Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

L’attuale Corona: un emendamento pianificato alla legge sulla protezione dalle infezioni – Politica

Secondo un resoconto dei media, il Partito socialdemocratico, i Verdi e il Partito democratico libero hanno concordato di adottare una soluzione temporanea ai requisiti della Corona entro la fine di marzo 2022. Lo ha riferito il Liberation Network in Germania. Le parti al semaforo avevano in precedenza indicato che la cosiddetta situazione epidemiologica su scala nazionale non doveva estendersi oltre il 25 novembre. Dovrebbe invece essere modificata la Sezione 28a dell’Infection Protection Act, che descrive i potenziali interventi da parte di stati e comuni federali in caso di emergenza pandemica. Ciò include anche i requisiti per la mascherina, nonché le norme igieniche e di distanza. (26.10.2021)

Il tasso di infezione della Germania è aumentato di nuovo – a 113

Il coronavirus si sta nuovamente diffondendo rapidamente in Germania e il tasso di infezione in sette giorni è nuovamente aumentato. Martedì a mezzogiorno, il Robert Koch Institute (RKI) ha annunciato un valore di 113.0 nuove infezioni nelle ultime 24 ore, trasformandosi in 100.000 persone. Lunedì, il valore dell’infezione a livello nazionale è stato di 110,1. Secondo l’RKI, altre 128 persone sono morte in un giorno a causa dell’infezione da corona.

Le differenze tra gli stati federali sono enormi: i valori di incidenza più elevati si riscontrano attualmente in Turingia (235,7), Sassonia (191,7) e Baviera (186,7). Alla fine della tabella ci sono gli stati federali del Saarland (53,2), Schleswig-Holstein (58,0), Mecklenburg-Vorpommern (62,2) e Bassa Sassonia (62,5), dove il numero di infezioni – convertito in dimensione della popolazione – è solo di circa un quarto dei numeri in Sassonia o Turingia. (26.10.21)

L’autorità dell’UE consente la vaccinazione di richiamo con Moderna

L’Agenzia europea per i medicinali (EMA) ha permesso di ottenere un vaccino di richiamo con il vaccino Corona dal produttore Moderna. L’agenzia ha affermato che un vaccino di richiamo con Spikevax può essere somministrato a persone di età superiore ai 18 anni da sei a otto mesi dopo la seconda dose. Negli adulti, per i quali la protezione è diminuita, i valori anticorpali sono aumentati, secondo gli esperti, a causa del richiamo.

Gli esperti dell’EMA hanno esaminato i dati degli studi condotti dal produttore. Secondo la raccomandazione dell’EMA, una vaccinazione di richiamo o un vaccino di richiamo contiene solo la metà della normale dose di vaccinazione. Il rischio di possibili effetti collaterali corrisponde a quello della seconda dose di Moderna. Una decisione sulla vaccinazione di richiamo sarà presa dalle autorità nazionali, ha confermato l’EMA. Gli esperti avevano precedentemente abilitato la vaccinazione di richiamo con il preparato dei produttori Pfizer e Biontech. (26.10.2021)

Il governo degli Stati Uniti annuncia nuove regole di ingresso

La Casa Bianca ha pubblicato i dettagli delle nuove regole di ingresso, che ora sono state leggermente allentate alla luce delle vaccinazioni avanzate contro il Corona. Era già chiaro: dall’8 novembre, gli stranieri possono tornare negli Stati Uniti se sono completamente vaccinati contro il coronavirus emergente con preparati riconosciuti a livello internazionale. La Casa Bianca ha annunciato l’accettazione dei vaccini che hanno ricevuto l’approvazione o l’approvazione di emergenza dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti o dall’Organizzazione mondiale della sanità. Questo vale attualmente per i preparati di Biontech / Pfizer, Astra Zeneca, Moderna, Johnson & Johnson, Sinopharm e Sinovac.

READ  Crollo del Metro Bridge: morti e feriti

Ha aggiunto che i viaggiatori dovranno dimostrare il loro stato di vaccinazione alla compagnia aerea in questione prima di salire a bordo dell’aereo per gli Stati Uniti. La vaccinazione completa contro il virus Corona è un prerequisito. Di conseguenza, i soggetti sono considerati completamente vaccinati almeno due settimane dopo aver ricevuto l’ultima iniezione richiesta. La Casa Bianca ha confermato che anche qui sarà accettata una miscela di due diversi vaccini, a condizione che i preparati siano approvati dalla Food and Drug Administration o dall’Organizzazione mondiale della sanità.

