Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Le aziende tedesche possono passare alla mobilità elettrica più rapidamente

commento dell’ospite Le aziende tedesche possono passare alla mobilità elettrica più rapidamente

Commento degli ospiti di Andreas Schneider *

Perché le aziende tedesche sembrano ancora riluttanti a passare alla mobilità elettrica? C’è dubbio o mancano informazioni su ciò che potrebbe essere possibile? Non ci sono ancora incentivi finanziari più forti?

Aziende in questo argomento

Andreas Schneider: Il direttore generale di Vimcar, specializzato in auto connesse, è sorpreso dalla riluttanza di molte aziende tedesche.

(Foto: Vimkar)

Molte aziende tedesche sono ancora riluttanti a convertire i veicoli delle loro aziende alla mobilità elettrica. Il confronto con il Regno Unito mostra che ciò può essere fatto più velocemente e che gli argomenti comuni non resistono.

Se vuoi sapere perché le persone e le aziende sono riluttanti a passare alle auto elettroniche, le preoccupazioni sull’autonomia e sulle opzioni di ricarica sono sempre tra le prime risposte. In un sondaggio Vimcar sui gestori di flotte, l’87% ha citato l’attuale gamma di modelli come un ostacolo al passaggio e il 54% ha citato una densità insufficiente dell’infrastruttura generale del trasporto merci. Ma questi punti sono davvero ostacoli insormontabili nella pratica?

A questo punto, uno sguardo al Regno Unito è sorprendente

Il Regno Unito è al quarto posto nello “State Readiness Index for Electric Vehicles” – dopo la Germania. Attualmente sull’isola ci sono circa 20.000 punti di ricarica pubblici in meno rispetto alla Germania. Se l’infrastruttura è davvero il motore principale del passaggio alla mobilità elettrica, anche nel Regno Unito dovrà procedere più lentamente. Tuttavia, uno sguardo ai numeri mostra che il 229% dei veicoli esclusivamente elettrici è stato immatricolato lì nel secondo trimestre del 2021 rispetto allo stesso trimestre dell’anno prima. Nel caso delle auto ibride, c’è un aumento di oltre il 400 percento. Entrambi i numeri parlano di un rapido cambiamento.

READ  Studio Corona: il tablet di Merck dimezza il rischio di malattie gravi - una guida

È interessante notare che nel Regno Unito la mobilità commerciale è all’avanguardia. Le aziende britanniche hanno iniziato a passare alla mobilità elettrica più velocemente delle case private da quando la benzina è diventata scarsa: l’8,7 per cento delle aziende britanniche ha acquistato un’auto a batteria nel 2020, mentre la cifra per le famiglie è stata del 4,6 per cento. In Germania, invece, il 39,2% delle nuove immatricolazioni di veicoli commerciali avrà un motore sostitutivo nel 2021 e il 43,6% per le immatricolazioni private. I consumatori privati ​​sono più veloci qui.

I numeri mostrano: in Germania non si tratta solo di infrastrutture e autonomia

Pertanto, un’infrastruttura inadeguata non è una spiegazione sufficiente del motivo per cui le aziende tedesche sono state così lente nel convertire le loro auto ai motori elettrici. I nostri dati mostrano che l’autonomia del veicolo non è in realtà un ostacolo:

Il chilometraggio medio del volo è di 26,76 chilometri per i clienti Vimkar. Nella nostra analisi elettrica, classifichiamo tutti i veicoli come facilmente guidabili se la loro distanza giornaliera totale è inferiore a 300 km nel 90% di tutti i giorni. Con questo valore l’autonomia e la ricarica non sono un problema, per il 90% dei veicoli sarà possibile passare senza problemi al motore elettrico.

Nel Regno Unito ci sono anche chiari incentivi finanziari per le aziende a passare alla mobilità elettrica. L’aliquota fiscale Child Benefit (BiK) per le auto aziendali completamente elettriche nel 2021/202 è solo dell’uno percento. E sempre più città stanno creando aree con aria pulita o, come Londra, anche aree a bassissime emissioni, dove guidare con i motori a combustione a volte è troppo costoso.

READ  ▷ ZDF punta sulla diversità nel suo programma e nell'azienda / Thomas Bilott: “La diversità è...

Allora perché le aziende tedesche sembrano essere ancora titubanti? È dubbio o mancano informazioni su ciò che è effettivamente possibile? Non ci sono ancora incentivi finanziari più forti? Il passaggio alla mobilità elettrica potrebbe essere più rapido tra le medie imprese tedesche, perché non ci sono ostacoli insormontabili.

*Andreas Schneider è l’amministratore delegato di Vimcar, specializzato in auto connesse

File di articoli e link agli articoli

(ID: 47498622)