Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Luftwaffe invia due veicoli: personale internazionale rintanato in aeroporto


Aggiornare
La Luftwaffe invia due macchine

Il personale internazionale si nasconde in aeroporto

I talebani stanno riconquistando l’Afghanistan con una velocità sorprendente. Anche i paesi della NATO sono sorpresi dal loro ritmo: fuggono in fretta all’aeroporto internazionale di Kabul. Il ministro degli Esteri Maas annuncia un pronto soccorso, ma l’operazione di salvataggio è ancora agli inizi.

Molti paesi, tra cui Germania e Stati Uniti, hanno ambasciate nella capitale afgana, Kabul Ha chiuso in fretta e il suo personale si è trasferito in aeroporto. Da lì diplomatici, loro parenti, forze di sicurezza e altri cittadini dei Paesi occidentali, nonché membri di organizzazioni umanitarie, verranno trasferiti fuori dal Paese nelle prossime ore. L’obiettivo dello staff tedesco è incerto, secondo le informazioni Tashkent, la capitale dell’Uzbekistan. Da lì, i passeggeri verranno trasportati in Germania su aerei charter.

Non è chiaro per quanto tempo le persone colpite dovranno aspettare in aeroporto. Secondo il ministro degli Esteri Heiko Maas, i primi membri dell’ambasciata tedesca sono stati portati in salvo durante la notte. Durante la notte, anche le macchine della Bundeswehr stavano decollando per l’Afghanistan, in modo che nei prossimi giorni altro personale dell’ambasciata e personale potesse essere portato in un paese vicino. Il personale dell’ambasciata si trova in una parte militarmente protetta dell’aeroporto di Kabul.

Di conseguenza, il ministero della Difesa ha dichiarato in serata: “Stanotte partirà un aereo da trasporto A400M per Kabul. Stiamo supportando il ministero degli Esteri nell’evacuazione di coloro che devono essere protetti”. Condividilo su Twitter. Il ministro della Difesa Annegret Kramp-Karrenbauer ha detto a NTV che le macchine sarebbero decollate dall’aeroporto militare di Wenstorf vicino ad Hannover. Da lì le macchine sarebbero volate in un “paese terzo” che non avevano nominato. Lì sarà stabilito un “asse” e poi un “ponte aereo” verso la Germania.

READ  Vale anche per lo stupro: Texas: in vigore la severa legge sull'aborto

Secondo le informazioni di “Spiegel”, ci sono circa 20 dipendenti dell’ambasciata tedesca a Kabul. Ci sono anche lavoratori dello sviluppo e circa 80 altri tedeschi ancora nel paese. Inoltre, circa 300 lavoratori afgani locali che hanno lavorato per la Germania in Afghanistan saranno trasportati con le loro famiglie.

Aeroporto sotto attacco?

Tuttavia, la situazione della sicurezza in aeroporto appare delicata: l’ambasciata americana nel tardo pomeriggio ha intimato ai suoi cittadini di mettersi in salvo: “La situazione della sicurezza a Kabul sta cambiando rapidamente, anche in aeroporto. Ci sono notizie che l’aeroporto potrebbe essere arrivato sotto fuoco, quindi stiamo indirizzando i cittadini americani a mettersi in salvo”.

Secondo un giornalista della Cnn, anch’egli a Kabul, la strada di accesso all’aeroporto è “completamente chiusa”. L’aeroporto è raggiungibile solo in aereo. Gli elicotteri dell’esercito americano vengono costantemente utilizzati per prelevare e trasportare il personale dal tetto dell’ambasciata. Si dice anche che l’ambasciatore americano abbia già lasciato l’edificio: si diceva in diversi servizi di stampa che la bandiera americana fosse stata lasciata cadere e portata con sé all’aeroporto.

Un funzionario del governo di Washington ha affermato che gli Stati Uniti hanno già rimosso “centinaia” di dipendenti dell’ambasciata dal paese. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha annunciato che invierà altri 1.000 soldati a Kabul per supportare le evacuazioni. E parteciperanno all’operazione 6000 soldati americani.

L’aeroporto è necessario per fuggire

Il funzionamento sicuro dell’aeroporto è un prerequisito per il trasferimento più rapido possibile del personale diplomatico internazionale. Per poter svolgere le operazioni come previsto, la NATO ha annunciato misure di sicurezza. Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ha affermato che l’alleanza militare aiuterà a mantenere aperto l’aeroporto di Kabul e a facilitare e coordinare le evacuazioni.

READ  Il giudice federale degli Stati Uniti respinge il Dreamer Act DACA

La Francia, tra gli altri paesi, vuole riaprire la sua ambasciata all’aeroporto di Kabul con un servizio di emergenza. Il ministero degli Esteri francese ha affermato che sarebbe stato fatto di tutto per poter continuare a rilasciare visti ai dipendenti afgani locali e ad altri gruppi vulnerabili. I dipendenti devono essere portati negli Emirati Arabi Uniti entro poche ore.

Oltre a Germania, Stati Uniti e Francia, anche i Paesi Bassi hanno spostato la propria ambasciata nei pressi dell’aeroporto internazionale. Si dice che il personale dell’ambasciata italiana quella sera sia volato a Roma su un aereo militare. D’altra parte, la Russia non vuole evacuare la sua ambasciata al momento, ha detto a Interfax il rappresentante del ministero degli Esteri afghano, Samir Kabulov.