Ci sono solo poche eccezioni ai requisiti di vaccinazione per i viaggiatori internazionali, ad esempio per i bambini o le persone che non possono essere vaccinate per motivi di salute. I cittadini statunitensi sono comunque esentati dall’obbligo di vaccinazione per entrare. Secondo il governo degli Stati Uniti, i viaggiatori generalmente devono presentare un test corona negativo per non più di tre giorni oltre al certificato di vaccinazione. Per le persone non vaccinate che sono soggette a esenzioni consentite, l’età del test non deve essere superiore a un giorno. Ha aggiunto che le compagnie aeree dovranno anche conservare le informazioni di contatto dei passeggeri in modo che possano informarli di possibili casi di corona.

L’allentamento arriva dopo più di un anno e mezzo di divieti d’ingresso diffusi per le persone provenienti da diversi paesi, compresi i residenti dell’Unione Europea e del Regno Unito. Poi il presidente degli Stati Uniti Donald Trump lo ha ordinato nel marzo 2020, all’inizio dell’epidemia di Corona. Con poche eccezioni, è vietato l’ingresso dall’area Schengen, dalla Gran Bretagna e dall’Irlanda, nonché agli stranieri provenienti da India, Cina, Brasile, Sudafrica e Iran.

D’altra parte, l’Unione Europea ha già chiesto agli Stati membri a giugno di revocare gradualmente le restrizioni ai viaggiatori provenienti dagli Stati Uniti e da molti altri paesi. Poi la Germania ha nuovamente permesso l’ingresso dagli Stati Uniti, tra gli altri Paesi, anche ai turisti. Ciò significa che gli americani possono tornare in Germania dal 20 giugno se possono dimostrare di essere stati vaccinati, sopravvissuti al COVID-19 o risultati negativi al COVID-19. Anche la Germania e altri paesi dell’UE avevano sperato in un rilassamento in cambio di Washington, ma hanno dovuto aspettare molto tempo. Ciò ha causato una certa frustrazione tra gli europei. Finora il divieto di ingresso non ha separato solo famiglie e amici. Anche gli affari e il turismo sono stati colpiti. (26.10.2021)

La Cina manda la città di Lanzhou in isolamento

In risposta allo scoppio del nuovo coronavirus, la Cina ha imposto un rigido coprifuoco a Lanzhou, una città di quattro milioni di persone. Martedì, ai residenti della città nella provincia di Gansu è stato chiesto di non lasciare i loro complessi di appartamenti a meno che non ci sia un’emergenza o per fare la spesa. Gli ingressi e le uscite devono essere monitorati. La Cina ha segnalato un totale di 29 nuove infezioni trasmesse localmente martedì, sei delle quali nella provincia di Gansu.

READ  In carcere per omicidio: scarcerato un innocente dopo 43 anni

Il governo cinese sta perseguendo una rigorosa “strategia zero virus”. Con coprifuoco, test di massa, tracciamento dei contatti, quarantena e rigide restrizioni all’ingresso, il Paese è in gran parte sotto controllo del coronavirus. Tuttavia, ci sono sempre focolai più piccoli, che devono essere controllati con grande sforzo. (26.10.2021)

I medici di terapia intensiva si aspettano più pazienti Covid-19

I medici di terapia intensiva prevedono un aumento del numero di pazienti Corona negli ospedali nelle prossime settimane. Il capo della Società interdisciplinare tedesca per la medicina intensiva e d’urgenza (Divi), Gernot Marx, ha dichiarato ai giornali che a seconda della stagione e con l’obiettivo di aumentare gli incidenti, ritiene che “aumenterà il numero di pazienti Covid nei reparti di terapia intensiva”. Dal Funke Media Group. “Siamo all’inizio dell’autunno e dell’inverno. Il virus può di nuovo diffondersi meglio nei locali chiusi”. (26.10.2021)

Lauterbach raccomanda vivamente la vaccinazione di richiamo

L’esperto di salute SPD Carl Lauterbach chiede più vaccinazioni di richiamo per i gruppi a rischio. “Alla luce del numero crescente di casi, anche tra gli anziani, è assolutamente necessaria una nuova campagna di vaccinazione per utilizzare i vaccini di richiamo in questa fascia di età”, ha detto Lauterbach ai giornali di Funke Media Group. Lo sfondo di questo è l’alto tasso di infezione di sette giorni in Germania. Secondo il Robert Koch Institute (RKI), la cifra era di nuovo a tre cifre nel fine settimana per la prima volta in quasi sei mesi ed è salita a 110,1 nuove infezioni ogni 100.000 residenti all’inizio della settimana.

