Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Le droghe possono essere pericolose per la vita dei bambini

  1. Pagina iniziale
  2. panorama

creatura:

a partire dal: Sofia Lutero

Più di 300 bambini muoiono a causa del consumo di sciroppo per la tosse contaminato. (immagine iconica) © Wassilis Aswestopoulos / Imago

Lo sciroppo per la tosse contaminato è in circolazione in molti paesi. Questi hanno già portato a morti infantili. L’Organizzazione Mondiale della Sanità mette in guardia.

Aggiornamento da martedì 24 gennaio alle 13:50: Dopo l’emergere di farmaci contro la tosse potenzialmente letali per i bambini in sette paesi, l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha invitato tutti i paesi a introdurre test più rigorosi. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha avvertito a Ginevra lunedì (23 gennaio) che i medicinali contraffatti o quelli che non soddisfano gli standard di sicurezza devono essere identificati e ritirati dalla circolazione. Una portavoce dell’Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato martedì a Ginevra che non è chiaro se farmaci contraffatti o succhi siano stati accidentalmente contaminati durante la produzione.

Almeno 300 bambini piccoli sono morti in tre paesi negli ultimi mesi dopo aver assunto medicinali per la tosse da banco. Contenevano sostanze tossiche come solventi industriali o antigelo, che possono essere letali anche in piccole quantità. L’Organizzazione mondiale della sanità non ha inizialmente specificato quali paesi avrebbero partecipato. L’organizzazione aveva già lanciato avvertimenti su incidenti in Gambia, Indonesia e Uzbekistan.

Almeno 18 bambini sono morti dopo aver consumato sciroppo per la tosse in Uzbekistan

Primo rapporto venerdì 30 dicembre: Uzbekistan – Almeno 18 bambini in Uzbekistan sono morti improvvisamente dopo aver consumato sciroppo per la tosse. Lo ha detto il ministero della Sanità locale in a comunicato stampache, secondo i primi rapporti, avrebbe condotto un’ispezione sul campo, che comprendeva una perquisizione, nella città di Samarcanda. Sono stati prelevati campioni di sciroppo per la tosse. Il ministero è in contatto con le autorità uzbeke in merito allo sciroppo Dok1 Max dell’azienda farmaceutica Marion Biotech.

READ  Telefonata con Putin: Erdogan vuole allargare gli accordi sul grano

L’agenzia farmaceutica locale ha anche condotto un’ispezione dell’impianto di produzione nell’Uttar Pradesh, in India, e campioni dello sciroppo per la tosse sono stati prelevati e inviati a un laboratorio per l’analisi. L’agenzia di stampa Fergana ha dichiarato giovedì (29 dicembre) che l’ufficio del procuratore generale uzbeko ha aperto un caso per la distribuzione di medicinali falsificati.

Una portavoce del servizio di intelligence uzbeko ha detto in precedenza che i sospetti erano in custodia. Sono in corso indagini contro funzionari della Koramax Medical, che importava sciroppi per la tosse, e del Centro scientifico per la standardizzazione dei medicinali in Uzbekistan. La portavoce non ha fornito alcuna informazione sul numero dei detenuti, secondo Agence France-Presse.

Sciroppo per la tosse sembra contaminato: almeno 18 bambini muoiono

Marion Biotechnology non era disponibile giovedì per le richieste dell’agenzia di stampa dpa. Un dipendente dell’azienda ha dichiarato all’agenzia di stampa indiana ANI che la produzione dello sciroppo è ora cessata. Il sito Web dell’azienda è stato recentemente offline. Una copia archiviata del sito web afferma che i prodotti dell’azienda sono venduti in India, Russia, ex repubbliche sovietiche, sud-est asiatico, Africa e America Latina.

Secondo il Ministero della Salute uzbeko, lo sciroppo per la tosse è contaminato dal glicole etilenico chimico tossico che si trova, ad esempio, nell’antigelo. L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha avvertito in ottobre che molti sciroppi per la tosse provenienti dall’India contengono “livelli inaccettabili” di glicole etilenico e glicole dietilenico.

L’India è conosciuta come la farmacia del mondo e produce molti medicinali Conveniente, soprattutto per i paesi poveri. I farmaci, prodotti dalla società farmaceutica indiana Maiden Pharmaceuticals, sono stati collegati alla morte di quasi 70 bambini in Gambia. E i bambini sono morti per insufficienza renale acuta, secondo Agence France-Presse. Le autorità indiane hanno avviato indagini su Maiden Pharmaceuticals a seguito di un avvertimento dell’Organizzazione mondiale della sanità. Dall’inchiesta è emerso che i farmaci in questione rispettavano “standard di qualità”, si è detto in seguito. (slo / dpa / AFP)

READ  Mancia $ 16.000 per due salsicce