Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

LTPO-OLED: BOE vuole essere in cima al gioco con iPhone dal 2023

Il produttore cinese di schermi BOE vuole scalare le classifiche di Apple e in futuro fornire anche modelli di iPhone Pro con schermi OLED. Gli impianti di produzione vengono aggiornati di conseguenza in modo che le schede LTPO con supporto a 120 Hz possano essere fornite ad Apple. Dovrebbe essere nel 2023.

Ho menzionato dalla Corea elettricità Sui presunti piani della Banca d’Inghilterra. L’azienda con sede a Pechino è già un fornitore di Apple, ma attualmente è solo per i modelli da 6,1 pollici più economici del produttore. Ciò include l’iPhone 13, ad esempio, ma l’iPhone 12 ha anche un display OLED da 6,1 pollici.

Lo schermo Samsung perde esclusività

Per iPhone 13 Pro e iPhone 13 Pro Max (test), vengono utilizzati esclusivamente schermi Samsung con pannelli OLED LTPO. LTPO (ossido policristallino a bassa temperatura) per display OLED è una miscela di silicio policristallino a bassa temperatura (LTPS) e ossido di indio e gallio zinco (IGZO) per transistor a film sottile (TFT) e ha lo scopo di aumentare l’efficienza energetica e rendere dinamico l’aggiornamento tariffe possibili. L’iPhone 13 Pro (Max) è il primo smartphone Apple a supportare una frequenza di aggiornamento dinamica fino a 120Hz.

Per i modelli iPhone Pro di quest’anno, si dice che LG Display offra anche una porzione più piccola dei pannelli OLED LTPO di Apple. come elettricità Secondo il settore, LG Display non fornirà esclusivamente pannelli ad Apple per il più piccolo iPhone 14 Pro. Tuttavia, Samsung Display continuerà ad avere il sopravvento, perché oltre alla quota rimanente di iPhone 14 Pro, tutti i pannelli di iPhone 14 Pro Max dovrebbero provenire esclusivamente da Samsung Display. Il sito di notizie coreano presuppone che Apple presenterà il sistema Face ID, inclusi la fotocamera anteriore e i sensori, in una tacca nello schermo (“il foro”) piuttosto che nella tacca quest’anno.

READ  Trasparenza del monitoraggio delle app: maggiore protezione dei dati con l'aggiornamento dell'iPhone

BOE vuole equipaggiare l’iPhone 15 Pro

Nel 2023, BOE vuole anche mettere piede nella porta dei modelli Pro. Quest’anno, la percentuale è destinata ad aumentare dai precedenti 16 a 50 milioni di schermi, che rappresentano il 20% della produzione di iPhone. Per l’iPhone 15 Pro, BOE prevede anche di fornire pannelli OLED LTPO, per i quali è attualmente equipaggiato lo stabilimento di produzione B12 di Chongqing, la cui costruzione è iniziata nell’inverno del 2018 per un costo di 7,3 miliardi di dollari. I pannelli OLED flessibili sono prodotti in B12, come richiesto da Apple per gli attuali modelli di iPhone. Su iPhone, gli schermi sono ripiegati nella parte inferiore per implementare il controllo posteriore.

Dopo il lancio iniziale della fabbrica nell’ultimo trimestre del 2021, i pannelli LTPO-OLED prodotti secondo i requisiti di qualità di Apple usciranno dalla catena di montaggio a B12 dal prossimo anno, quindi in tempo per l’iPhone 15 Pro. Nel corso di quest’anno, Fab B12 dovrebbe raggiungere la sua piena capacità di 48.000 substrati, ovvero carrier per la produzione di OLED, nella sua seconda e terza fase di avvio. I pannelli sono prodotti su un materiale di supporto di 1.850 x 1.850 mm, che viene suddiviso di conseguenza nella dimensione dello schermo richiesta.