La Lituania, che ha un confine esterno con l’Unione Europea di 680 km, accusa Minsk di incitare migranti dall’Iraq, dalla Siria e dall’Afghanistan ad entrare illegalmente in Europa. Lukashenko la minaccia pubblicamente.

La Lituania accusa la vicina Bielorussia, sotto Alexander Lukashenko, di consentire deliberatamente ai migranti di attraversare il confine. “Lukashenko e il suo regime stanno approfittando dell’insicurezza in Iraq, Siria e Afghanistan”, ha detto alla radio il ministro degli Esteri Gabrieleus Landsbergis. “Li pagano per vendere la loro proprietà, per vendere le loro case al prezzo del biglietto che pagano per raggiungere il confine lituano. Per questo rinunciano alle loro vite precedenti”.

Lukashenko ha minacciato solo martedì Bruxelles di non cooperare più nella lotta contro l’immigrazione clandestina. “Oggi l’Unione europea si lamenta che la Bielorussia non vuole proteggerla dagli immigrati clandestini e dal traffico di droga”, ha detto il 66enne. “Uno vorrebbe gridare: forse non li hai tutti! Hai iniziato una guerra mista contro la Bielorussia e allo stesso tempo osi pretendere da noi qualsiasi tipo di protezione per i tuoi interessi?”

Lunedì i ministri degli esteri dell’Unione europea hanno imposto sanzioni economiche alla Bielorussia in risposta alla repressione in corso nei confronti della società civile e dell’opposizione democratica. Riguardo all’immigrazione, Lukashenko ha detto all’agenzia statale BELTA: “Se l’Europa ha bisogno dell’aiuto della Bielorussia in queste aree sensibili, dovrebbe avvicinarsi a noi e non cercare di soffocarci”.

La maggior parte degli immigrati proviene da Iraq, Siria e Afghanistan

La Lituania ha un confine di circa 680 chilometri con la Bielorussia, che fa parte dei confini esterni dell’Unione Europea. Il governo di Vilnius ha recentemente segnalato un forte aumento degli attraversamenti illegali delle frontiere da parte dei migranti. Solo quest’anno, oltre 500 viaggiatori non autorizzati sono stati arrestati oltre confine, rispetto agli 81 dell’intero anno precedente. La maggior parte dei migranti che arrivano nei paesi dell’UE attraversano il confine con la Bielorussia e chiedono asilo senza passaporto dall’Iraq, dalla Siria e dall’Afghanistan.

Il ministro dell’Interno Agni Belutait lo ha descritto come uno strumento di una guerra mista contro la Lituania. All’inizio della settimana, Landsbergis e il suo collega iracheno Fuad Hussein hanno già discusso varie opzioni per spezzare la catena migratoria. Nonostante le sanzioni occidentali in seguito all’atterraggio di emergenza di un aereo passeggeri, la capitale bielorussa Minsk è ancora servita da compagnie aeree del Medio Oriente, tra gli altri paesi.

READ  Dopo il vertice Corona, gli scolari chiedono il diritto di anticipare il vaccino Bointech