Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

L’Albania scrive la storia dell’Europeo: l’Italia si riprende subito dall’imbarazzo dopo 23 secondi

L’Albania scrive la storia dell’Europeo: l’Italia si riprende subito dall’imbarazzo dopo 23 secondi

L’Albania fa la storia dell’Europeo
L’Italia si riprende subito dall’imbarazzo dopo 23 secondi

L’inizio dell’Italia agli Europei di calcio va terribilmente storto: la squadra viene eliminata dopo 23 secondi contro l’Albania – dopo un disastroso malinteso. Ma gli italiani riuscirono rapidamente a rivoltare la situazione contro gli outsider.

Gianluigi Donnarumma si è rivolto a Defosi e ha urlato di sollievo mentre decine di migliaia di tifosi albanesi applaudivano i loro valorosi perdenti guidati dal recordman Nedim Bajrami. I campioni in carica dell’Italia hanno iniziato il Campionato Europeo con uno scarno pareggio per 2-1 (2-1) a Dortmund. La Squadra Azzurra ha almeno realizzato uno shock iniziale: l’albanese Bajrami ha segnato il gol più veloce nella storia degli Europei dopo 23 secondi – ma quella sensazione è stata nell’aria solo per poco tempo.

Alessandro Bastoni (11°) e Niccolò Parella (16°) hanno ribaltato la situazione contro quelle che avrebbero dovuto essere avversarie facili nel Gruppo B dell’Hammer con Spagna e Croazia. Il professionista di Serie A Bajrami è diventato il marcatore più veloce del Campionato Europeo nel 2004, quando ha segnato dopo 67 secondi nel turno di apertura della Russia Dmitriy Khryshenko. “Avremmo dovuto segnare più gol. Finché c’è un solo gol di differenza è pericoloso”, ha detto Parella: “L’Albania è stata brava, ma meritavamo di vincere”. Una vittoria per 3-0 sulla Croazia, terza in classifica, ai Mondiali richiederà un miglioramento significativo contro gli spagnoli.

Italia – Albania 2:1 (2:1)

Cancelli: 0:1 Bajrami (1°), 1:1 Bastoni (11°), 2:1 Parella (16°)
Italia: Donnarumma – Di Lorenzo, Bastoni, Calafiori, DiMarco (83° Darmian) – Jorginho, Parella (90°+2 Folorunsho) – Fratessi, Pellegrini (77° Christian), Ciesza (77° Cambiaso) – Scamakka (83° Redegui). – Allenatore: Spalletti
Albania: Stragosha – Haisaj, Djimsidi, Arlind Ajeti, Mitaj – Ramadani, Aslani, Asani (68° Hoxha) – Bajrami (87° Musi), Broja (77° Manaj), Seferi (68° Laci). – Allenatore: Silvino
Arbitro: Felix Schweyer (Berlino)
Cartellini gialli: Pellegrini, Calafiori-Broja, Hoxha
Pubblico: 62.000 a Dortmund (tutto esaurito).

Nella seconda giornata del torneo, anche l’arbitro Felix Swearer ha festeggiato il suo debutto sul grande palco. La sua nomination agli Europei non è stata priva di polemiche, con il berlinese brevemente sotto i riflettori dopo aver rivisto il gol del 2-1, ma per il resto è stato imperturbabile e ha condotto la partita con sicurezza.

Rivivi le notti magiche

La Nazionale italiana “vuole provare a riconquistare le notti magiche del 2021”, ha promesso il capitano e portiere Gianluigi Donnarumma. A Dortmund, dove l’Italia distrusse i sogni della Germania ai Mondiali nelle semifinali del 2006, la Squadra Azzurra si aspettava una vera trasferta. Molto prima del calcio d’inizio, “Shikiberia” (albanese: Албания) ha risuonato ripetutamente nello stadio. La festa albanese in tribuna raggiunge il suo breve apice quando Bajrami approfitta di una rimessa laterale sbagliata goffamente da Federico DeMarco per passare rapidamente in vantaggio.

Il due volte laureato si scosse brevemente e colpì il ghiaccio. Bastoni insacca di testa sul secondo palo su calcio d’angolo corto e poco dopo segna anche l’orologiaio Parella con un tiro secco dal limite dell’area. Gli italiani, per niente al top dopo aver perso la Coppa del Mondo 2022 e le qualificazioni accidentate, hanno poi dominato a piacimento e hanno lasciato scappare gli outsider. Il tiro di David Fratesi viene deviato dal portiere albanese Tomas Stragosha (33′).

Una partita speciale per dieci albanesi

Questa è una bellissima partita per dieci professionisti albanesi che giocano in Italia. Dopo aver vinto contro FC Barcelona e Arsenal FC, la squadra brasiliana di Silvinho non ha quasi fatto nulla in attacco alla seconda apparizione in una fase finale dal 2016, anche dopo la pausa. L’Italia controlla l’azione ma manca subito il traguardo. Le cose si sono fatte di nuovo difficili al 90′, quando Ray Manaj ha mancato il gol italiano da posizione angolata. “Abbiamo visto molte cose belle, ma solo alcune”, ha detto Spalletti. “Sarebbe potuto andare storto un paio di volte. A volte ci siamo sentiti un po’ troppo a nostro agio.”

Prima della partita, la polizia del Dortmund ha impedito un attacco di teppisti italiani contro i tifosi albanesi. Un portavoce della polizia ha detto che 50 “tifosi ad alto rischio”, alcuni dei quali portavano con sé “oggetti pericolosi”, hanno cercato di affrontare il gruppo albanese a Podkas.

READ  I vescovi italiani forniscono per la prima volta statistiche sugli abusi