Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

L’ipotiroidismo sembra aumentare il rischio di demenza

L’ipotiroidismo sembra aumentare il rischio di demenza

  1. Giornale di Fulda
  2. consulente

creatura:

da: Laura Nobbs

Una ghiandola tiroidea ipoattiva può aumentare il rischio di demenza in età avanzata – questa è la conclusione dei ricercatori in un recente studio.

Una ghiandola tiroidea ipoattiva aumenta il rischio di infarto o depressione. È anche possibile la demenza. Secondo gli studi attuali, anche un leggero squilibrio della ghiandola tiroidea, noto anche come ipotiroidismo, ha un effetto sulla memoria. Sembra esserci un legame tra l’ipotiroidismo e un aumentato rischio di demenza più avanti nella vita. Come riportato da 24vita.de. Pertanto, i ricercatori americani consigliano alle persone con malattie della tiroide di controllare regolarmente i loro livelli ormonali.

Carenza di ormoni: una ghiandola tiroidea ipoattiva può influenzare il rischio di demenza

esattamente Le cause della demenza non sono ancora chiare. Secondo il Ministero Federale della Salute, il morbo di Alzheimer è la forma più comune di demenza che non può essere curata, rappresentando circa il 60-65%. La demenza vascolare segue in circa il 20-30%.

Nonostante ciò, i ricercatori hanno indagato per diversi anni se una carenza di alcuni ormoni potrebbe essere responsabile della malattia. L’effetto degli ormoni tiroidei sulla dimenticanza nell’invecchiamento può svolgere un ruolo importante. In particolare, l’ormone tireotropina (TSH) prodotto dalla ghiandola tiroidea sembra essere di grande importanza.

La bassa funzionalità tiroidea, chiamata ipotiroidismo, rallenta il metabolismo e porta ad un aumento di peso. Un altro sintomo è la stanchezza e sensibilità al freddo. D’altra parte, una ghiandola tiroidea iperattiva, chiamata ipertiroidismo, accelera il metabolismo e spesso porta alla perdita di peso. Mentre gli effetti sul peso corporeo sono spesso più pronunciati, ha un effetto Alterazioni della funzione tiroidea Tuttavia, colpisce anche il cervello, in particolare la memoria.

READ  I virus del raffreddore proteggono dal virus corona?

Si dice che una carenza di ormoni tiroidei come la tireotropina (TSH) promuova la demenza negli anziani. arriva a questa conclusione Un recente studio della Brown University. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Neurologia Pubblicato dall’American Academy of Neurology. Il rischio di demenza era più alto nei pazienti con malattie della tiroide Trattamento farmacologico con ormoni tiroidei richiesto, ancora più alto.

Dimenticanza dovuta a problemi alla tiroide: lo studio attuale ne fornisce le prove

Per determinare il legame tra ipotiroidismo e demenza, i ricercatori guidati dal leader dello studio Chen Hsiang Wong hanno esaminato le cartelle cliniche di 7.843 pazienti con demenza di nuova diagnosi e li hanno confrontati con persone sane.

Interpretazione dei segni: solo dimenticanza o già Alzheimer?
Qual era di nuovo la parola? Chi vive momenti di dimenticanza spesso si preoccupa che la malattia di Alzheimer sia in arrivo. © Patrick Belloul / dpa-Zentralbild / dpa-tmn

Il risultato: dopo aver tenuto conto di altri fattori che possono influenzare il rischio di demenza, come il sesso, l’età, l’ipertensione e il diabete, i ricercatori hanno scoperto che le persone di età superiore ai 65 anni con ipotiroidismo avevano l’80% di probabilità in più di sviluppare la demenza rispetto al numero più alto di persone. coetanei che non hanno problemi di tiroide.

Maggiori informazioni sullo studio Disturbi della tiroide e rischio di demenza: un caso di studio basato sulla popolazione nazionale

data di rilascio: 16 agosto 2022

periodo di indagine: dal 2006 al 2013

pubblicato Sul Giornale di Neuroscienze

Dominio: 7843 cittadini taiwanesi

Autori dello studio: Un gruppo di ricerca internazionale guidato da Daniel R. Weiland dell’Università dell’Arizona

Anche nelle persone che assumono farmaci per Ipotiroidismo Prendendo, il rischio di demenza è aumentato. Al contrario, nei soggetti di età inferiore ai 65 anni, una storia di ipotiroidismo non era associata ad un aumentato rischio di demenza.

Questo articolo contiene solo informazioni generali sull’argomento sanitario pertinente e non è quindi destinato all’autodiagnosi, al trattamento o ai farmaci. Non sostituisce in alcun modo una visita dal medico. Sfortunatamente, i nostri redattori non sono autorizzati a rispondere a domande individuali sulle immagini cliniche.