Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Le aziende sono scettiche riguardo ai “Turbo Jobs” e alla legge sull’immigrazione

Le aziende sono scettiche riguardo ai “Turbo Jobs” e alla legge sull’immigrazione

Secondo uno studio dell’Istituto Ifo, la maggior parte dei responsabili delle risorse umane nelle aziende ritiene che lo Skills Migration Act e il programma Job Turbo siano “inutili”. Tuttavia, circa un quarto delle aziende vede gli effetti positivi dell’iniziativa e sono stati osservati progressi nell’integrazione dei rifugiati nel mercato del lavoro.

Risultati dell’indagine Ifo

L’ultimo sondaggio condotto dall’Istituto Ifo di Monaco ha raccolto le opinioni di 627 responsabili delle risorse umane. Risultò essere il 48%. Il ministro del Lavoro Hubertus Hale (SPD) ritiene che l’iniziativa “Job Turbo” e la legge sull’immigrazione dei lavoratori qualificati “non siano vantaggiose” per le aziende, come riporta il quotidiano “Spiegel”. Lo scopo di queste misure è integrare più rapidamente i rifugiati nel mercato del lavoro.

Riconoscere gli impatti positivi

Alcune aziende intervistate vedono però anche effetti positivi nelle innovazioni. Quasi un quarto delle aziende ha riferito che le nuove normative hanno comportato la disponibilità di più lavoratori qualificati. Grazie ai corsi di lingua obbligatori prima dell’assunzione, si verificano meno barriere linguistiche. Il 18% dei responsabili delle risorse umane ha elogiato il processo di assunzione breve e la facilità di individuazione delle qualifiche.

Ostacoli burocratici e necessità di ulteriore formazione

Tuttavia, quasi la metà degli intervistati riscontra ancora notevoli ostacoli burocratici nell’assunzione di lavoratori stranieri. Il 17% nota una riduzione della burocrazia, mentre circa un terzo vede una maggiore necessità di maggiore formazione tra i nuovi arrivati. Quasi un terzo delle aziende ritiene che gli ostacoli al reclutamento siano troppo elevati e il 28% lamenta una lentezza nell’elaborazione delle domande di visto.

Il programma “Job Turbo” e i suoi effetti

In ottobre il governo federale ha lanciato il programma “Job Turbo” in collaborazione con l’Agenzia federale per l’occupazione. Il suo scopo è quello di consentire ai rifugiati di ambientarsi rapidamente anche se non hanno una conoscenza sufficiente della lingua tedesca. Ma i critici sostengono che il programma spingerà le persone verso lavori poco retribuiti. L’indagine mostra che il settore dei servizi beneficia maggiormente del crescente numero di lavoratori qualificati grazie al “veloce impiego”.

READ  La società di stampa 3D Essentium prevede di diventare pubblica