Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Lindner promette sollievo per oltre 30 miliardi di euro |  stampa libera

Lindner promette sollievo per oltre 30 miliardi di euro | stampa libera

Christian Lindner vuole esentare cittadini e imprese. Ad esempio, i contributi all’assicurazione pensionistica devono essere deducibili dalle tasse e deve esistere una “legge fiscale sulla corona”.

Berlino.

Il ministro federale delle finanze Christian Lindner ha promesso di esentare più di 30 miliardi di euro per cittadini e imprese nei prossimi anni.

“Il governo precedente sta ancora redigendo il budget 2022, ma il mio progetto 2023 conterrà un po’ di sollievo”, ha affermato il leader dell’FDP a Bild am Sonntag. Ad esempio, sarà quindi possibile detrarre completamente dalle imposte i contributi dell’assicurazione pensionistica. Si rinuncia al canone EEG aggiuntivo sul prezzo dell’energia elettrica.

“In questo periodo legislativo, esonereremo gli individui e le medie imprese con oltre 30 miliardi di euro”, ha affermato Lindner. In risposta a una domanda sulle aziende colpite dalla crisi Corona, ha annunciato la “Legge fiscale Corona”. “Saranno create o ampliate una serie di azioni di assistenza”. Ad esempio, le perdite nel 2022 e nel 2023 dovrebbero essere compensate dai profitti degli anni precedenti. “Il debito fiscale non dovrebbe rovinare nessuno durante una pandemia”.

“C’è poco margine di manovra”

Lindner ha esortato gli altri ministri del governo dei semafori a essere frugali. “Nel 2022 i margini di manovra sono ristretti”. Ha chiesto ai suoi colleghi del Consiglio dei ministri di “ordinare i loro progetti in ordine di priorità e mettere in gioco le spese precedenti”. Il normale freno all’indebitamento dovrebbe essere applicato a partire dal 2023. “Quindi solo la prosperità creata in precedenza può essere distribuita”.

Il leader dell’FDP ha chiesto l’abbandono della prevista costruzione di un terminal di rappresentanza del governo presso l’aeroporto BER della capitale. “Non ritengo necessario un nuovo edificio di rappresentanza per ospiti di stato e ministri. Spero che il ministero degli Esteri tedesco cambierà la sua precedente opinione sulla questione”. L’ex edificio transitorio può essere utilizzato in modo permanente. “La rinuncia sarebbe un segnale che stiamo attenti con i soldi dei contribuenti”.

READ  Esperti IT: "Sono preoccupato per alcune aziende tedesche"