Gernot Marx, presidente della Società multidisciplinare tedesca per la terapia intensiva e la medicina d’urgenza (Divi), ha affermato di aver affermato che “i vaccini di richiamo svolgono un ruolo molto importante nella lotta contro l’epidemia”. Questo vale sia per i pazienti che per il personale ospedaliero.

Eugen Brych, membro del consiglio di amministrazione della Fondazione tedesca per la protezione dei pazienti, si è lamentato del “corso lento” delle vaccinazioni di terze parti. “Le associazioni statutarie di assicurazione sanitaria hanno la responsabilità di garantire che dopo tre mesi buoni, solo il 12 percento di quelli di età superiore ai 70 anni abbia ricevuto una terza offerta di vaccinazione”, ha affermato Brich di NOZ. “Ora, l’abolizione dei centri di vaccinazione e delle squadre mobili, proprio a causa delle pressioni dei medici dell’assicurazione sanitaria, è stata in gran parte annullata”. (26.10.2021)

La Germania ha donato 17,6 milioni di lattine di Astra Zeneca

Secondo un resoconto dei media, la Germania ha finora fornito 7,6 milioni di dosi di vaccino contro Corona dal produttore Astra Zeneca che sono disponibili bilateralmente per altri paesi. Inoltre, ci sono altri dieci milioni di dosi consegnate dal governo federale all’Organizzazione mondiale della sanità nell’ambito dell’iniziativa del vaccino “Kofax”, riferisce la Rete di liberazione tedesca (RND). “Ciò significa che non ci sono più scorte di Astra Zeneca in stock da parte del governo federale”, ha detto al RND un portavoce del Dipartimento federale della sanità. Il Vietnam ha ricevuto il maggior numero di dosi direttamente (2,6 milioni), seguito da Ucraina (1,5), Egitto, Ghana (entrambi 1,5) e Namibia (0,2). Il governo federale aveva promesso di fornire gratuitamente ad altri paesi 100 milioni di dosi di vaccino di vari produttori. La maggior parte della distribuzione avviene tramite Kofax. (26.10.2021)

READ  La NASA monitora gli incendi dallo spazio: il mondo sta bruciando

Il capo di Stiko respinge le critiche di Kimmich

Il presidente del Comitato permanente sull’immunizzazione (STICO), Thomas Mertens, ha respinto le preoccupazioni del calciatore nazionale Joshua Kimmich a causa della mancanza di studi a lungo termine sui vaccini. Il professionista del Bayern Kimmich ha ammesso, sabato, di non essere ancora stato vaccinato contro il Corona. Aveva “alcune preoccupazioni personali, in particolare per quanto riguarda la mancanza di studi a lungo termine”.

Se un vaccino viene rilasciato per l’uso nell’uomo, ci sono studi di accompagnamento che esaminano esattamente se possono verificarsi gravi effetti collaterali quando viene utilizzato, ha detto Mertens in un’intervista con l’agenzia di stampa tedesca DPA. “Devi tenere a mente che sette miliardi di dosi di persone sono state vaccinate con il vaccino Covid-19”, ha detto. “È chiaro che non si possono fare studi osservazionali di dieci anni quando un vaccino è stato usato per circa un anno”. Questo vale non solo per ogni altro vaccino utilizzato per la prima volta, ma anche per ogni nuovo farmaco.

“Oltre agli studi sul consenso, sappiamo dagli studi di accompagnamento che c’erano solo pochi effetti collaterali e tutti si sono verificati molto presto dopo la vaccinazione”, ha affermato il presidente di Stiko. Gli scienziati concordano sul fatto che gli effetti collaterali che si verificano in ritardo dopo la vaccinazione “non si verificano o sono stati estremamente rari con i singoli vaccini”.

Il governo federale spera ancora che il calciatore nazionale Joshua Kimmich prenda una decisione sulla vaccinazione contro il Corona e abbia indicato informazioni complete. Il portavoce del governo Stephen Seibert ha affermato che tutte le domande erano, ovviamente, ben fondate. Tuttavia, ci sono “risposte chiare e convincenti” da esperti nazionali e internazionali su aspetti come il tipo e l’effetto dei vaccini oi potenziali esiti della vaccinazione.

Seibert ha detto che spera quindi che “Joshua Kimmich lascerà che tutte queste informazioni funzionino di nuovo su di lui e poi forse deciderà a favore della vaccinazione”. “Perché come persona ammirata da milioni, allora sarebbe il modello più importante”. (25.10.2021)